Agosto 15, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il Dipartimento Risorse Umane di Garrison brilla e vince il primo premio per due anni consecutivi | Articolo – Merce







VICENZA, ITALIA – Giulio Rigodanzo, Coordinatore Fitting Care, e Cpl. Conor Seward, 207th Military Intelligence, esamina alcuni documenti presso la Central Processing Facility (CPF) il 13 gennaio 2022. Durante la pandemia, la formazione del Total Army Welfare Program ha certificato più di 300 sponsor per assistere soldati, dipendenti pubblici e le loro famiglie durante il pandemia. transizione. “Durante la pandemia, abbiamo riscoperto l’importanza di avere uno sponsor retrò che fa il possibile per aiutare i nuovi arrivati ​​​​a iniziare il loro viaggio”, ha detto Rigodanzo.

CPF è sotto la gestione del team di gestione delle risorse umane (DHR) dell’esercito americano. L’USAG Italia DHR supervisiona tutto, dai passaporti ai servizi postali. Di recente, è stato premiato per il secondo anno consecutivo con “Excellence in DHR-Medium Garrison Award” dalla leadership del dipartimento di installazione.
(Fonte immagine: Laura Kreider)


Visualizza originale

VICENZA, ITALIA – Per il secondo anno consecutivo, il Dipartimento Risorse Umane dell’US Army Garrison in Italia ha ricevuto il “DHR-Medium Garrison Excellence Award” dal Comando del Dipartimento di Installazione. La direzione è stata informata alcuni mesi fa della loro vittoria.

Il premio IMCOM viene assegnato in riconoscimento dell’eccezionale impegno nelle risorse umane delle guarnigioni che supportano un’iniziativa di cultura del servizio di leadership e diventano un’organizzazione più innovativa ed efficiente.

“Sono rimasta stupita dal fatto che siamo stati scelti due anni di seguito per questo prestigioso premio”, ha affermato Monica Bunch, Direttore delle risorse umane di Garrison. “È un riflesso di quanto bene si sia dimostrata la mia squadra”.




La Direzione Risorse Umane ha brillato nel presidio e ha vinto il primo premio per due anni consecutivi



VICENZA, ITALIA – Beatrice Gentile, ufficio elaborazione, a sinistra, aiuta un cliente presso la struttura centrale di elaborazione (CPF) il 13 gennaio 2022.

Durante la pandemia, il CPF ha stabilito e semplificato le procedure di installazione predefinite in corso per tutti i soldati in arrivo, i civili del procuratore distrettuale e gli appaltatori con un totale di 1.487 persone in processo, 1.177 persone trattate, fornendo un servizio di carta d’identità a 9.629 membri della comunità e assistendo 5.964 clienti in Operazione Soggiorno.

CPF è sotto la gestione del team di gestione delle risorse umane (DHR) dell’esercito americano. L’USAG Italia DHR supervisiona tutto, dai passaporti ai servizi postali. Recentemente, è stato premiato per il secondo anno consecutivo con “Excellence in DHR-Medium Garrison Award” dalla Direzione del Dipartimento di Installazione.
(Fonte immagine: Laura Kreider)


Visualizza originale

Le aree di valutazione includevano i risultati chiave del programma, comprese le caratteristiche del servizio clienti, le procedure innovative, la condivisione delle informazioni e le iniziative emergenti; La dimostrazione di competenza tecnica nelle risorse umane ha seguito gli importanti punti salienti delle valutazioni della Garrison.

Il team DHR di USAG Italia supervisiona tutto, dai passaporti ai servizi postali. Elaborano le procedure del personale e una varietà di altri documenti importanti. Assistono la leadership nel reclutamento e nella gestione del personale. Bunch ha affermato che il team è costantemente impegnato a migliorare attraverso l’innovazione e un’attenta gestione delle sue risorse limitate.

“Ciò è stato particolarmente evidente nella nostra risposta al COVID-19, quando siamo stati tra i primi presidi a essere colpiti e hanno sviluppato e implementato mitigazioni chiave che ci hanno permesso di continuare a svolgere la missione proteggendo i nostri dipendenti e clienti”, ha affermato.

Come parte dei principali risultati del programma, la Divisione delle risorse umane ha ampliato l’erogazione dei servizi durante il COVID-19 e ha insegnato alla Small Business Administration come creare e offrire virtualmente i primi corsi Boot to Business, ora un evento nazionale frequente per i dipendenti stranieri. Il personale dei servizi del personale militare ha completato più di 2.100 diversi tipi di azioni o ordini nell’ultimo anno, inviando circa 16.000 telefonate ed e-mail da membri della comunità militare locale.

Durante la pandemia, hanno anche creato e semplificato la procedura di installazione predefinita in corso per tutti i soldati in arrivo, i civili del procuratore distrettuale e gli appaltatori con un totale di 1.487 persone in lavorazione, 1.177 persone elaborate, fornendo un servizio di carta d’identità a 9.629 membri della comunità e assistendo 5.964 clienti in il processo Soggiorno.

“Sono così orgoglioso del mio team e di come ogni giorno faccia di tutto per prendersi cura della nostra comunità”, ha detto Bunch.




La Direzione Risorse Umane ha brillato nel presidio e ha vinto il primo premio per due anni consecutivi



VICENZA, ITALIA – Laura Dalla Vecchia, Ufficio Soggiorno, a destra, aiuta i nuovi arrivati ​​con le scartoffie presso la Central Processing Facility (CPF) 13 gennaio 2022. Nell’ambito del team di gestione delle risorse umane USAG in Italia, durante la pandemia, CPF 5964 ha aiutato un cliente nel processo di Soggiorno.

CPF è sotto la gestione del team di gestione delle risorse umane (DHR) dell’esercito americano. L’USAG Italia DHR supervisiona tutto, dai passaporti ai servizi postali. Di recente, è stato premiato per il secondo anno consecutivo con “Excellence in DHR-Medium Garrison Award” dalla leadership del dipartimento di installazione.
(Fonte immagine: Laura Kreider)


Visualizza originale

In mezzo a questa pandemia, un programma di gestione delle risorse umane ha contribuito a preparare gli sponsor a fornire cure adeguate ai nuovi arrivati ​​e alle loro famiglie. Giulio Rigodanzo, coordinatore dell’assistenza all’installazione, ha guidato il programma di assistenza completo dell’esercito, che gli ha dato l’opportunità di trovare soluzioni per mitigare i problemi con il processo PCS. Weekly Shepherd Training ha accreditato più di 300 pastori per assistere soldati, dipendenti pubblici e le loro famiglie durante la transizione.

“Durante la pandemia, abbiamo riscoperto l’importanza di avere uno sponsor retrò che fa il possibile per aiutare i nuovi arrivati ​​​​a iniziare il loro viaggio”, ha detto Rigodanzo.

Anche Michela Martinello, USAG Italy Central Processing Facility Manager, ha visto in prima persona la capacità di adattamento del team DHR. Ha detto che il team CPF era flessibile e flessibile, per mantenere i servizi.

“All’inizio dell’epidemia, quando i nuovi arrivati ​​sono stati costretti alla quarantena, il CPF ha messo in atto un ipotetico metodo, affinché non perdano 14 giorni e possano nel frattempo assistere a tutte le note obbligatorie durante la lavorazione, assicurandosi che siano pronto subito dopo essere uscito dalla quarantena”.

CPF è un carrello di benvenuto per i nuovi arrivati, che fornisce le informazioni e la guida di cui hanno bisogno non appena arrivano.

“Dico sempre che siamo il biglietto da visita della guarnigione”, ha detto Martinello. “Stiamo tutti cercando di fare del nostro meglio”.

READ  L'Italia apre cautamente i battenti nella speranza di una ripresa economica