Giugno 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il cancelliere tedesco Macron e l’Italia Draghi in visita a Zelensky prima del vertice del G7: rapporto

Per la prima volta dall’inizio della guerra russa, i capi di stato di Francia, Italia e Germania dovrebbero visitare Kiev per un incontro personale con il loro omologo ucraino Volodymyr Zelensky prima del vertice del G7. Secondo il quotidiano tedesco Bild am Sonntag, citando fonti del governo parigino, il presidente francese Emmanuel Macron, il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il primo ministro italiano Mario Draghi visiteranno Kiev a fine giugno. Il rapporto affermava che la visita mira a rafforzare l’unità europea e sostenere l’Ucraina.

La notizia arriva dopo che Shultz continua ad affrontare critiche interne e internazionali per il suo rallentamento a sostegno dell’Ucraina in termini di consegne militari e insistenza nel parlare con il presidente russo Vladimir Putin. Tuttavia, il 7 giugno, Schulze ha difeso la sua posizione, dicendo che Berlino aveva sostenuto Kiev “più ampiamente di quasi chiunque altro”, ha riferito Politico. Nonostante le accuse di “riluttanza” a fornire armi a Kiev, Berlino è in realtà al quinto posto in termini di supporto militare all’Ucraina, secondo il Kiel Institute for World Economy.

In risposta alle critiche, Schulz ha inoltre affermato che “la Germania è uno dei più importanti sostenitori militari dell’Ucraina. Nessuno fornisce rifornimenti su una scala simile alla Germania. Pochi fanno tanto quanto gli Stati Uniti … ma la Germania è uno dei paesi che usa le sue capacità in modo molto estensivo.” , secondo Politico. Ha quindi promesso di “fare tutto ciò che è in suo potere” per respingere l’aggressione russa. Schulz ha anche brevemente evidenziato la serietà della Germania riguardo all’integrazione nell’UE, nonostante il suo scetticismo sull’adesione di Kiev all’UE.

READ  I primi casi di omicron sono a Chandigarh, Andhra, e il terzo è a Kataka; Il conteggio dell'India è 36

Il presidente dell’UE discute lo status di membro dell’Ucraina durante la sua visita a Kiev

Sabato, la presidente dell’Unione europea Ursula von der Leyen è tornata a Kiev per colloqui faccia a faccia con Zelensky, affermando il sostegno del blocco alla nazione assediata. Ha assicurato a Zelensky che la federazione avrebbe formulato una raccomandazione entro la prossima settimana sull’opportunità di presentare lo status di candidato all’Ucraina. Questo sarebbe un primo passo verso una possibile adesione a pieno titolo per Kiev. Parlando con Zelensky, Lin ha detto che l’Ucraina ha già fatto molto per vincere la candidatura, tuttavia c’erano ancora delle riforme da fare.

Sebbene la maggior parte dei membri abbia approvato l’ascesa dell’Ucraina all’Unione Europea, due membri di spicco, Francia e Germania, non erano ancora d’accordo con la proposta. Mentre Schulze in precedenza aveva affermato che “non c’erano scorciatoie” al processo, Macron ha sostenuto il suo accordo sul fatto che il percorso per diventare un membro a pieno titolo potrebbe richiedere “decenni”.

(Foto: AP)

Segui tutte le notizie e i titoli sulla guerra russo-ucraina Aggiornamenti sulla guerra tra Russia e Ucraina