Maggio 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il comitato sanitario esamina la vaccinazione obbligatoria dei caregiver contro il Covid

E’ iniziato in Commissione Sanità l’esame del disegno di legge che stabilisce l’obbligo del personale infermieristico di vaccinarsi contro il Corona virus.

Martedì la Commissione Sanità ha avviato l’esame del disegno di legge che prevede l’obbligo del personale infermieristico di essere vaccinato contro il Covid-19. Dopo un ritardo la scorsa settimana, ho deciso a favore dell’inizio dei lavori dopo un voto di maggioranza contro l’opposizione BTP e Vlaams Belang. N-VA si è astenuto.

Il testo è controverso. Di fronte all’animosità che suscita tra un certo numero di operatori sanitari, ha visto i suoi meriti sfidare le unioni. Ha avuto una carriera difficile al governo. Martedì alcuni manifestanti si sono radunati davanti al palazzo del parlamento dove doveva iniziare l’esame del progetto. Questo è stato finalmente rinviato, a causa della mancanza del quorum, i deputati di maggioranza hanno lasciato l’aula.

priveremo i pazienti di tutti questi caregiver?

Il presidente della commissione, Thierry Warmus (PTB), ha voluto che la commissione votasse sull’inizio dei lavori. Il suo partito, che si oppone al progetto, ha lamentato il “passaggio forzato” quando la situazione epidemiologica cambia e l’attuazione del progetto rischia ulteriori carenze di caregiver in alcuni settori perché i non vaccinatori non potranno portare a termine la loro attività. . “Priveremo i pazienti di tutti questi caregiver?” chiese Sophie Merckx.

DéFI è rimasto colpito dalla rapidità con cui il ministro della Salute ha voluto approvare questo testo – sperando in un voto prima delle vacanze di Pasqua – mentre la maggioranza non ha voluto fare una raccomandazione sul dovere di vaccinare in generale.

READ  Il principe Alberto reagisce alle voci sulla salute di Charlene a Monaco

L’impegno entrerà in vigore il 1 luglio. L’esecuzione del commit sarà circondata da una serie di notifiche. Se dalle opinioni emerge che la situazione epidemiologica non presenta particolari pericoli, l’obbligo di vaccinazione non entrerà in vigore il 1° luglio 2022 e sarà rinviato a data da destinarsi con regio decreto.

Il ministro Frank Vandenbroek ha insistito sul fatto che questo dibattito non dovrebbe essere ancora rinviato. “Siamo gialli sulla scala corona, la situazione è sotto controllo ma devi essere sempre pronto. Questa è una lezione importante da imparare da questa crisi: devi essere in grado di agire rapidamente”, ha spiegato.