Agosto 6, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il controverso piano del carbonio dell’Europa potrebbe essere un punto di svolta globale

Essendo il più grande blocco commerciale del mondo, l’Unione Europea esercita la sua forza gravitazionale sulle regole del commercio globale e ha già il sostegno in linea di principio di altri paesi.

I dettagli più fini saranno negoziati nella visione di due anni mentre le potenze industriali del blocco e i 27 Stati membri elaboreranno esattamente come ottenere la riduzione del 55%, quindi l’eventuale politica potrebbe negare alcuni degli obiettivi più sottili.

Caricamento in corso

Nonostante la Brexit, la Gran Bretagna dovrebbe adottare misure per consentirle di integrarsi con l’Unione europea nel commercio. Su un nuovo sito web dedicato alla spiegazione della tariffa, l’Unione Europea rileva che Giappone e Canada hanno già annunciato il loro interesse per schemi simili.

Un funzionario della Casa Bianca ha detto che stava “riesaminando” le proposte della Commissione europea e ha accolto con favore l’idea di una tassa sul tetto del carbonio, e dopo l’annuncio i Democratici del Congresso hanno fatto un primo passo verso una tassa simile, New York Times È stato segnalato.

L’ex direttore generale dell’Organizzazione mondiale del commercio, Pascal Lamy, uno dei principali artefici della proposta di piano europeo, ha dichiarato: Sydney Morning Herald E il Età In una recente intervista, la tariffa di frontiera era una misura precauzionale, non una misura di protezione.

A meno che i politici europei non si sottopongano a pressioni politiche per mantenere crediti di carbonio gratuiti per le loro industrie ad alte emissioni mentre continuano i negoziati sulla forma finale della politica, dice, il modello rimarrà compatibile con le regole dell’OMC.

Nikki Hetley, consulente economico e membro del consiglio di amministrazione del Consiglio per il clima, ritiene che l’UE abbia il peso e la credibilità per contribuire a definire nuovi standard commerciali globali. “Ovviamente non mira a spingere le cose, mira ad essere sicuro [its own industry] Non è minato”.

READ  Un orso bruno scomparso in Giappone ha ferito quattro persone, ha preso d'assalto una base militare e ha ritardato i voli prima di essere ucciso being

Caricamento in corso

C’è una logica naturale per altri paesi nell’usare il modello dell’UE come modello, afferma Richie Merzian, un ex diplomatico australiano e negoziatore sul clima che ora è direttore del Programma per il clima e l’energia presso l’Australia Institute.

È ampiamente accettato che è praticamente impossibile raggiungere obiettivi di emissioni nette pari a zero, che 131 paesi hanno adottato o contemplano, senza alcuna forma di prezzo del carbonio, afferma Marzian.

Aggiunge che l’adozione del modello UE ridurrà i costi di conformità per i paesi che cercano di raggiungere questo obiettivo.

“L’Unione europea sta cercando di introdurre un nuovo standard”, afferma Marzian.

La newsletter Morning Edition è la nostra guida alle notizie, alle analisi e agli approfondimenti quotidiani più interessanti. Registrati qui.