Settembre 23, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I tifosi sauditi saltano la conferenza stampa della MotoGP VR46

Valentino Rossi. Foto: MotoGP.com

Il principe saudita, i cui interessi sembrano sostenere il nuovo team MotoGP di Valentino Rossi, non è riuscito a tenere una conferenza stampa per spiegare la partnership come aveva promesso.

Sua Altezza Reale il Principe Abdulaziz bin Abdullah Al Saud, la sua holding Tanal Entertainment Sport & Media e la compagnia petrolifera per lo più statale Aramco, tutte legate al passaggio di VR46 in prima classe il prossimo anno.

Il principe ha detto ai media italiani alla fine della scorsa settimana che mercoledì si terrà una conferenza stampa per fornire i dettagli della torbida partnership.

Ha anche affermato all’epoca che il supporto ammontava a $ 18 milioni all’anno e ha promesso di fornire l’intero importo per VR46 questa settimana.

Tuttavia, mercoledì è andato e venuto, e non c’è stata alcuna conferenza stampa, né apparentemente un comunicato stampa di Tanal, che ha fatto l’annuncio originale alla fine di aprile.

Questo annuncio, che doveva confermare il tanto atteso passaggio/espansione della VR46 dalle classi entry level alla MotoGP, ha nominato Aramco title sponsor.

Nonostante il principe sia il proprietario dell’Aramco, il più grande produttore mondiale di petrolio, l’azienda ha negato di essere a conoscenza dell’accordo e non sembra esserci stato alcun cambiamento in quella posizione, almeno in pubblico.

I dubbi hanno portato a una teoria secondo cui i pensieri di Rossi sul posticipo del ritiro erano motivati ​​dalla possibilità che un importante sponsor alternativo raccogliesse fondi in sella alla VR46, prima che l’italiano annunciasse effettivamente che avrebbe indossato il casco.

Intorno al momento di questo annuncio di ritiro, è emerso un rapporto dalla sua nativa Italia secondo cui il 42enne era in trattative per venderlo a Prince/Tanal, cosa che Rossi ha negato.

READ  INK Entertainment espanderà la sua presenza negli Stati Uniti con cinque nuovi slot nel sud della Florida nei prossimi otto mesi

Già, almeno una scadenza per una conferenza stampa è arrivata e se n’è andata, qualcosa che Prince la scorsa settimana ha inserito nella routine.

“Abbiamo un accordo con Valentino e VR46, ma sono sorti problemi perché l’abbiamo annunciato troppo presto”, ha spiegato.

Per legge, questi progetti devono essere pubblicizzati prima a livello nazionale e poi a livello internazionale.

“Stiamo finalizzando gli ultimi dettagli in questi giorni con i quattro ministeri coinvolti – Sport, Finanza, Finanza internazionale e Media – e la prossima settimana – mercoledì – ci sarà una conferenza ufficiale del governo dove forniremo tutti i dettagli”.

L’Arabia Saudita sta operando su UTC + 3, quindi mercoledì è ormai passato, senza alcuna parola da parte del Principe o di Tanal, un silenzio confermato dai rapporti dall’Italia.

La VR46 continua ad andare avanti con il suo progetto MotoGP, prevedendo la fornitura di moto Ducati.

Luca Marini occuperà uno dei posti, mentre l’attuale pilota VR46 Moto2 Marco Pesici dovrebbe unirsi a lui nella formazione di prima classe il prossimo anno.

Il round 12 della stagione in corso, il Gran Premio di Gran Bretagna, si svolge a Silverstone questo fine settimana.