Giugno 16, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il Kazakistan schiaccia l’Italia e riscrive la storia

Oslo – Nella sesta partita dei Mondiali di hockey su ghiaccio, la nazionale del Kazakistan ha sconfitto 11-3 gli italiani. Questo risultato è la vittoria più grande del torneo in corso. È molto piacevole che questa vittoria sia stata vinta dalla squadra kazaka.

Secondo l’IIHF, con le vittorie al tiro su Lettonia e Finlandia e la vittoria sulla Germania, le cose stanno andando molto bene per il Kazakistan, con il paese dell’Asia centrale che guarda il suo primo quarto di finale ai Campionati mondiali di hockey su ghiaccio IIHF. Credito fotografico: IIHF.

Il Kazakistan ha ottenuto un primo power play quando Stefano Giliatti è stato catturato a 2:03, ed è stato di nove secondi per loro. In basso, Curtis Walk ha trovato Roman Starshenko nella porta sul retro, 1-0 al primo tiro della partita.

Ma quel tipo di delitto non indicava cosa sarebbe successo nel primo periodo perché gli italiani avevano smesso di avvicinarsi al flusso. Tiri solo 6-5 Italia dopo 20 minuti.

Venerdì, la nazionale del Kazakistan ha perso 2-4, dando a Maple Leafs una possibilità di playoff dopo una dura battaglia con il Canada. Credito fotografico: IIHF.

Alle 24:37, Baton ha visto Angelo Michele con un passaggio in panchina e H.C. Bolzano non ha commesso errori in avanti, usando la sua lunga distanza per buttare giù Nikita Boerkin dal ponte di diritto.

“Pensavo che ci fossimo dentro, e le scene non erano nemmeno male negli altri giochi”, ha detto Michaelie. “Abbiamo giocato due buoni periodi, c’è stata una recessione al terzo posto. È un hockey di alto livello e non puoi fare il turno, abbiamo preso un periodo di tempo. Abbiamo avuto un rigore, ci è costato”.

Era da poco passata la metà della partita, ma i kazaki passano in vantaggio e si danno un po’ di respiro con una doppietta al 2:28. Dopo una pressione costante in zona italiana, Alicn Achetov ha trovato Yegor Petuko aperto davanti e ha facilmente battuto un ampio Justin Pacio.

“I giocatori italiani non mi hanno nascosto bene, sul web era molto gratuito”, ha spiegato Petukov. “Alicon è passato e io ho segnato. Questo obiettivo non determina il gioco. C’era ancora molto tempo davanti a noi, quindi ho tenuto dentro le mie emozioni, ma ero così felice. “

Poi da posizione defilata, Yevgeny Rymarov è stato in grado di prendere l’angolo laterale vicino alla spalla sinistra di Pacio 3-1.

“Non avevo intenzione di tirare da lì, ma il portiere è caduto e ha fatto spazio al piano di sopra, quindi sono andato da lui e l’ho attaccato”, ha riso Rymarov.

“Sappiamo di avere giocatori forti e di talento, ma si sono difesi bene contro di noi”, ha detto l’allenatore kazako Yuri Mikhail. “Ma non appena abbiamo segnato il secondo e il terzo gol, le cose hanno iniziato ad andare meglio. Dopodiché, i ragazzi hanno iniziato a rilassarsi ea fare passaggi migliori e combinazioni migliori”.

Sotto di due reti, le azzurre erano in vantaggio di 5 a 5-3 nel secondo periodo e avevano bisogno di un gol per rientrare in partita. Si sono avvicinati, ma non sono riusciti a trovare il retro del web.

Le squadre si sono scambiate gol nel secondo minuto del terzo periodo. Nel power play, Starkenko ha buttato lontano Nikita Mikhailis per trasformare il suo terzo gol in due partite in un 4-1 Kazakistan, ma 22 secondi dopo Peter Hodsoftter ha messo un manrovescio su Bairkin e lo ha trasformato in due. Ripeti il ​​gioco del gol.

Ma il Kazakistan ha rotto l’apertura con tre gol a 3:34 per il 7-2. Prima è stato Walk con un altro gol in power-play, poi un paio di gol di Likotnikov, che ha mostrato la sua velocità e le mani gentili con un paio di buoni gol.

“Eravamo a terra fisicamente, eravamo stanchi, eravamo in ritardo”, ha detto il tecnico italiano Giorgio de Petin. “Dopo questi tre gol nel terzo periodo abbiamo mollato mentalmente. Dovevamo analizzare l’accaduto, ma il motivo principale era che alla fine eravamo fisicamente stanchi e non riuscivamo a stargli dietro”.

A quel punto, Pacio gentilmente si è schierato a favore di David Fathani e ha offerto al giovane un lavoro part-time. Ma i kazaki non hanno mostrato pietà per lui. Dopo che Betten ha segnato il terzo gol dell’Italia, Grill Banyukov, Starshenko, Viktor Svetberg e Yegor Shalapov hanno segnato con due uomini ciascuno. Nel terzo periodo, quattro degli otto gol del Kazakistan sono arrivati ​​in power play.

Di conseguenza, 11-3.

“Non eravamo entusiasti. Avrebbe potuto essere dopo la prima partita o dopo la partita contro la Finlandia. Ma vedi che la squadra viene sintonizzata in ogni partita. Continueremo a uscire e dare la nostra energia al gioco”, l’allenatore kazako Yuri Mikhail ha detto dopo la partita.

“L’umore della squadra è molto buono ora”, ha detto Rymerev. “Siamo contenti di ogni vittoria, ma le nostre emozioni sono sotto controllo perché il nostro lavoro non è finito. Affronteremo la prossima partita come tutti gli altri, giocheremo la nostra partita e proveremo a vincere”.

“Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile all’inizio e dopo aver giocato ieri”, ha detto Vaughn. “Abbiamo trovato un buon inizio, abbiamo trovato un po’ i nostri piedi e ce l’abbiamo fatta. È bello essere premiati ed è bello vedere alcuni ragazzi segnare gol. I ragazzi sono così divertenti. Siamo indietro, siamo qui con l’atteggiamento con cui entriamo in ogni partita per vincere”.

Con un grande punteggio, Starshenko ha anche stabilito un record personale per il campionato in corso con 5 punti (2 + 3) in base al numero di punti segnati in una partita. Dopo questa partita, il capitano della squadra kazaka con 7 (3 + 4) punti è stato uno dei primi tre punti con il danese Niklas Jensen e lo slovacco Peter Sehlarik.

Con le vittorie al tiro su Lettonia e Finlandia e la vittoria sulla Germania, le cose stanno andando bene per il Kazakistan mentre la nazione dell’Asia centrale guarda il suo primo quarto di finale ai Campionati del mondo “, scrive il sito web della Federazione internazionale di hockey su ghiaccio.

La vittoria sull’Italia ha permesso al Kazakistan di passare in vantaggio nel Gruppo B, ma solo per poche ore. Lunedì l’ultima partita è stata contro la Norvegia, che ha perso l’occasione di accedere ai playoff.

Tuttavia, ora la squadra kazaka ha stabilito un record. La squadra ha segnato più punti in questo torneo rispetto a tutto il tempo in cui ha partecipato ai Campionati Mondiali Elite dall’indipendenza.

Spero che anche questo post venga aggiornato presto.