Maggio 12, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il calo del volume d’affari nel primo trimestre sta incidendo gravemente sulla salute dei consumatori

PARIGI (Reuters) – Sanofi ha riportato un calo delle vendite del 4,3% nel primo trimestre mercoledì, pesato dal rallentamento delle vendite di prodotti sanitari per i consumatori che ha compensato il successo di Dupixent e la dinamica delle vendite di vaccini antinfluenzali.

I ricavi dei farmaci ammontano a 8.591 miliardi di euro nel periodo, con un incremento del 2,4% a tassi di cambio costanti.

A l’instar de ses concurrents comme Roche et Novartis, Sanofi a souffert de la faible propagation des virus hivernaux, en raison du port du masque rendu nécessaire avec la pandémie de coronavirus, ce qui a pesé sur les ventes de produits contre la toux et Raffreddori.

Di conseguenza, il volume delle vendite della divisione Consumer Healthcare è diminuito del 7,3%.

Nel frattempo, le vendite di Dupixent, utilizzato per trattare la dermatite atopica, sono aumentate del 45,6% mentre le vendite di vaccini sono aumentate del 5,3%.

L’utile per azione (EPS) delle attività, una misura seguita da vicino dagli investitori, è stato di € 1,61, in aumento del 5,2%.

Per il 2021, Sanofi ha confermato le sue aspettative di un aumento di circa il 10% degli utili per azione da attività a tassi di cambio fissi.

Nonostante la sua consueta attività vaccinale, Sanofi è rimasta indietro a causa dei suoi principali concorrenti nella corsa globale per un vaccino contro il nuovo coronavirus.

Il gruppo era in ritardo nello sviluppo di un vaccino sviluppato dalla società britannica GlaxoSmithKline, che è stata costretta a lanciare un nuovo studio a causa di risultati iniziali insufficienti.

Si prevede che appariranno i risultati dell’esperimento in corso e l’inizio del terzo studio globale nel secondo trimestre. Il vaccino dovrebbe essere disponibile nel quarto trimestre del 2021.

READ  Miliardi non saranno sufficienti per proteggere tutta Miami dall'innalzamento delle acque

Nel frattempo, Sanofi sta lavorando con Translate Bio su un vaccino candidato a RNA contro COVID-19, per il quale ha lanciato la sua prima fase di sperimentazione clinica a marzo.

(Blandin Hainault)