Agosto 12, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I timori di recessione tengono sotto pressione i titoli europei; La prestazione dell’Italia è scarsa

Giovedì i titoli azionari e bancari hanno spinto l’indice europeo STOXX 600 al ribasso poiché le crescenti scommesse su aumenti più marcati dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve hanno portato a timori di recessione, mentre l’indice principale italiano è sceso del 3,4% mentre il governo del paese ha dovuto affrontare il collasso.

Lo STOXX 600 paneuropeo ha chiuso in ribasso dell’1,5%, aggiungendo un calo dell’1% mercoledì quando la forte inflazione negli Stati Uniti ha stimolato le scommesse secondo cui la Fed potrebbe procedere con un aumento maggiore rispetto alle mosse di 75 punti base che i mercati avevano fissato per il mese. . Le azioni globali hanno subito un duro colpo quest’anno quando le banche centrali hanno cercato di domare l’aumento dell’inflazione, lasciando gli investitori preoccupati per l’impatto sulla crescita economica. Lo STOXX 600 è sceso di circa il 16% quest’anno.

La Commissione Europea ha abbassato le sue previsioni di crescita economica nell’Eurozona per quest’anno e il prossimo e ha rivisto al rialzo le sue stime di inflazione. “Ci sono timori di recessione che rimangono nella mente degli investitori”, ha affermato Bert Cullen, capo economista dell’eurozona presso ING.

Ma ha aggiunto che le preoccupazioni derivano anche dalla maggiore discrepanza tra la Banca centrale europea e la Federal Reserve, con la prima vista come tenuta a un aumento di 25 punti base la prossima settimana nonostante l’inflazione sia salita a livelli record. Nel frattempo, il crollo dell’euro al di sotto della parità al minimo di 20 anni rispetto al dollaro sta causando ulteriori problemi all’inflazione dell’eurozona.

Alla riunione della Banca centrale europea della prossima settimana, gli investitori terranno d’occhio eventuali commenti sul calo dell’euro e sul suo strumento per controllare l’allargamento degli spread obbligazionari nell’eurozona, nonché aspettative di inflazione e suggerimenti sull’entità dei futuri rialzi. Il MIB italiano è sceso del 3,4% per chiudere al livello più basso da novembre 2020 dopo che il Movimento 5 Stelle, un membro dell’alleanza, non ha sostenuto un voto di fiducia da parte del parlamento, comprese le misure per compensare la crisi del costo della vita in Italia.

READ  Quali economie hanno funzionato meglio e peggio durante la pandemia?

Subito dopo il voto, Draghi si è recato all’incontro con il presidente Sergio Mattarella, arbitro supremo della politica italiana. Le elezioni nazionali sono previste per l’inizio del 2023. «Dato che mancano solo pochi mesi alla fine naturale della legislatura, riteniamo che il presidente Mattarella probabilmente farà uno sforzo per garantire che si formi un governo del Paese in tale un contesto geopolitico ed economico critico”, scrivono gli strateghi in UniCredit in una nota.

I rendimenti obbligazionari italiani sono aumentati notevolmente e gli spread si sono ampliati con le controparti tedesche. In termini di utili, le azioni di Samhallsbyggnadsbolaget I Norden (SBB) sono scese del 19,4% dopo aver riportato risultati negativi del secondo trimestre.

Le azioni di petrolio, gas e mining sono scese del 3,8% ciascuna, seguendo i prezzi delle materie prime, mentre le banche sono scese del 3,1%. Il settore dei viaggi e del tempo libero è stato l’unico a guadagnare, in rialzo dello 0,5%. Hugo Boss è salito del 2,4% dopo che la casa di moda tedesca ha alzato le sue previsioni per il 2022.

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di Devdiscourse ed è generata automaticamente da un feed condiviso.)