Maggio 20, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il capitano Morwell Ian Green fu ucciso sotto la bandiera bianca dagli italiani nella battaglia di Partia nella seconda guerra mondiale.

Lo storico militare tenente colonnello (R) Alistair Cape si interessò per la prima volta alla storia del suo prozio, il capitano Ian Green, quando ricevette le sue medaglie di guerra a 30 anni.

Come molte famiglie che hanno perso figli, fratelli, padri e zii durante la guerra, di Ian non si è mai parlato, ma la sua storia è stata di interesse per Mr Cape, che ha iniziato a ricercarla durante il lockdown per il Covit-19.

“Ogni volta che mi chiedevo ancora e ancora che tipo di persona fosse, decidevo di vedere cosa potevo scoprire su di lui, sulla sua vita e sui suoi tempi durante il governo”, ha detto il signor Cape.

L'uomo di mezza età posa con un'immagine incorniciata di un veterano di guerra e medaglie
Il tenente colonnello (R) Alistair Cape Green ha iniziato a indagare sulla storia del suo prozio durante il blocco del COVID-19.(Notizie ABC: Rachel Lucas)

Il signor Cape, che ha iniziato il suo viaggio di ricerca con medaglie, alcune foto, cartoline e oggetti inviati a casa dopo l’uccisione di Ian, è stato in grado di mettere insieme una storia attraverso documenti di guerra ed eventi storici.

Figlio della famosa famiglia Morwell

Nato a Morwell nel 1911, è figlio del capitano Ian Green, Katie e Arthur Green, che gestivano un negozio di abbigliamento di famiglia o un emporio a Morwell’s Darwin St.

Suo nonno venne fuori dal Galles dalla metà alla fine del 1800 e seguì Gold Rush come contagocce mobile a Valhalla, Targo e Omeo, poi aprì negozi quando la ferrovia fu costruita a Rostale e successivamente a Morewell.

Cresciuto a Morwell, Ian ha adorato il gioco ed è stato descritto come un gentiluomo.

Si è laureato alla Morwell State School e ha lavorato come impiegato di banca presso la National Bank di Melbourne prima di trasferirsi a Cell.

“Sono stati costretti a rimanere nei cadetti e sono stati costretti a rimanere nell’esercito fino all’età di 26 anni”.

Quando il servizio militare obbligatorio fu abolito con un cambio di governo nel 1929, Ian scelse di rimanere, arruolandosi nell’esercito nel 1936, dove fu promosso agli incarichi assegnati.

“C’era ovviamente qualcosa nel soldato che voleva”, ha detto il signor Cape.

“Era nell’esercito fino al 1939 con un intervallo di tre anni”.

Quando scoppiò la seconda guerra mondiale nel settembre 1939, Ian, 27 anni, prese il servizio militare alla List Bank.

Fu promosso Capitano e assegnato al 2°/7° Battaglione, che faceva parte della 6° Divisione della Seconda Forza Imperiale Australiana, composta principalmente da volontari del Victoria.

Dopo l’addestramento iniziale a Bukapunyal, il battaglione di Ian si trasferì in Medio Oriente nell’aprile 1940, dove si addestrò in Palestina.

Fu ucciso sotto la bandiera bianca nella battaglia di Partia

All’inizio di gennaio 1941, la 6a divisione australiana ricevette l’ordine di catturare la guarnigione italiana a Partia, una fortezza costiera in Libia.

Foto in bianco e nero del porto nel deserto
Il porto portoghese del Mediterraneo fu catturato dalle forze del Commonwealth dalla 6a divisione d’Australia nella battaglia di Partia nel gennaio 1941. (Pubblicato da: Morwell RSL)

“Gli italiani sono entrati in guerra alla fine della guerra in Francia nel 1940. La Libia era una colonia italiana”, ha detto Cape.

“Avevano i piani iniziali per invadere l’Egitto e andare fino al Canale di Suez e catturare il territorio”.

La battaglia di Partia è stata la prima operazione militare britannica nella campagna del deserto occidentale e la prima battaglia per le truppe australiane.

Ian era il comandante in capo di una compagnia durante la seconda fase della battaglia di Partia, quando una delle posizioni difensive fu sottomessa dall’attacco australiano.

Prima che potesse aver luogo l’ultimo atto di tradimento, gli italiani sembravano arrendersi e alzare bandiera bianca agli australiani.

Ian è stato uno dei 130 australiani uccisi nella battaglia di Partia.

“Penso che le circostanze della morte di Ian siano state citate nella storia ufficiale e in molte pubblicazioni dopo la guerra, perché era una situazione strana e tragica”, ha detto Cape.

Tuttavia, poiché la 6.000a divisione di 16.000 catturò con successo 36.000 prigionieri italiani, la guerra fu generalmente considerata una vittoria decisiva per l’esercito australiano.

Poiché Ivan fu il primo soldato di Morwell e Sale, che perse la vita durante la seconda guerra mondiale, il suo nome è inciso sui monumenti di Morwell e Sale.

READ  L'ex lanciatore veloce inglese Jade Turnbuck ha iniziato a giocare per l'Italia nelle qualificazioni europee per la Coppa del Mondo T20.