Agosto 8, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I politici di Hong Kong pro-Pechino hanno prestato giuramento dopo le elezioni “solo patrioti”

I politici della nuova legislatura “solo patrioti” di Hong Kong hanno prestato giuramento, dopo che le elezioni di dicembre nella città hanno vietato la candidatura a candidati non fedeli a Pechino.

L’amministratore delegato di Hong Kong Carrie Lam ha supervisionato la cerimonia di lunedì, che ha visto 90 politici neoeletti giurare sotto l’emblema nazionale cinese.

L’emblema ha sostituito il tradizionale emblema della città in linea con il National Flag and National Emblem Act, che impone la visualizzazione di giuramenti da parte dei funzionari.

La maggior parte di loro ha prestato giuramento in cantonese, la versione cinese comunemente e ufficialmente utilizzata a Hong Kong.

Per la prima volta, tre funzionari eletti hanno espresso le loro promesse in mandarino, la versione cinese utilizzata ufficialmente nella Cina continentale, ma non a Hong Kong.

Il parlamento cinese ha annunciato cambiamenti drastici al sistema elettorale di Hong Kong nel maggio 2021, che includevano la riduzione del numero di seggi eletti direttamente e la richiesta di tutti i candidati di essere selezionati da un comitato in gran parte pro-Pechino.

Dopo i cambiamenti, molti esponenti dell’opposizione si sono rifiutati di candidarsi, hanno lasciato Hong Kong o sono stati imprigionati.

L’affluenza alle urne alle elezioni di dicembre è stata solo del 30,2 per cento, dopo aver affrontato un boicottaggio dopo i cambiamenti che i critici hanno definito non democratici.

ABC / filo

READ  La Corea del Nord deve affrontare la devastazione economica a causa della carenza di cibo e medicine | Corea del nord