Luglio 1, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il giudice respinge la causa di Donald Trump contro Leticia James, consentendo la continuazione delle indagini commerciali a New York

In una sentenza di 43 pagine, il giudice distrettuale degli Stati Uniti Brenda Sanz ha scritto che la giurisprudenza impedisce ai giudici federali di interferire con le indagini in tutto lo stato, con eccezioni limitate, e che non c’erano prove a sostegno dell’affermazione del repubblicano secondo cui James, un democratico, si stava comportando male fede perché le loro diverse opinioni politiche.

La causa di Donald Trump contro il procuratore generale di New York è stata archiviata. (AFP)

Sans ha scritto che le dichiarazioni pubbliche di James su Trump “chiaro che differisce nettamente dalle opinioni politiche di Trump”, ma Trump e i suoi avvocati non sono riusciti a stabilire alcun collegamento tra le sue opinioni e il modo in cui sono proseguite le indagini.

“Il fatto che le dichiarazioni pubbliche di (James) riflettano l’ostilità personale e/o politica verso (Trump) non è sufficiente di per sé”, ha scritto Sanez.

James ha dichiarato la sentenza di venerdì una “grande vittoria” su una causa “frivola”. La decisione di Sanes è arrivata il giorno dopo che una corte d’appello di New York ha stabilito che Trump deve rispondere alle domande sotto giuramento nell’indagine di James, confermando una sentenza del tribunale di grado inferiore che gli imponeva di sedersi per le dichiarazioni.

“Di volta in volta, i tribunali hanno chiarito che le sfide legali infondate di Donald J. Trump non possono fermare le nostre indagini legali sui suoi rapporti finanziari e su quelli dell’Organizzazione Trump”, ha affermato James in una dichiarazione scritta.

Nessuno in questo paese può scegliere come applicare la legge e Donald Trump non fa eccezione. Come abbiamo sempre detto, continueremo questa indagine senza controlli”.

Donald Trump sta lottando con gli investigatori dell'ufficio del procuratore generale di New York per impedire che i suoi affari vengano esaminati.
Donald Trump sta lottando con gli investigatori dell’ufficio del procuratore generale di New York per impedire che i suoi affari vengano esaminati. (AFP)

L’avvocato di Trump, Alina Hobba, ha messo in dubbio la giustificazione di Sanes per aver archiviato la causa – citando il precedente legale coinvolto – e ha detto che avrebbe portato la questione alla seconda Corte d’Appello degli Stati Uniti.

“Non c’è dubbio che faremo ricorso contro questa decisione”, ha detto Habiba.

“Se il comportamento egregio della signora James e l’indagine sulle molestie non soddisfano l’eccezione in malafede alla dottrina dell’astinenza più giovane, allora non riesco a immaginare uno scenario che lo farebbe”.

Trump ha citato in giudizio James a dicembre, ricorrendo a una strategia di contenzioso familiare ma raramente riuscita per cercare di porre fine all’indagine triennale, che secondo James ha scoperto prove che la società Trump ha calcolato male il valore di beni come grattacieli e stadi. dichiarazioni per ulteriori informazioni. di tenere.

Trump ha intentato causa dopo che James ha emesso citazioni in giudizio per lui e i suoi due figli maggiori, Ivanka e Donald Jr., per testimoniare nelle indagini di James.

Trump ha richiesto un’ingiunzione che impedisse a James di indagare su di lui e le impedisse di essere coinvolta in qualsiasi indagine “civile o penale” che coinvolga lui e la sua azienda, come un’indagine penale parallela guidata dal procuratore distrettuale di Manhattan Alvin Bragg. Sebbene l’indagine civile sia separata, l’ufficio di James è stato coinvolto in entrambi. Trump voleva anche che il giudice affermasse che James aveva violato il suo diritto alla libertà di parola e ai diritti del giusto processo.

Un giudice ha stabilito che l'indagine di Letitia James su Donald Trump è legittima nonostante le sue tendenze politiche.
Un giudice ha stabilito che l’indagine di Letitia James su Donald Trump è legittima nonostante le sue tendenze politiche. (AFP)

“Siamo seduti con le mani legate. Stiamo semplicemente schivando le citazioni in giudizio a questo punto”, ha detto Heba in un’audizione il 13 maggio.

Trump ha a lungo affermato che le indagini di New York fanno parte di una “caccia alle streghe” motivata politicamente e nella causa i suoi avvocati hanno affermato che James ha violato i suoi diritti costituzionali in un “tentativo dissimulato di danneggiare pubblicamente Trump e i suoi associati”.

La causa ha descritto James come “disprezzo personale” per Trump, citando diverse dichiarazioni che ha fatto su di lui, inclusa la vantarsi che il suo ufficio ha citato in giudizio la sua amministrazione 76 volte e tweet durante la sua campagna del 2018 che aveva i suoi “occhi sulla Trump Tower. E che Trump “stava esaurendo il tempo”.

L’ufficio di James ha risposto che la causa era un “attacco laterale” alle sue indagini e una “completa inversione di tendenza” dopo che Trump aveva precedentemente accettato di consegnare le dichiarazioni dei redditi 2014-2019 al suo ufficio e la sua azienda ha presentato più di 900.000 documenti e testimonianze di più di una dozzina di dipendenti attuali ed ex.

Foto: giubilo e furia mentre gli Stati Uniti danno il benvenuto al nuovo presidente

L’ufficio di James ha affermato che Trump e la sua compagnia non hanno mai contestato la base legale per l’indagine o l’ufficio del procuratore generale per condurre l’indagine fino a quando il suo ufficio non ha emesso una citazione per testimoniare.

L’ufficio di James ha iniziato a indagare su Trump nel 2019 dopo che il suo ex avvocato personale Michael Cohen ha detto al Congresso che Trump aveva una storia di travisamento del valore dei beni per ottenere condizioni di prestito favorevoli e vantaggi fiscali.

Michael Cohen, l'avvocato personale di Donald Trump, ha accusato l'ex presidente di cattiva condotta.
Michael Cohen, l’avvocato personale di Donald Trump, ha accusato l’ex presidente di cattiva condotta. (AFP)

In un’udienza del 13 maggio che ha portato alla decisione di Sanz venerdì, l’avvocato dell’ufficio di James ha affermato che l’indagine si stava avvicinando alla conclusione e che le prove in essa contenute potrebbero supportare un’azione legale contro l’ex presidente, la sua azienda o entrambi.

“C’è chiaramente una quantità significativa di prove raccolte che potrebbero supportare la presentazione di un caso esecutivo”, ha affermato l’avvocato Andrew Amer, sebbene non sia stata presa una decisione definitiva sull’adozione di tale misura.

Tutto ciò, ha detto Aamer, “chiude davvero la porta di fronte a qualsiasi argomento” dell’avvocato di Trump secondo cui l’ufficio di James sta operando in malafede.

READ  Il Commonwealth conclude il vertice con un invito all'azione sui cambiamenti climatici e il commercio