Maggio 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Identificazione di Butcha Butcher come dietro i massacri di civili

attivisti per i diritti umani in Ucraina Un ufficiale dell’esercito russo, noto come il “Macellaio di Bucha”, ha affermato di guidare l’unità dietro il massacro di centinaia di civili.
Il tenente colonnello Ezzatbek Omorbekov è stato identificato Informnavalmun gruppo ucraino che controlla le agenzie militari e di intelligence russe.

Negli ultimi giorni, le immagini orribili di quella che sembrava essere l’uccisione deliberata di civili da parte delle forze russe a Bucha e in altre città prima che si ritirassero dalla periferia di Kiev, hanno provocato una protesta globale e spinto i paesi occidentali a espellere dozzine di diplomatici di Mosca . Ha proposto ulteriori sanzioni, compreso il divieto di importazione di carbone dalla Russia.

Una croce verde si trova sul sito di un veicolo militare abbandonato dove i residenti locali hanno seppellito quattro persone, il 5 aprile 2022 a Bucha, in Ucraina. Il governo ucraino ha accusato le forze russe di aver commesso un “massacro deliberato” durante la loro occupazione e l’eventuale ritiro da Bucha, 25 chilometri a nord-ovest di Kiev. Decine di corpi sono stati trovati nei giorni successivi alla riconquista della città da parte delle forze ucraine. (Foto di Alexei Fuhrman/Getty Images) (GT)

Gli attivisti ucraini hanno definito il tenente colonnello Omorbekov il “cattivo militare” dietro il massacro di Bucha.

Hanno affermato che comandava la 64a brigata di fucilieri motorizzati separati dell’esercito russo, che i funzionari del governo ucraino hanno accusato online di “crimini di guerra” a Bucha.

Il tenente colonnello Omorbekov, un ufficiale decorato, è stato benedetto dalla Chiesa ortodossa russa lo scorso novembre prima di essere schierato in Ucraina, volte Giornale nei rapporti del Regno Unito.

Dopo il servizio, avrebbe detto: “La storia mostra che combattiamo la maggior parte delle nostre battaglie con le nostre vite”.

Attivisti ucraini affermano di aver identificato il “Macellaio di Bucha”, l’ufficiale dell’esercito russo responsabile dell’esecuzione di civili. (Twitter)

Il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, ha accusato i russi di aver commesso orribili atrocità in Ucraina e ha detto martedì al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che i responsabili delle accuse di crimini di guerra dovrebbero essere portati immediatamente davanti a un tribunale come quello istituito a Norimberga dopo la seconda guerra mondiale.

I soldati ucraini che avanzavano hanno trovato la fossa comune a Bucha, alla periferia di Kiev. (AFP)

Parlando in videocassetta dall’Ucraina ai diplomatici delle Nazioni Unite, Zelensky ha detto che i civili sono stati torturati, colpiti alla nuca, lanciati pozzi, fatto esplodere granate nei loro appartamenti e schiacciati a morte dai carri armati mentre erano in auto.

“Si sono tagliati gli arti, si sono tagliati la gola. Le donne sono state violentate e uccise davanti ai loro figli”, ha detto.

Ha sottolineato che le lingue delle persone sono state strappate “solo perché l’aggressore non ha sentito ciò che ha sentito da loro”.

Zelensky ha affermato che coloro che hanno eseguito le uccisioni e coloro che hanno dato gli ordini “devono essere immediatamente assicurati alla giustizia per crimini di guerra” in un tribunale simile a quello utilizzato nella Germania del dopoguerra.

I soldati ucraini cercano trappole esplosive mentre riconquistano il sobborgo di Kyiv di Bucha. (AFP)

L’ambasciatore di Mosca alle Nazioni Unite, Vasily Nebenzia, ha affermato che mentre Bucha era sotto il controllo russo, “nessuna persona locale ha subito atti violenti”.

Ripetendo ciò che il Cremlino aveva sostenuto giorni fa, ha affermato che le riprese video di cadaveri nelle strade sono state “crudelmente falsificate” dagli ucraini.

I giornalisti dell’Associated Press a Bucha hanno contato dozzine di corpi in abiti civili e hanno intervistato ucraini che hanno riferito di aver assistito ad atrocità.

Inoltre, le immagini satellitari ad alta risoluzione di Maxar Technologies hanno mostrato che molti corpi erano rimasti all’aperto per settimane, durante il periodo in cui le truppe russe erano in città.

Le immagini cupe mostrano la realtà della vita in Ucraina

– Segnalato con l’Associated Press

READ  Questa nuova neve non ha nome: i pastori di renne Sami affrontano la catastrofe climatica | Polo Nord