Settembre 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I russi sfruttano una scappatoia in Serbia per evitare il divieto di volo dell’UE | Industrie delle compagnie aeree

I russi stanno sfruttando una scappatoia nota come “portellone serbo” per fuggire in Europa e superare un divieto generale dell’Unione Europea sui voli da e per la Russia.

Air Serbia, per lo più di proprietà statale, ha raddoppiato il numero di voli diretti da Mosca a Belgrado a 15 a settimana per soddisfare la domanda in rapida crescita dopo che l’Unione Europea ha bandito gli aerei e le compagnie aeree russe dal suo spazio aereo, in seguito all’invasione dell’Ucraina da parte di Vladimir Putin. La Russia ha risposto chiudendo il suo spazio aereo agli aerei dell’Unione Europea e del Regno Unito.

La Serbia non è un membro dell’Unione Europea e ha rifiutato di imporre sanzioni alla Russia, ma i suoi aerei sono liberi di transitare nello spazio aereo dell’UE. Ciò ha reso la nazione balcanica “l’unico corridoio aereo europeo rimasto aperto alla Russia”, secondo la società di analisi di viaggio ForwardKeys.

ForwardKeys ha affermato che la capacità dei posti delle compagnie aeree tra Russia e Serbia è aumentata del 50% nella prima settimana di marzo rispetto alla settimana prima dell’ingresso dei carri armati russi in Ucraina. La capacità è destinata ad aumentare ulteriormente nelle prossime settimane, secondo la società.

“Il clou è la velocità con cui la Serbia è diventata la porta di accesso tra la Russia e l’Europa”, ha affermato Olivier Ponty, vicepresidente della società di statistica ForwardKeys.

I russi che arrivano in Serbia viaggiano in Europa e le prossime destinazioni più importanti sono Cipro, Francia, Svizzera e Italia. I russi viaggiano anche nel Regno Unito, Slovenia, Austria, Germania e Spagna.

Al momento in cui scrivo, c’era un solo posto in business class su un volo del sabato da Mosca a Belgrado, al costo di £ 583, e non c’erano posti in classe economica.

Il titolo e l’introduzione di questo articolo sono stati modificati l’11 marzo 2022 per rimuovere il suggerimento che solo i russi facoltosi utilizzino i voli.

READ  Il numero di casi globali di Covid-19 ha superato i 272 milioni e il bilancio delle vittime è salito a oltre 5,32 milioni