Settembre 17, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il centro di San Jose è sull’apice del boom, ma le sfide incombono: sviluppatori

SAN JOSE – Il centro di San Jose è in una posizione eccellente per prosperare, hanno detto due sviluppatori impegnati in una riunione giovedì, aggiungendo che si aspettano di completare una ristrutturazione dall’alto verso il basso di una torre storica entro il 2022.

Nonostante le brillanti prospettive del centro, le grandi sfide incombono, hanno detto gli sviluppatori Gary Dillabough e Jeff Arrillaga durante una presentazione e una sessione di domande e risposte ospitata dalla Silicon Valley Organization. Dillabough e Arrillaga sono partner e amministratori delegati dello sviluppatore Urban Community con sede a San Jose.

Urban Community ha collaborato con Westbank, uno sviluppatore canadese di portata globale, per costruire diversi grandi progetti che insieme rivoluzioneranno lo skyline del centro di San Jose.

“Il centro di San Jose è ora pronto”, ha detto Arilaga durante l’incontro di giovedì.

Uno dei motivi principali: nella penisola e nella South Bay, San Jose è il posto migliore per le grandi aziende tecnologiche per trovare spazio per i gomiti in un ambiente urbano oltre a San Francisco.

“Perché San Jose si sta espandendo e crescendo questa volta? Affinché le aziende tecnologiche crescano su larga scala, non c’è nient’altro tra qui e San Francisco oltre a San Jose”, ha detto Arilaja.

È fondamentale che i funzionari della città e i leader aziendali facciano tutto il possibile per creare un’atmosfera vivace e invitante che aiuti ad attirare le aziende tecnologiche e i loro lavoratori nel centro di San Jose, ha affermato Delabog.

“Le persone vogliono una tazza di caffè, vogliono un ottimo pranzo”, ha detto Dilabog. “Vogliamo assicurarci che quando sono qui, abbiamo un’ottima esperienza utente”.

READ  Di Maio: le relazioni con gli Stati Uniti sono più importanti delle relazioni con la Cina - Politico

L’alleanza Westbank e Urban Community stanno pianificando diversi progetti nel centro di San Jose. Tra queste riparazioni c’è l’ampia ristrutturazione e restauro della storica torre degli uffici della Banca d’Italia.

Urban Community Partners ha stimato che la ristrutturazione è in corso e che i lavori dovrebbero iniziare a settembre.

“Finiremo di lavorare con la Banca d’Italia in 12-14 mesi”, ha detto Delaboghus durante la sezione Q&A dell’evento.

L’iconica torre aggiungerà una caratteristica accattivante: una scala curva che collegherà il lato sud dell’edificio della Banca d’Italia.

Westbank e Urban Community stanno pianificando diversi importanti progetti nel centro di San Jose:

Torre della Banca d’Italia. Le caratteristiche del progetto 12 S. First St. Completamente rinnovato, spettacolare scala esterna, spazi per uffici, giardini sul tetto e servizi di ristorazione.

Centro Energetico. Parcheggio Fountain Alley al 35 S. Second St. Questo progetto sarà caratterizzato da un accattivante edificio curvo con un atrio di 10 piani. Abitazioni e uffici saranno componenti della torre.

– giardino. Il titolo della valle si trova a 300 S. First St. e la proprietà di Bo Town al 409 S. Second St. Aggiungeranno case insieme a spazi per uffici, negozi e ristoranti.

– Arbor, un sito adiacente al Davidson Building a 255 W. Julian Street, aggiungerà un ufficio di collegamento e una torre commerciale.

– Park Habitat, 180 Park Avenue. Questo progetto consiste in 1,2 milioni di piedi quadrati di uffici, negozi e spazi di espansione. Park Habitat sarà caratterizzato da un giardino sommerso e aree verdi rialzate per collegare gli impiegati e i pedoni con la natura.

Westbank e Urban Community quest’anno hanno acquistato un terreno di 1,6 acri vicino all’angolo tra Terraine Street e Bassett Street, dove è stato approvato un grande complesso residenziale.

READ  Helbiz espande il servizio di micromobilità a Pescara, in Italia, con le biciclette elettriche MiMoto | Notizia

Finora, secondo Delabog, l’Alleanza per lo sviluppo controlla o possiede circa 20 acri nel centro di San Jose. Ma Dillabough e Westbank non hanno terminato i loro sforzi.

“Speriamo di ottenere qualcosa in più”, ha detto Dilabog, notando che gli alleati stanno cercando di acquistare spazio aggiuntivo.