Maggio 20, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I talebani ordinano alle donne di coprirsi dalla testa ai piedi

AfghanistanI governanti talebani hanno ordinato a tutte le donne afghane di vestirsi da capo a piedi in pubblico, un asse di linea dura che ha confermato i peggiori timori degli attivisti per i diritti ed era destinato a complicare ulteriormente i rapporti dei talebani con una comunità internazionale già diffidente.

Il decreto stabilisce che le donne dovrebbero lasciare la casa solo quando necessario e che i parenti maschi saranno puniti – dalla citazione in tribunale e dall’escalation alle udienze in tribunale e alla reclusione – per aver violato il codice di abbigliamento delle donne.

Questo è stato l’ultimo di una serie di decreti oppressivi che ha emesso talebano Leadership, non tutto è implementato.
Alle donne afghane è stato ordinato di coprirsi dai talebani. (AFP)

Il mese scorso, ad esempio, i talebani hanno vietato alle donne di viaggiare da sole, ma dopo un giorno di opposizione, questo è stato silenziosamente ignorato da allora.

La Missione di assistenza delle Nazioni Unite in Afghanistan si è detta molto preoccupata per quella che sembrava essere una direttiva ufficiale da attuare e attuare, aggiungendo che avrebbe chiesto chiarimenti ai talebani sulla decisione.

“Questa decisione è in contrasto con le numerose assicurazioni in merito al rispetto e alla protezione dei diritti umani per tutti gli afgani, compresi i diritti delle donne e delle ragazze, che i rappresentanti talebani hanno fatto alla comunità internazionale durante le discussioni e i negoziati negli ultimi dieci anni”, ha affermato in una dichiarazione. affermazione.

Il decreto, che invita le donne a mostrare solo gli occhi e raccomanda di indossare il burqa dalla testa ai piedi, ha sollevato restrizioni simili per le donne durante il precedente governo talebano tra il 1996 e il 2001.

Una donna afgana cammina nel vecchio mercato nel centro cittadino di Kabul, in Afghanistan.
Una donna afgana cammina nel vecchio mercato nel centro cittadino di Kabul, in Afghanistan. (AFP)

“Vogliamo che le nostre sorelle vivano in dignità e sicurezza”, ha affermato Khaled Hanafi, vice ministro ad interim dei talebani e ministero delle virtù.

I talebani avevano precedentemente deciso di non riaprire le scuole per le ragazze al di sopra del sesto anno, rinnegando una precedente promessa e scegliendo di addolcire la loro base dura a costo di alienare ulteriormente la comunità internazionale. Ma questo decreto non gode di ampio consenso in una leadership divisa tra pragmatici e intransigenti.

Questa decisione ha interrotto gli sforzi dei talebani per ottenere il riconoscimento da potenziali donatori internazionali in un momento in cui il paese è immerso in una crisi umanitaria sempre più profonda.

Sher Muhammad, un funzionario del Ministero del Vizio e della Virtù, ha affermato in una nota.

Disse: “Le donne che non sono né giovani né anziane dovrebbero coprirsi il viso, tranne gli occhi”. “I principi islamici e l’ideologia islamica sono più importanti per noi di qualsiasi altra cosa”, ha detto Hanafi.

La ricercatrice afgana Heather Barr di Human Rights Watch ha esortato la comunità internazionale a esercitare pressioni concertate sui talebani.

Le donne afghane aspettano di ricevere razioni di cibo distribuite da un gruppo di aiuti umanitari saudita a Kabul, in Afghanistan, il mese scorso.
Le donne afghane aspettano di ricevere razioni di cibo distribuite da un gruppo di aiuti umanitari saudita a Kabul, in Afghanistan, il mese scorso. (AFP)

“E’ tempo per una risposta seria e strategica all’aggressione dei talebani ai diritti delle donne”, ha scritto su Twitter.

Una coalizione guidata dagli Stati Uniti ha rovesciato i talebani nel 2001 per aver ospitato il leader di al-Qaeda Osama bin Laden ed è tornata al potere dopo la caotica partenza dell’America lo scorso anno.

Sabato il Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca ha condannato il decreto talebano e li ha esortati a revocarlo immediatamente.

“Ne stiamo discutendo con altri paesi e partner. La legittimità e il sostegno che i talebani cercano dalla comunità internazionale dipendono interamente dal loro comportamento, in particolare dalla loro capacità di sostenere gli impegni dichiarati con l’azione”, ha affermato in una nota.

Da quando ha preso il potere lo scorso agosto, la leadership talebana ha litigato tra di loro mentre lottano per passare dalla guerra al governo. Ha contrapposto gli intransigenti ai più pragmatici tra loro.

Una portavoce dell’ONG italiana Pangia, che da anni aiuta le donne in Afghanistan, ha affermato che la nuova decisione sarebbe stata molto difficile per loro perché avevano vissuto in relativa libertà fino alla presa del potere dei talebani.

“Negli ultimi 20 anni hanno avuto una consapevolezza dei diritti umani e nel giro di pochi mesi li hanno persi. È tragico (ora) avere una vita che non esiste”, ha detto al telefono Silvia Redigolo. Lei disse.

Ciò che fa infuriare molti afgani è sapere che molti membri talebani della generazione più giovane, come Sirajuddin Haqqani, istruiscono le loro ragazze in Pakistan, mentre in Afghanistan donne e ragazze sono state prese di mira da editti repressivi da quando hanno preso il potere.

Alle ragazze è stato vietato di andare a scuola dopo il sesto anno nella maggior parte del paese dal ritorno dei talebani. Le università hanno aperto all’inizio di quest’anno nella maggior parte del paese, ma da quando hanno preso il potere, le ordinanze talebane sono state irregolari. Mentre alcune province hanno continuato a fornire istruzione a tutti, la maggior parte delle province ha chiuso gli istituti di istruzione per ragazze e donne.

Hashemi ha affermato che l’amministrazione talebana di orientamento religioso teme che andare avanti con l’iscrizione di ragazze oltre la prima media possa alienare la loro base rurale.

Nella capitale, Kabul, scuole private e università operano senza interruzioni.

READ  La mamma muore di Covid-19 dopo aver rifiutato di prenotare un appuntamento per il vaccino