Agosto 10, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Ignorare gli avvisi di una grave ondata di caldo in Europa mette l’Australia nello scenario peggiore, Mark Auge

L’ondata di caldo senza precedenti e gli incendi che stanno devastando l’Europa possono sembrare lontani, ma sono uno spaventoso presagio di ciò che l’Australia ha in serbo.

La Gran Bretagna ha appena sperimentato la sua temperatura più calda mai registrata, condizioni estreme e incendi che hanno devastato Spagna, Portogallo, Francia e Grecia. Ma questo è solo l’ultimo di una catena di eventi estremi a livello globale. A marzo, gli scienziati sono rimasti scioccati Registra le temperature su entrambi i poli, comprese le temperature di 40°C al di sopra del normale nell’Antartico e di 30°C al di sopra del normale nell’Artico. A maggio, ondate di caldo devastanti in tutto India, Pakistan E i paesi vicini hanno portato a settimane in cui le temperature in alcune aree hanno ripetutamente raggiunto quasi 50 gradi Celsius. Quest’anno si sono registrate forti ondate di caldo anche in Asia meridionale, Cina e Stati Uniti.

È realistico rendersi conto che il mondo ora è più freddo di quanto non sarà mai a meno che non riduciamo radicalmente le emissioni, a partire da ora. Questa non è la nuova normalità, è solo l’inizio di un futuro di ondate di calore più frequenti e intense a meno che non riduciamo drasticamente il nostro uso di combustibili fossili.

Istituto Australiano orologio termico L’iniziativa utilizza le previsioni climatiche di CSIRO per fornirci informazioni su questo spaventoso potenziale futuro per l’Australia.

Iscriviti per ricevere ogni mattina un’e-mail con le notizie più importanti da Guardian Australia

Le proiezioni utilizzano una serie di modelli climatici scelti da CSIRO per la loro accuratezza nella previsione del riscaldamento fino ad oggi. Modellano il numero di giorni in un anno che possiamo aspettarci al di sopra di determinate soglie di temperatura come 35°C e 40°C per qualsiasi località in Australia.

I risultati sono preoccupanti.

in Sydney occidentaleLa regione più popolosa dell’Australia, i giorni con temperature superiori ai 35°C potrebbero quasi raddoppiare entro il 2030, triplicare entro il 2050 e quasi quintuplicare entro la fine del secolo. È un’immagine simile per giorni sopra i 40°C.

Giorni annuali superiori a 35°C nella parte occidentale di Sydney da HeatWatch, febbraio 2022 Foto: Istituto Australiano

Ecco la parte spaventosa: la realtà supera le aspettative di CSIRO. Prendi Penrith, nella parte occidentale di Sydney, come esempio. Negli ultimi 20 anni, Penrith ha vissuto una media di 13 giorni al di sopra dei 35°C all’anno, ma ha resistito per più di 40 giorni al di sopra dei 35°C nel 2018 e nel 2019. In termini di tendenza, questo è già peggio del previsto CSIRO modello nel 2050.

Giorni di Penrith effettivi sopra i 35°C rispetto alle previsioni di HeatWatch, febbraio 2022
Giorni di Penrith effettivi sopra i 35°C rispetto alle previsioni di HeatWatch, febbraio 2022 Foto: Istituto Australiano

La situazione peggiora man mano che andiamo a nord in Australia. Evita di pensarci bromche dovrebbe vivere circa 300 giorni all’anno sopra i 25°C entro la fine del secolo, insieme a Darwin. La situazione nell’Australia settentrionale è aggravata dall’umidità. La combinazione di calore estremo e umidità può essere mortale perché l’umidità riduce la capacità del corpo di raffreddarsi.

Prevedi il numero di giorni sopra i 35°C a Broome da HeatWatch, febbraio 2022
Prevedi il numero di giorni sopra i 35°C a Broome da HeatWatch, febbraio 2022 Foto: Istituto Australiano

Se continuiamo ad aumentare le emissioni, è probabile che i membri della Generazione X che vivono nella parte occidentale di Sydney subiscano fino a tre volte più giorni di caldo estremo rispetto ai livelli attuali prima di resistere alla spirale letale e i Millennials quasi quattro volte più probabili. Cioè se le temperature effettive non continuano a superare le aspettative.

Come le generazioni affronteranno il cambiamento climatico (West Sydney) dal rapporto HeatWatch, febbraio 2022
Come le generazioni affronteranno il cambiamento climatico (West Sydney) dal rapporto HeatWatch, febbraio 2022 Foto: Istituto Australiano

Tuttavia, ci sono buone notizie in questa previsione. La previsione del CSIRO rappresenta un modello per l’aumento dei giorni di temperature estreme in diversi scenari di emissioni. Le aree tratteggiate in rosso nei grafici mostrano i risultati della prosecuzione dell’attuale percorso delle emissioni. Non commettere errori, se continuiamo ad espandere la produzione di combustibili fossili, come stiamo facendo in Australia, rimarremo su questa strada e, come accennato in precedenza, le temperature effettive sono ben oltre le peggiori aspettative.

Ma le aree ombreggiate in verde mostrano aspettative se le emissioni saranno ridotte in linea con l’obiettivo di Parigi di 1,5 gradi. In tutti i casi, l’aumento è molto inferiore e alla fine svanisce e diminuisce nei prossimi decenni. Tagliare le emissioni di lavoro. Possiamo scegliere un futuro vivibile per noi stessi e per i nostri figli.

Sfortunatamente, l’Australia sta raddoppiando l’espansione dei progetti di gas e carbone, ciascuno dei quali aiuta a rinchiuderci nello scenario peggiore.

Sebbene abbiamo l’obiettivo di ridurre le nostre emissioni interne di circa 300 milioni di tonnellate entro il 2030, l’Australia è il più grande esportatore di carbone e GNL al mondo e il carbone e il gas australiani attualmente aggiungono circa 1,5 miliardi di tonnellate di emissioni nell’atmosfera con Abbastanza progetti in fase di sviluppo Per aggiungere altri 1,7 miliardi di tonnellate all’anno.

Circa un quarto di questi progetti lo sono già impegnato o completo. L’espansione di Woodside Plutone – già approvata dal governo dell’Australia occidentale – aggiungerà ca 1,4 miliardi di tonnellate di emissioni nell’atmosfera nel corso della sua vita e la proposta estensione di 50 anni del progetto North West Shelf GNL aggiungerebbe 4,3 miliardi di tonnellate. Il bacino di Petalu nel Territorio del Nord, che è pesantemente sovvenzionato dal governo australiano con i soldi dei contribuenti, potrebbe aggiungere 1,4 miliardi di tonnellate in più. Cuciniamo per noi stessi… e per il resto del pianeta.

Se riduciamo le emissioni e riusciamo a mantenere il mondo sotto 1,5°C, abbiamo buone possibilità di mantenere un pianeta vivibile e una ragionevole qualità della vita. Se continuiamo ad espandere la produzione di combustibili fossili, affronteremo frequenti e intense ondate di calore, incendi, inondazioni e altri disastri.

READ  Olivia Newton-John muore; La fine dei Giochi del Commonwealth del 2022; Matt Keane è stato eletto vice capitano del NSW; L'indagine di John Barillaro continua. I Verdi sottopongono al Parlamento il Trattato della Voce, la Commissione Verità; Matthew Gay divide il Partito Liberale Vittoriano