Settembre 29, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti chiede il rilascio del mandato di perquisizione domiciliare di Trump

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha chiesto alla corte di rilasciare un mandato di perquisizione ricevuto dall’FBI prima di esaminare la proprietà dell’ex presidente in Florida Donald TrumpLo ha detto il procuratore generale Merrick Garland.

Garland ha notato “un significativo interesse pubblico in questa materia” nell’annunciare la richiesta in una conferenza stampa del Dipartimento di Giustizia programmata frettolosamente giovedì (venerdì AEST).

Garland ha anche affermato di aver approvato personalmente il mandato di perquisizione, che faceva parte delle indagini in corso del Dipartimento di Giustizia sulla scoperta di documenti riservati della Casa Bianca recuperati dalla casa di Trump a Mar-a-Lago a Palm Beach, in Florida, all’inizio di quest’anno.

La polizia dirige il traffico fuori dall’ingresso della proprietà Mar-a-Lago dell’ex presidente Donald Trump durante il raid. (AFP)

Non è stato subito chiaro se e quando sarebbe stata accolta la richiesta di revoca del sigillo depositata presso il tribunale federale di Miami, o quando i documenti avrebbero potuto essere rilasciati.

La ricerca dell’FBI a Mar-a-Lago questa settimana è arrivata mesi dopo che gli investigatori federali hanno presentato una precedente citazione a un gran giurì e hanno ritirato documenti sensibili sulla sicurezza nazionale dalla proprietà dell’ex presidente Donald Trump durante un incontro a giugno, hanno detto persone che hanno familiarità con la questione. CNN.

Una persona a conoscenza della questione ha detto che gli investigatori hanno effettuato la ricerca lunedì in parte perché hanno sviluppato prove, incluso da almeno un testimone, che probabilmente c’erano documenti riservati ancora in sospeso a Palm Beach, in Florida.

Hanno aggiunto che l’Archivio nazionale ha disposto il recupero di 15 scatole di documenti che contenevano informazioni classificate a gennaio.

La CNN ha riferito all’inizio di questa settimana che le autorità ritengono anche che i documenti rimasti a Mar-a-Lago abbiano implicazioni per la sicurezza nazionale.

L’ex presidente Donald Trump saluta mentre lascia la Trump Tower, mercoledì 10 agosto 2022, a New York, diretto all’ufficio del procuratore generale di New York per essere depositato in un’indagine civile. (Stampa Associata/Julia Nichinson) (AFP)

La citazione emessa prima della riunione di giugno, durante la quale agli investigatori è stato mostrato dove erano conservati i documenti in una stanza nel seminterrato della residenza di Trump e del club privato, mostra come l’indagine si sia intensificata e suggerisce che le discussioni siano diventate conflittuali molto prima della perquisizione di lunedì.

L’indagine penale è iniziata con le preoccupazioni per i documenti mancanti sollevate dall’Archivio nazionale, che ha deferito il procedimento penale al Ministero della giustizia.

Ciò ha portato l’FBI a intervistare gli assistenti sulle citazioni in giudizio per una ricerca del gran giurì e il sequestro di documenti autorizzati dal tribunale questa settimana.

Trump e i suoi avvocati hanno cercato di presentare le loro interazioni con gli avvocati del Dipartimento di Giustizia come collaborative e la ricerca è stata scioccante. La citazione è stata segnalata per la prima volta in precedenza Solo notizie.
NEWSETTIMANA e il Il giornale di Wall Street In precedenza ha riferito che la ricerca della residenza di Trump a Mar-a-Lago è stata sollecitata da un consiglio agli investigatori sulla possibilità di ulteriori documenti classificati.

In risposta alle domande sulla citazione del gran giurì, il portavoce di Trump Taylor Bowdwich ha dichiarato in una dichiarazione alla CNN: “Il raid senza precedenti e totalmente inutile nella casa del presidente Trump non è stato altro che l’ultimo e più grave atto ostile dell’amministrazione Biden, il cui dipartimento è responsabile della giustizia.” Era armato per molestare il presidente Trump, i suoi sostenitori e il suo staff”.

Gli agenti dei servizi segreti armati si trovano fuori dall'ingresso della casa dell'ex presidente Donald Trump a Mar-a-Lago
Gli agenti dei servizi segreti armati si trovano fuori dalla proprietà di Mar-a-Lago. (AFP)

All’inizio di questa primavera, gli investigatori federali hanno iniziato a intervistare i membri dello staff di Trump a Mar-a-Lago e gli ex funzionari della Casa Bianca coinvolti nel trasporto di documenti dall’ala ovest alla sua residenza di Palm Beach alla fine della sua presidenza, secondo tre persone che hanno familiarità con la questione . con quelle interviste

Oltre alla citazione del gran giurì per i documenti, la CNN ha precedentemente riferito che gli investigatori federali hanno presentato separatamente una citazione per video di sorveglianza a Mar-a-Lago, cercando di raccogliere informazioni su chi aveva accesso alle aree in cui erano archiviati i documenti, secondo le persone informato sull’articolo.

La citazione è arrivata alla Trump Organization, la società dell’ex presidente che gestisce la proprietà di Palm Beach, dopo l’incontro di giugno.

La CNN ha precedentemente riferito che gli investigatori federali hanno visitato Mar-a-Lago a giugno per discutere i documenti della Casa Bianca che ritengono siano ancora detenuti nella tenuta di Palm Beach con l’ex presidente e il suo avvocato.

Trump era presente all’inizio dell’incontro per salutare gli inquirenti, ma non si è fermato a rispondere alle domande.

Nancy Pelosi firma un articolo di impeachment

Le votazioni per mettere sotto accusa Donald Trump per iscritto sono terminate

Durante l’incontro, gli avvocati di Trump hanno mostrato documenti agli investigatori, alcuni con etichette che indicavano che erano stati classificati.

Ai clienti è stata affidata la custodia di documenti contrassegnati come top secret o superiori, secondo una persona a conoscenza della questione.

READ  I primi ministri australiani si offrono di rimpatriare i rifugiati ucraini