Giugno 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il cliente Florence Coffee Bar chiama la polizia per quanto riguarda il prezzo dell’espresso | Italia

Un bar di Firenze è stato multato di € 1.000 (£ 846) per aver aumentato il prezzo di una normale tazza di espresso da parte di un cliente.

Il cliente ha chiamato i carabinieri dopo aver addebitato € 2 (£ 1,70) per un caffè decaffeinato da Tita Artigianale nel centro della Toscana.

La persona si è lamentata del fatto che il prezzo non era indicato nel menu dietro il bancone. Celebrato per aver battuto il caffè, è stato questo bug che ha vinto così tante partite e ha messo nei guai il menu.

Francesco Sanabo, titolare di Ditta Artigianale, ha rivelato la multa sui social media e ha sostenuto il suo caffè, dicendo che proviene da un piccolo orto in Messico ed è “preparato con cura dai miei baristi”. Ha sostenuto che il prezzo del caffè è stato mostrato sul menu digitale.

Mi hanno multato perché qualcuno si è arrabbiato per aver pagato 2 per un caffè con caffeina. [which involves a water extraction process]. Riesci a crederci?”, ha detto Sanabo in un video, con in mano una lettera della polizia. Questa legge va cambiata, altrimenti il ​​99,9% dei bar e dei ristoranti la violerà facilmente.

In Italia il prezzo medio di un espresso è 1, anche se oltre il 70% dei bar aumenta i prezzi all’inizio dell’anno per problemi di filiera e scarsi raccolti. Le associazioni dei consumatori hanno avvertito che il prezzo di un espresso potrebbe salire a una media di 1,50 euro quest’anno.

Tito Artezionale lo descrive come “il primo bar italiano dedicato al caffè di qualità” su Facebook – Sanabo ha detto che era un po’ “rivoluzionario” quando il bar ha aperto per la prima volta nel 2013, facendo pagare 1,50 per l’espresso. “C’è stata una reazione negativa e positiva, ma finora non sono stato multato”, ha detto.

READ  Covit-19 | L'ex giocatore italiano Bellucci muore dopo essere stato amputato

La sede fiorentina di Confartigianato, associazione per le piccole imprese, ha difeso l’avvocatura. Il suo presidente Alessandro Vittorio Sorani ha dichiarato: “Mi fa molto male. Si lavora ancora per produrre un prodotto di qualità. La qualità è benefica e va a beneficio di tutti.

Alcuni dei clienti del bar sono anche saliti sul suo carrozzone di sicurezza. “Se questo cliente va a Londra, contatterà l’FBI”, ha scritto uno su Facebook.