Maggio 22, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il Comitato per gli attacchi del Campidoglio emette nuove citazioni in merito alla marcia di Trump prima delle rivolte | Attacco al Campidoglio degli Stati Uniti

Il comitato ristretto della Camera per indagare sull’attacco al Campidoglio di mercoledì ha emesso la seconda serie di citazioni in giudizio per le persone associate alla manifestazione immediatamente precedente le rivolte del 6 gennaio, in cui Donald Trump ha incitato i suoi sostenitori alla rivolta.

Le nuove citazioni in giudizio delle persone che partecipano alla manifestazione e al raduno riflettono il mandato di vasta portata del comitato ristretto di esaminare se l’attacco al Campidoglio sia stato pianificato in anticipo, secondo una fonte a conoscenza della questione.

Gli investigatori del comitato ristretto della Camera hanno convocato un totale di 11 persone collegate all’organizzazione di sostegno di Trump Women for America First che ha organizzato l’incontro a Ellipse, compresi i suoi fondatori, Amy Kramer e sua figlia Kylie Jane Kramer.

“L’indagine ha scoperto prove credibili del tuo coinvolgimento in eventi che rientrano nell’ambito dell’indagine del comitato ristretto”, ha dichiarato il presidente del comitato ristretto Benny Thompson nelle lettere di citazione.

“Di conseguenza, il comitato ristretto si adopererà per ottenere sia i documenti che la tua dichiarazione giurata in relazione a queste e ad altre questioni nell’ambito dell’indagine del comitato di selezione”, ha affermato Thompson.

Il comitato ristretto ha anche convocato altre persone associate a Women for America First: Caroline Wren, Cynthia Lee Scheffian, Hannah Salem Stone, Justin Caboral, Katrina Pearson, Lyndon Printnal, Maggie Mulvaney, Megan Powers e Tim Onnes.

Gli investigatori del comitato della Camera stanno specificamente interrogando Pearson – un portavoce della campagna presidenziale di Trump 2016 – su un incontro con Trump del 4 gennaio in cui ha chiesto all’ex presidente di un evento separato con Roger Stone e Ali Alexander.

Il comitato ristretto, convocando Pearson e indagando su un ulteriore evento il giorno prima dell’attacco al Campidoglio orchestrato da Schvien, sta esaminando i collegamenti tra i leader del raduno e Trump, che ha contribuito ad aumentare la partecipazione dichiarando il 6 gennaio una protesta “selvaggia”.

Gli investigatori del comitato ristretto della Camera hanno dichiarato nelle citazioni in giudizio che ritengono che 11 persone abbiano contribuito a organizzare la manifestazione a sostegno di Trump e delle sue bugie sulle elezioni rubate del 2020, che hanno incitato i suoi sostenitori a prendere d’assalto il Campidoglio in suo nome.

Ma in una notevole aggiunta, il comitato ristretto ha aggiunto nelle citazioni in giudizio che sono stati identificati come potenziali testimoni perché hanno comunicato con l’ex capo dello staff della Casa Bianca di Trump, Mark Meadows, così come con Trump stesso.

Nelle prossime settimane, il comitato ristretto dovrebbe emettere più citazioni in giudizio per i funzionari di Trump e altre persone legate all’attacco al Campidoglio, che alla fine potrebbero arrivare a centinaia, secondo una fonte che ha familiarità con le deliberazioni interne.

Ma non è stato immediatamente chiaro se gli ultimi obiettivi della citazione in giudizio avrebbero rispettato gli ordini che li hanno costretti a presentare documenti entro il 13 ottobre e a comparire davanti a un comitato ristretto che ha chiaramente fatto arrabbiare Trump.

guardiano menzionato per la prima volta Mercoledì, Trump e i suoi consiglieri hanno intenzione di fare causa per bloccare il rilascio dei documenti della Casa Bianca dalla sua presidenza agli investigatori della Camera per accuse di privilegio esecutivo, secondo una fonte che conosce la sua pianificazione.

La fonte ha detto che Trump si aspetta che anche i quattro aiutanti chiamati nel primo lotto di ordini della scorsa settimana – Meadows, il vicepresidente Dan Scavino, lo stratega Steve Bannon e l’assistente alla difesa Cash Patel – sfidino gli ordini, ha detto la fonte.

Gli sforzi dell’ex presidente per resistere al comitato ristretto su tutti i fronti rivendicando il privilegio esecutivo stanno affrontando gravi ostacoli, in parte perché il Dipartimento di Giustizia si è rifiutato di affermare protezioni sulla precedente testimonianza del 6 gennaio.

Ma un piano per presentare ricorsi legali potrebbe garantire che i documenti più sensibili della Casa Bianca di Trump siano legati in tribunale per mesi, ritardando il comitato ristretto in quanto mira a rilasciare un rapporto finale prima del medio termine del 2022 per proteggerlo da accuse di parte.

READ  La Russia supera per la prima volta i 1.000 decessi per virus al giorno