Settembre 25, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il Fondo Monetario Internazionale ha creato 650 miliardi di dollari in denaro gratuito: può porre fine all’epidemia

L’amministratore delegato del Fondo monetario internazionale, Kristalina Georgieva, lo ha definito un “colpo nel braccio dell’economia globale in un momento di crisi finanziaria” e che dovrebbe “aiutare i paesi particolarmente vulnerabili che lottano per affrontare l’impatto del Covid-19”. ‘.

Fin qui tutto bene. Georgieva e i suoi colleghi del Fondo monetario internazionale hanno fatto il lavoro pesante. Hanno convinto le economie più ricche e i maggiori contribuenti del Fondo monetario internazionale a sospendere il loro supernazionalismo ea contribuire a un progetto comune: una scialuppa di salvataggio per l’economia internazionale.

Non importa quanto sia egoistico sostenere lo schema di denaro gratuito da $ 650 miliardi, la maggior parte dei Tesori occidentali ha pessimisti residenti che cercano avidamente motivi per trattenere i pagamenti per qualcosa che assomigli al bene pubblico e, peggio ancora, un bene pubblico “estraneo”.

L’anno scorso, i pessimisti si sono radunati attorno a Donald Trump L’asta della bandiera placcata in oro saluta ogni tentativo di cooperazione internazionale razionale. Sono stati entusiasticamente motivati ​​dalla problematica leadership saudita del G-20 (le 20 maggiori economie del mondo) che ha visto l’organizzazione al suo punto più debole in un decennio.

È stato il meglio che i più ricchi del mondo potessero gestire mentre la pandemia dilaniava le economie in via di sviluppo offrendo di sospendere il pagamento degli interessi, per soli sei mesi, ai paesi fortemente indebitati. Hanno timidamente suggerito che i creditori commerciali seguissero l’esempio. Non l’hanno fatto, e invece hanno suggerito che i paesi che avrebbero accettato l’offerta del G20 avrebbero visto calare il loro rating creditizio.

Non c’è stato alcuno sforzo serio per affrontare le disparità globali nella salute pubblica e nella distribuzione dei vaccini, per non parlare delle crisi finanziarie sistemiche che molte economie in Africa, Asia e America Latina stanno affrontando.

READ  LML è pronto per il ritorno entrando nello spazio delle due ruote elettriche - The New Indian Express

Sotto il presidente Joe Biden e il segretario al Tesoro Janet Yellen, quell’umore è cambiato. In una certa misura. Gran parte del meccanismo internazionale è ancora in declino. Il resto scricchiola decisamente.

Biden e Yellen hanno dato il via libera al Fondo monetario internazionale da $ 650 miliardi Bonanza ma si sono fermati lì.

Ora le domande più grandi sono politiche: chi ottiene i soldi e cosa ne fanno? Per chi ha, bisogna dare di più è la norma in vigore nel sistema internazionale.

I paesi ad alto reddito, a causa delle dimensioni delle loro quote nel FMI, riceveranno il 58% dei 650 miliardi di dollari in denaro gratuito: i paesi più ricchi del Gruppo dei Sette riceveranno il 44%; La Cina ottiene il 6%. Circa 70 paesi a basso reddito con una popolazione totale di 1,2 miliardi otterrebbero solo il 3,2%.

Questo non deve essere sulla pietra.

I paesi ad alto reddito possono riassegnare la loro quota di riserve di DSP, di cui non hanno bisogno, a quei paesi le cui economie sono state devastate dalla pandemia. Oltre il 55% dei paesi a basso reddito è già in difficoltà debitoria o sta intervenendo in quella regione.

Il Fondo Monetario Internazionale ha spiegato come potrebbe causare l’epidemia Ferite a lungo termine per le prospettive di sviluppo di quei Paesi. Per evitare ciò, afferma il fondo, questi paesi avrebbero raccolto circa 500 miliardi di dollari nei prossimi tre anni.

Ciò includerebbe circa $ 200 miliardi di spesa sanitaria pubblica per contenere e quindi eliminare l’epidemia. E altri 250-350 miliardi di dollari di investimenti in energia, trasporti, tecnologia digitale e verde. Questa non è una contabilità di fantasia: i soldi rimarranno nelle banche centrali delle economie più ricche del mondo entro la fine di questo mese.

READ  La finale di Euro 2020 aumenta i timori per il virus mentre le nazioni combattono l'escalation del coronavirus

Gran parte di questi guadagni inaspettati per i più ricchi potrebbero essere trasferiti ai paesi più colpiti attraverso un pacchetto di condono del debito, prestiti a basso interesse e sovvenzioni. Non sarà un prestigioso atto filantropico ma un tentativo costruttivo di far ripartire l’economia globale. Le economie ricche saranno le principali beneficiarie del potenziamento del commercio globale e delle relative entrate fiscali.

Questo trasferimento di fondi ufficiali stimolerebbe gli investimenti commerciali nazionali e internazionali nei paesi più colpiti e aprirebbe prospettive di trasformazione economica.

La maggior parte di questi pensieri scorreva attraverso i petti in arrivo dei consiglieri economici del G-20, mentre i loro vertici, ora presieduti dall’Italia, segnalano saggiamente la necessità di agire, ma restano a guardare.

A giugno, i paesi del Gruppo dei Sette hanno concordato un piano per trasferire 100 miliardi di dollari dai guadagni inaspettati dell’SDR ai paesi più colpiti. Settimane dopo, il G-20 non è riuscito a mettersi d’accordo su come avrebbe funzionato. Ora, i popoli dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina, la stragrande maggioranza dei quali non sono vaccinati, stanno affrontando un’altra ondata di epidemia e diversi tipi di virus.

Questo dibattito su come il denaro del FMI viene utilizzato dal denaro DSP non scomparirà. Né dovrebbe, finché non saremo d’accordo su un modo per salvare milioni di vite e aumentare le prospettive economiche di altre centinaia di milioni.

Un progetto di chiarezza abbagliante e logica impeccabile è pronto per partire nel frattempo. È un piano da 50 miliardi di dollari completamente commissionato per vaccinare il 40% delle persone in tutti i paesi entro la fine di quest’anno e almeno il 60% entro luglio 2022. Le cifre sono state analizzate dal capo economista del FMI Gita Gopinath e dal collega Rushir Agarwal.

READ  Il mercato globale delle condutture e delle operazioni dovrebbe raggiungere il dollaro USA

Il piano di Gopinath e Agarwal, pienamente approvato dal capo del FMI GeorgievaÈ la migliore occasione per contenere l’epidemia e rivitalizzare l’economia internazionale. Stimano che il progetto genererà $ 9 trilioni di benefici economici cumulativi entro la fine del 2025.

Come sottolinea Georgieva, questo è un rapporto investimento/rendimento di 180 a uno. Anche immunizzati dalla polvere marciante boliviana, gli operatori finanziari non osano sognare tali profitti.

Quindi ecco una modesta proposta.

I governi di Africa, Asia e America Latina, attraverso le loro organizzazioni collettive, dovrebbero invitare immediatamente le Nazioni Unite a un vertice per concordare come stanziare $ 50 miliardi dei $ 650 miliardi totali in diritti speciali di prelievo per finanziare questo progetto globale di vaccino.

Non dovrebbero essere necessarie imprese retoriche per convincere i contatori di fagioli del G-20 a vedere i benefici per le loro casse. Per il resto del sistema internazionale, aprirebbe una porta. L’Organizzazione mondiale della sanità, l’Organizzazione mondiale del commercio e la Banca mondiale lo hanno già sostenuto in linea di principio.

Il punto ora è supportarlo nella pratica.