Luglio 1, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I timori di 2.500 prigionieri di guerra ucraini sono aumentati da un’acciaieria che la Russia ha chiamato neonazisti

La Russia ha affermato di aver catturato quasi 2.500 combattenti ucraini dall’acciaieria assediata di Mariupol e le preoccupazioni per il loro destino stanno crescendo dopo che un leader separatista sostenuto da Mosca ha promesso che sarebbero stati processati.

Sabato, la Russia ha dichiarato il pieno controllo dell’acciaieria Azovstal – che per settimane è stata l’ultima fabbrica di Mariupol e un simbolo della resilienza ucraina nella strategica città portuale – ora in rovina con oltre 20.000 residenti che temono la morte.

L’acquisizione ha regalato al presidente russo Vladimir Putin una vittoria tanto necessaria nella guerra iniziata quasi tre mesi fa.

Dopo aver annunciato che le sue forze avevano rimosso l’ultimo dei bunker sotterranei dello stabilimento di Mariupol, il ministero della Difesa russo ha pubblicato un video dei soldati ucraini catturati.

Ha detto che un totale di 2.439 si sono arresi.

Un soldato russo ispeziona un soldato ucraino che indossa una benda sull'occhio.
Tra i difensori c’erano membri del reggimento Azov.(AFP: Il servizio stampa del Ministero della Difesa russo)

Funzionari russi e media statali hanno cercato di classificare i combattenti come neonazisti e criminali.

I membri della famiglia dei combattenti, che appartenevano a una varietà di unità militari e delle forze dell’ordine, hanno chiesto loro di concedere loro i diritti di prigionieri di guerra e l’eventuale ritorno in Ucraina.

Il vice primo ministro Irina Vereshuk ha dichiarato sabato che l’Ucraina “combatterà per il ritorno” di ciascuno di loro.

pubblicato E aggiornato

READ  Tucker Carlson: Murdoch sostiene l'ospite di Fox News nel clamore della "sostituzione bianca" | Fox News