Giugno 13, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il giorno in cui l’Arca di Darwin è crollata

È la fine dell’icona. Nelle isole Galapagos è crollato l’arco di Darwin, una struttura naturale alta 15 metri. L’annuncio è stato dato il 17 maggio dal ministero dell’Ambiente ecuadoriano.

Questo ponte si trova ” A meno di un chilometro dall’isola principale di Darwin, il punto più settentrionale dell’arcipelago »Dalle Isole Galapagos, al largo della costa dell’Ecuador, era un luogo simbolo per la storia della bandiera ma divenne anche un’attrazione turistica oltre che un ottimo sito di immersioni, soprattutto per la ricchezza della fauna marina della zona – pesce , tartarughe, mante o squali balena.

Newsletter Scienza e concorrenza

Ricevono tutte le notizie scientifiche tre volte a settimana

Questo arco prende il nome dall’isola a cui doveva essere collegato in passato in riferimento al famoso naturalista inglese Charles Darwin. Durante il suo viaggio a bordo della HMS Beagle, Darwin, che era un giovane studente, aveva fatto scalo alle Isole Galapagos nel 1835 per poco più di un mese. Quindi scopri la meravigliosa tartaruga gigante e l’iguana marina e nota alcuni uccelli. ” Durante la mia carriera, mi sono imbattuto in due gigantesche tartarughe, ognuna delle quali deve pesare almeno 200 libbre; Mangia un pezzo di aloe vera. Quando mi sono avvicinato a lei, mi ha guardato attentamente e poi si è voltata lentamente dall’altra parte; L’altro emise un forte fischio e tirò indietro la testa sotto il guscio. Circondati da lava nera, arbusti spogli e cactus colossali, questi enormi rettili mi sembravano veri animali prima dell’alluvione. I pochi uccelli di colore scuro che ho incontrato qui sembrano non preoccuparsi più delle tartarughe più grandi. “Possiamo leggere da Darwin dei paesaggi dell’epoca, del viaggio del naturalista intorno al mondo, il racconto del suo viaggio tra il 1831 e il 1836 a bordo di un Beagle. Questo viaggio sarà cruciale per tutte le teorie che svilupperà in seguito.

Pertanto, rimangono solo i due pilastri dell’arco di Darwin, che d’ora in poi continuerà a confrontarsi con l’Oceano Pacifico e la naturale erosione del tempo. Questi sono ora i nuovi pilastri di Darwin. Questo processo geologico ci ricorda che gli esseri viventi così come i minerali sono in continua evoluzione.