Maggio 29, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il gruppo Golden Globes è diverso dalla pianificazione del profitto

Assn. stampa estera di Hollywood C’è disaccordo sull’opportunità di accettare una proposta dal CEO ad interim Todd Boehle che trasformerebbe il gruppo no-profit di giornalisti internazionali in un’impresa a scopo di lucro.

In un’e-mail ai membri di domenica, Luca Celada, un ex direttore del consiglio che rappresenta l’Italia, ha apertamente messo in dubbio il piano di Buhli.

Soprannominata una “acquisizione di società” e un’opera teatrale per la “proprietà intellettuale” del gruppo, Celada ha affermato che il piano renderebbe l’organizzazione no profit HFPA “una sussidiaria del portafoglio della sua azienda”, secondo un’e-mail ottenuta dal Times. “Questo progetto ha molto senso per Eldridge, ma niente per l’HFPA”.

All’inizio di questo mese, Boehly, presidente della società di private equity Eldridge Industries, società madre del produttore di lunga data Dick Clark Productions Globes, (ora MRC Live & Alternative) ha presentato il suo piano durante un’assemblea generale dei soci.

Secondo la sua proposta, Eldridge formerebbe una nuova società e acquisirà beni del Golden Globe sulla base di una “società di valutazione di terze parti indipendente”, secondo i punti del piano esaminati dal Times. Il ricavato sarà utilizzato per finanziare l’ala di beneficenza dell’HFPA.

Lo status di esenzione fiscale dell’associazione verrebbe sciolto e la nuova associazione darebbe ai membri “l’opportunità di condividere i suoi profitti, dando loro così una partecipazione al successo dei Globes”.

Oltre all’approvazione dei membri, il piano richiederà anche l’approvazione finale del procuratore generale della California.

Buhli, che è stato nominato CEO ad interim di HFPA lo scorso ottobre, è comproprietario dei Los Angeles Dodgers, Lakers e Sparks. Attualmente sta facendo offerte per la squadra di calcio della Premier League inglese, il Chelsea FC. La sua società Eldridge possiede anche partecipazioni in Beverly Hilton, sede dei Globes Awards di lunga data, nonché in pubblicazioni commerciali tra cui The Hollywood Reporter.

READ  AutoMatters & More: L'Agenzia per il Commercio Estero a SEMA e AAPEX 2021

Non è stato possibile raggiungere Buhli per un commento.

Nella sua e-mail, Celada lo ha suggerito La cessione del controllo della proprietà intellettuale del gruppo può “mettere in discussione l’obbligo legale fiduciario di agire nell’interesse dell’associazione”.

Inoltre, ha avvertito che la mossa potrebbe danneggiare ulteriormente la reputazione del gruppo come organo di voto, dicendo che potrebbe “trasformarci da membri indipendenti e votanti a dipendenti dell’azienda – questo è ciò che vedremo”.

“Come con qualsiasi organizzazione come l’HFPA, ci sarà sempre una sana discussione importante sui piani futuri e questo non è diverso nella storia dell’HFPA e non è diverso dall’andare avanti poiché l’HFPA contempla questi cambiamenti”, ha affermato James Lee, l’organizzazione direttore e portavoce.

Lee ha aggiunto che la proposta di Eldridge è ancora in fase di discussione e esame da parte del consiglio, oltre che di consulenti esterni, e ci sono diversi elementi che devono ancora essere finalizzati, inclusa l’idea di espandere i membri a 300.

L’e-mail di Celada ha suscitato risposte contrastanti da parte di altri membri, riflettendo divisioni all’interno dell’organizzazione e preoccupazioni per il suo futuro.

“Sono d’accordo con molto di quello che dici. Ma non dimentichiamo una cosa: la nostra resurrezione, con o senza Todd Buehle, sarebbe possibile solo se la NBC riportasse in onda i Globes. In caso contrario”, ha scritto Hans Spurkel di Germania: Succede, siamo condannati perché finiamo rapidamente i soldi e falliamo.

Il membro di lunga data Jenny Cooney dall’Australia ha risposto al thread secondo cui l’e-mail di Celada era “incendiaria” e “inappropriata o professionale… descrivendoci come disordinati, disorganizzati e incapaci di passare a un’organizzazione professionale”.

Ersi Dano dalla Grecia ha risposto: “Ma Luka è un membro legittimo con un interesse legittimo. Una preoccupazione che molti di noi hanno e dobbiamo affrontarla”.

READ  Beatrice Luigi Gomez organizza i soccorsi per Odette colpita a Cebu

Elisabeth Cereda, un membro che rappresenta l’Austria, ha sostenuto Bohle, scrivendo che dopo “anni di diminuzione delle opportunità di lavoro per i giornalisti…” L’Hollywood Association of Foreign Journalists aveva bisogno di un nuovo approccio, “su come dovrebbero apparire la nostra organizzazione e il nostro marchio nel futuro.”

Cerida ha definito il piano di Buhli una “proposta costruttiva”, ha criticato “e-mail disoneste e assecondare” gli altri e ha descritto Buhli come “un uomo che si è dimostrato qualcuno che fa crescere le imprese piuttosto che interromperle”.

I membri HFPA menzionati in questo thread di posta elettronica non hanno risposto alle richieste di commento.

La proposta di Boehly è l’ultimo tentativo di recupero per riportare l’HFPA nell’ovile di Hollywood. L’anno scorso, la NBC ha interrotto le trasmissioni dello spettacolo Globes 2022, un gruppo di potenti pubblicisti ha boicottato l’organizzazione e studi tra cui Netflix e Warner Media hanno interrotto i rapporti dopo che l’indagine del Times ha sollevato domande sui fallimenti morali e finanziari del gruppo e ha rivelato che nessuno dei membri degli 87 dell’epoca erano neri.

Da allora, l’HFPA senza scopo di lucro ha attuato una serie di riforme, tra cui la creazione di nuovi regolamenti, il divieto di doni e l’aggiunta di 21 nuovi membri, sei dei quali sono neri.

L’HFPA non ha ancora annunciato quando il gruppo voterà sulla proposta di Boehly.