Dicembre 7, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il governo spagnolo sente il caldo mentre la ripresa economica è in ritardo

emesso in:

Madrid (AFP) – Il primo ministro spagnolo di sinistra Pedro Sanchez ha iniziato l’anno con prospettive economiche rialziste. Mesi dopo, affronta proteste, scioperi e una forte opposizione mentre la ripresa dalla recessione della pandemia segue altri paesi europei.

È sparito l’ottimismo emerso all’inizio di quest’anno quando Sanchez ha previsto un forte ritorno nel 2021 per la quarta economia dell’eurozona.

Da allora, il paese ha dovuto affrontare un rallentamento dei consumi, l’aumento dei prezzi dell’energia e una crescita debole.

“A poco a poco, il clima sta cambiando e le nuvole si addensano”, ha detto Rafael Pampion, economista della CEU-San Pablo University.

La rabbia per lo stato dell’economia si sta riversando nelle strade.

Centinaia di automobilisti hanno protestato lunedì a Madrid per attirare l’attenzione sui problemi del settore, mentre nella città meridionale di Cadice i metalmeccanici hanno iniziato uno sciopero da metà novembre per chiedere un aumento salariale.

Con l’avvicinarsi del Natale, i camionisti hanno minacciato di scioperare per protestare contro gli alti prezzi del carburante.

Il governo inizialmente si aspettava che l’economia si espandesse del 9,8% nel 2021, uno dei numeri più alti della zona euro.

Ma ad aprile ha abbassato le sue previsioni al 6,5 percento, poiché la Spagna ha colpito una terza ondata di infezioni da COVID-19. Tuttavia, la maggior parte degli economisti ritiene che la crescita non supererà il 5,0 per cento quest’anno.

Nelle ultime settimane, i dati deludenti sui consumi e sugli investimenti delle famiglie hanno smorzato le prospettive economiche per la Spagna.

I dati rivisti mostrano una crescita del PIL di appena l’1,1% durante il secondo trimestre, meno della metà della previsione iniziale del 2,8%.

READ  Fare affari in Francia - Sfide di investimento e opportunità commerciali nella terza economia dell'UE - Francia | gruppo legale globale

La crescita è stata solo del 2,0 percento nel terzo trimestre, invece del 2,7 percento.

“In termini assoluti, non è male, ma possiamo aspettarci di meglio”, ha affermato Pedro Aznar, professore alla ESADE Business School in Spagna.

Ha osservato che l’economia spagnola dipendente dal turismo si è contratta del 10,8 per cento nel 2020, uno dei peggiori risultati tra i paesi industrializzati, quindi aveva “molto spazio per crescere”.

Chiusure di fabbrica

Mentre il PIL della Spagna rimane del 6,6 percento al di sotto dei livelli pre-pandemia, l’Italia ha ridotto il divario all’1,4 percento, la Germania all’1,1 percento e la Francia ad appena lo 0,1 percento.

Gli analisti accusano l’aumento dei costi energetici, le interruzioni della catena di approvvigionamento e l’eccessiva dipendenza dal turismo per il rallentamento della crescita in Spagna.

I prezzi dell’energia sono aumentati in tutta Europa, ha detto Aznar, ma l’impatto è stato particolarmente intenso in Spagna, dove dipende fortemente dalle importazioni di energia, e l’aumento dei prezzi del gas e dell’elettricità ha “danneggiato i consumi”.

Anche i prezzi più alti dell’energia hanno contribuito in modo significativo all’inflazione, che ha raggiunto il 5,4% in ottobre, il livello più alto in 29 anni.

Pampion ha affermato che i problemi della catena di approvvigionamento globale hanno inferto un duro colpo alla principale industria automobilistica spagnola, che rappresenta l’11% della produzione economica.

“Ciò ha portato alla chiusura di molte fabbriche”, ha aggiunto.

Prima dello scoppio della pandemia nella primavera del 2020, la Spagna era la seconda destinazione turistica più popolare al mondo dopo la Francia.

Il governo ha detto che spera di attirare circa 45 milioni di visite turistiche quest’anno, quasi la metà della cifra per il 2019.

READ  Sei nuovi colleghi senior si uniscono a Jackson

Ma alla fine di settembre ha ricevuto solo 20 milioni, poiché le persone continuano a limitare i viaggi a causa della pandemia.

“Troppo ottimista”

“Il governo è stato eccessivamente ottimista”, ha detto Pampion, aggiungendo che anche la Spagna è stata lenta nell’usare i soldi del Fondo per la ripresa economica dell’Unione europea.

E uno dei principali beneficiari del fondo, la Spagna riceverà 140 miliardi di euro (157 miliardi di dollari) in sovvenzioni e prestiti.

Aznar ha affermato che il rallentamento della crescita economica “indebolirebbe” le prospettive di bilancio del governo e forse “creerebbe un problema con Bruxelles”, che fa rispettare le regole sul deficit dell’UE.

Pablo Casado, il leader del principale partito popolare conservatore di opposizione che attualmente guida i sondaggi, ha accusato Sanchez di “inefficienza” economica durante un dibattito in Parlamento all’inizio di questo mese.

Ha chiesto riforme strutturali per tagliare le tasse, rendere il mercato del lavoro più flessibile e “ridurre la burocrazia e gli sprechi”.

Sanchez si è detto “fiducioso” sulle prospettive economiche del Paese.

“La Spagna sta andando meglio e prometto che l’anno prossimo saremo migliori di oggi”, ha detto di recente.