Ottobre 21, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I razzisti populisti in Italia sono gravemente feriti

Da più di un decennio, in Italia, l’ascesa al potere dei populisti di estrema destra è prevedibile. Ma ci sono buone notizie. Gli elettori potrebbero aver fermato la continua deriva a destra del paese.

Il centrosinistra italiano si risveglia

Nell’ultimo turno delle elezioni comunali, la destra politica italiana ha fallito gravemente in tre delle maggiori città del Paese, Bologna, Milano e Napoli.

I vincitori sono del centro sinistra. Ciò è tanto più sorprendente perché a livello nazionale i partiti di centrosinistra italiani sembravano impotenti e deboli – come il partito laburista britannico oi socialisti francesi.

Il risultato lascerà sicuramente interrogativi su presupposti di vecchia data secondo cui la destra, composta da Fratelli d’Italia da Georgia Meloni e Lega Matteo Salvini, avrà una chance nelle prossime elezioni nazionali che non si terranno entro il 2023. I due partiti votano regolarmente al 40% e sembrano correre con impazienza per le imminenti elezioni.

ciclista

Nell’impedire queste feste, la pandemia di Corona, che per la prima volta in Europa è arrivata inesorabilmente in Italia, ha svolto il suo ruolo. Fu un fattore importante nell’opinione pubblica che inclina favorevolmente verso una maggiore tecnocrazia, nella forma del governo di Mario Draghi.

La gestione da parte di Draghi della pandemia e dell’economia italiana negli ultimi 10 mesi è stata impressionante. Quasi il 70% della popolazione è stata completamente vaccinata, i casi di Covid rimangono bassi e le attività hanno potuto riaprire. Il clima è positivo e non lascia molto spazio allo sfruttamento di Salvini e Meloni.

Successivo: La battaglia per Roma

L’elezione del sindaco doveva essere un’opportunità per Lega e Fratelli d’Italia di aumentare le proprie possibilità nelle prossime elezioni politiche.

READ  Allianz ha collaborato con il Global Marine Group

Con Milan, Napoli e Bologna di testa a sinistra del centro, tutti gli occhi erano puntati sulla ripetizione di Roma perché il risultato era troppo vicino per essere prevedibile.

La capitale italiana è un microcosmo dei temi politici del Paese. Ha visto diminuire il populismo come forza elettorale, a causa dell’incompetente gestione della città da parte di Virginia Raggi del Movimento 5 Stelle populista. Non è riuscita a vincere un secondo mandato come sindaco di Roma.

Raggi sostituirà Enrico Michetti dal roster di centrodestra o Roberto Gualtieri dal centrosinistra. Entrambi hanno preso circa il 30%.

Riprendere correttamente Roma doveva essere facile, soprattutto perché attirava componenti pro-business. Ma il candidato di quel campo ha condotto una campagna povera.

Ad esempio, Michetti ha sostenuto il ritorno del saluto romano fascista ed è stato accusato di aver rubato il suo programma elettorale a Draghi e Meloni, tra gli altri.

Quello che le elezioni sindacali a Roma hanno già dimostrato è che l’ascesa del diritto al potere in tutta Italia non è più un dato di fatto.

E Salvini?

Come alfiere della destra, Matteo Salvini è salito alla ribalta sulla scia del tracollo finanziario globale e ha brillato sotto i riflettori durante la crisi dei migranti.

La sua politica di estrema destra basata sulla retorica anti-immigrati e sull’euroscetticismo su e giù per il paese lo ha reso il politico italiano più famoso a metà dell’ultimo decennio dopo la vittoria di Donald Trump e la Brexit nell’Anglosfera.

Ora parte della coalizione di governo di Draghi, Salvini ha ammorbidito la sua retorica antieuropea. I problemi politici che affliggono l’Italia hanno drasticamente trasformato la politica del Paese negli ultimi due anni.

READ  Capitano di nave italiano condannato per aver inviato migranti in Libia

La chiamata di Draghi

L’attenzione non è più sull’assurdità politica o sulla glorificazione, come spesso accade. Invece, gli italiani sono interessati all’efficienza del governo per guidare la ripresa economica dalla pandemia, riparare le infrastrutture del Paese e affrontare il cambiamento climatico.

Con l’Italia che riceve in tempo il grosso del Recovery Fund europeo, l’acquisto di Salvini, Meloni e del fondo trucchi giusti è inferiore a prima.

Al di là delle competenze di Draghi, ora devono fare i conti con il riemergere del centrosinistra nei centri urbani più importanti d’Italia. Spetta ai partiti di sinistra eguagliare questo successo sulla scena nazionale e sfidare la presunta vittoria della destra alle prossime elezioni politiche.

fuori dall’italia

Le elezioni sindacali in Italia – insieme alle vittorie del centrosinistra in Germania e nei paesi nordici, nonché della sinistra al potere in Spagna e Portogallo – confermano che il populismo sta svanendo nel suo fascino.

Politici e funzionari moderati di centrodestra e pro-UE nei Paesi Bassi o in Grecia sostengono maggiormente questo risultato