Gennaio 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I veterani riempiono l’anno sportivo 2021 di momenti indimenticabili

Nemmeno Padre Tempo può battere Tom Brady.

Brady consolidò la sua tesi come il più grande quarterback della NFL, cambiando squadra e andando a vincere, portando i Tampa Bay Buccaneers alla vittoria per 31-9 sui Kansas City Chiefs nel Super Bowl 55.

Il settimo titolo del Super Bowl di Brady, all’età di 43 anni, è stato uno dei migliori momenti del 2021, quando la pandemia in corso non può smorzare la stella più brillante dello sport.

“Rappresenta uno dei più grandi successi nella storia di questo sport”, ha detto Rob Gronkowski, che Brady ha attirato dal ritiro per unirsi a lui a Tampa Bay.

Brady non è stato l’unico atleta veterano a rubare i riflettori nel 2021, l’anno delle mature.

Phil Mickelson ha regalato un brivido al gruppo dai capelli d’argento, diventando il più anziano campione nella storia del golf vincendo un campionato PGA all’età di 50 anni. Lefty ha lasciato alcuni dei migliori – e più giovani – golfisti sulla sua scia sull’isola di Kiawah, vincendo il suo sesto torneo importante in un’era in cui molti giocatori non vedono l’ora di salire sul tee box.

“Non c’è motivo per cui io o chiunque altro non dovremmo farlo a un’età così avanzata”, ha detto Mickelson. “Ci vuole solo un po’ di lavoro.”

Il momento di Mickelson è culminato in una memorabile stagione di golf che ha incluso Hideki Matsuyama, che è diventato il primo giocatore di origine asiatica a vincere il titolo Masters, e il 18esimo tiro dall’alto di Jon Ram Curling a Tory Pines per vincere gli US Open e la vittoria degli Stati Uniti dominante in esso . Coppa Ryder.

READ  La differenza tra Milan e Genoa, le scelte degli esperti, come guardare, in diretta: i pronostici di Serie A per il 1 dicembre

Tiger Woods ha concluso l’anno avvolgendo il suo rettilineo di 11 voli con il figlio dodicenne Charlie nel round finale del campionato PNC, 10 mesi dopo essersi rotto la gamba destra in un incidente d’auto.

I Milwaukee Bucks sono tornati in pista dietro Giannis Antetokounmue, vincendo il loro primo titolo NBA in 50 anni dopo aver battuto i Phoenix Suns a sorpresa in sei partite. Gli Atlanta Braves ne hanno sfoggiati alcuni, battendo gli Houston Astros in sei partite per rivendicare il loro primo titolo mondiale dal 1995.

I Tampa Bay Lightning hanno vinto il loro secondo titolo consecutivo della Stanley Cup, al di fuori della bolla dei playoff della NHL.

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 si sono svolte con un anno di ritardo ma come al solito hanno prodotto dei momenti indimenticabili.

L’italiano di origine texana Marcel Jacobs ha scioccato il mondo vincendo i 100 metri maschili, mettendo il suo nome inaspettato tra i grandi dello sport: Jesse Owens, Karl Lewis e Usain Bolt.

La velocista giamaicana Elaine Thompson-Hera ha entusiasmato la folla battendo il record detenuto dalla 33enne Florence Griffith Joyner nei 100 metri, il secondo tempo più veloce di sempre a vincere i 200 metri.

La ginnasta americana Simone Biles si è ritirata da quattro finali mentre combatteva contro “distorsioni”, ma ha superato il blocco mentale per prendere il bronzo alla trave, recuperandone parte nel processo. Sunisa Lee si inserisce bene per la ginnasta ampiamente considerata la più grande donna della storia, diventando la quinta donna americana consecutiva a vincere il titolo all-around.

Helio Castroneves è tornato indietro nel tempo all’età di 46 anni, diventando il quarto quattro volte campione della 500 Miglia di Indianapolis, educando una delle giovani stelle più famose di questo sport. “Spiderman” di IndyCar ha incrociato il 24enne Alex Ballou a due giri dalla fine e l’energia della folla lo ha spinto al traguardo e a 16 piedi oltre la recinzione all’Indianapolis Motor Speedway in una celebrazione familiare.

READ  Media Watch: Impressionante Locatelli, Lost McKennie

“Ho il potere di un ragno; devo essere stato morso da un ragno”, ha detto Castroneves. “C’era molta emozione, molta emozione. Ho visto i fan piangere. Stavo piangendo. Stavo per scalare, arrampicare, arrampicare e godermi quel momento con loro”.

Candice Parker conosce quella sensazione.

Il veterano giocatore della WNBA è tornato a casa a Chicago dopo 13 stagioni a Los Angeles e ha guidato il Team Sky sul Phoenix Mercury per rivendicare il suo primo titolo.

“Farlo qui a casa, doveva essere”, ha detto Parker dopo un abbraccio lacrimoso con la sua famiglia.

Due allenatori di college esperti hanno dimostrato di essere ancora al top del loro gioco.

Nick Saban ha dato alla stagione calcistica del college un’altra fine prevedibile, portando l’Alabama al suo sesto campionato nazionale in 12 anni con una vittoria per 52-24 sullo stato dell’Ohio nella partita per il titolo.

L’allenatore di basket femminile di Stanford Tara Vandeviere ha vinto il suo primo campionato nazionale in 29 anni, battendo quasi 10 settimane sulla strada a causa del coronavirus e un tiro dell’ultimo secondo dell’Arizona Arie MacDonald. La vittoria per 54-53 ha regalato alla 67enne il suo terzo titolo nazionale in 35 anni a Stanford, insieme a quelli vinti nel 1990 e nel 1992.

“È un grande onore poter fare questo per lei e per lei”, ha detto Haley Jones, studente del secondo anno alla Stanford University.

La vittoria del cardinale è arrivata il giorno dopo una delle più grandi partite nella storia delle Final Four maschili, quando Jalen Suggs dei Gonzaga ha colpito un triplo puntatore sulla campana per sconfiggere l’UCLA. Lo spettacolo di Gonzaga concluse la sua prima stagione imbattuta dal 1976 agli Indiana Hoosiers in una partita per il titolo, tuttavia, poiché Baylor spinse gli Zags a vincere il loro primo titolo nazionale con un 86-70 in fuga.

READ  Il lavoro italiano in Spagna poi per il faticoso Brownie

Anche durante la pandemia, le star del mondo dello sport hanno trovato un modo per brillare, indipendentemente dalla loro età.

___

Altri sport AP: https://apnews.com/hub/apf-sports e https://twitter.com/AP_Sports