Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I parlamentari cercano di congelare i beni ‘accelerati’ degli oligarchi prima delle sanzioni ufficiali | Ucraina

I beni degli oligarchi russi sospettati di legami con Vladimir Putin potrebbero essere confiscati anche prima che le autorità britanniche completino le misure formali per imporre sanzioni, come parte di piani di vasta portata in discussione lunedì in parlamento.

La mossa – introdotta in un emendamento all’Economic Crimes Bill dall’ex ministro del governo conservatore David Davis e sostenuta da un gruppo di parlamentari interpartitici – sarebbe, se approvata, la misura più difficile finora da reprimere sul denaro russo non autorizzato. il progetto è nel Regno Unito.

Il governo venerdì ha adottato una serie di mosse per inasprire il regime delle sanzioni del Regno Unito dopo le diffuse critiche secondo cui era stato più lento ad agire rispetto all’Unione Europea e agli Stati Uniti.

Minando l’affermazione di Boris Johnson secondo cui il Regno Unito stava aprendo la strada alle sanzioni, i ministri hanno deciso di apportare modifiche all’Economic Crimes Bill per consentire al Regno Unito di imporre sanzioni a chiunque sia già preso di mira dall’UE o dagli Stati Uniti.

Hanno anche deciso di limitare le tutele dei diritti umani che finora hanno protetto dalle sanzioni gli oligarchi con interessi nel Regno Unito.

Tuttavia, l’emendamento Davis andrebbe molto oltre, stabilendo di fatto una corsia preferenziale per consentire il congelamento preventivo dei beni solo nei casi in cui sono solo “in fase di revisione” ma in cui tutte le formalità legali necessarie ai sensi della legge attuale non sono state completate.

Roman Abramovich, proprietario del Chelsea Football Club, è tra coloro che dovranno affrontare la confisca dei propri beni senza indugio se l’emendamento all’Economic Crimes Act verrà approvato. Fotografia: Mark Payne/Alami

Il gruppo di parlamentari che sostengono la mossa si incontrerà per discutere le tattiche prima del dibattito alla Camera dei Comuni lunedì.

L’emendamento afferma che i ministri possono agire contro “qualsiasi persona soggetta a sanzioni” in un modo che impedisce loro di “vendere qualsiasi attività” o “spostare i propri soldi al di fuori del Regno Unito”.

Ciò includerà terreni, case, appartamenti, attività commerciali, yacht o barche e aerei, che potrebbero aprire la strada alla confisca dei beni di oligarchi come il proprietario del Chelsea Football Club Roman Abramovich.

Il piano di Davis ha già il sostegno dei principali parlamentari laburisti, tra cui Chris Bryant e Kevin Jones, nonché Lib Dem Layla Moran e l’ex ministro del governo conservatore Andrew Mitchell.

Fonti sindacali ritengono che se verrà scelto dal presidente della Camera, è probabile che troverà ampio sostegno in tutta la Camera. I laburisti stanno lavorando a stretto contatto con i ministri del Partito conservatore dietro le quinte per inasprire le norme sulle sanzioni in uno spirito di cooperazione interpartitica.

Oggi, sabato, fonti della polizia italiana hanno riferito che erano state sequestrate una villa di proprietà dell’imprenditore miliardario Alisher Usmanov sull’isola mediterranea della Sardegna e una villa sul lago di Como di proprietà del presentatore televisivo ufficiale Vladimir Solovyov.

La scorsa settimana il Regno Unito ha sanzionato Usmanov, un partner commerciale vicino all’azionista di maggioranza dell’Everton Football Club e coinvolto in diversi accordi di sponsorizzazione multimilionari con il club.

Yacht appartenenti all’uomo più ricco della Russia, Alexei Mordashov, e Gennady Timchenko, che ha stretti legami con Putin, sono stati prenotati anche nei porti dell’Italia settentrionale e si ritiene che in passato gli oligarchi russi abbiano acquistato molte delle ville in località italiane selezionate 20 anni e fonti. La banca italiana ha affermato che nei prossimi giorni dovrebbero essere sequestrati altri beni poiché i paesi occidentali applicheranno massicce sanzioni nel tentativo di costringere la Russia a ritirarsi dall’Ucraina. Bloccare i beni di persone ed entità quotate nell’Unione Europea.

È noto che i russi hanno investito circa 1,1 miliardi di sterline in proprietà londinesi, ma mentre solo 15 dei pochi sono stati sanzionati nel Regno Unito, il numero è quasi il doppio rispetto all’UE.

La legge sui crimini economici creerebbe per il pubblico Iscrizione Dai “proprietari effettivi” alle entità non britanniche che possiedono o acquistano terreni nel Regno Unito, Companies House gestisce, fornendo alle autorità le informazioni iniziali di cui hanno bisogno per imporre sanzioni.

Chiunque desideri possedere proprietà o terreni nel Regno Unito dovrà identificare e registrare i propri titolari effettivi. Avranno sei mesi dall’entrata in vigore della legge per vendere la loro terra o registro.

Il lavoro premerà lunedì per ridurre questo periodo a 28 giorni, sostenendo che il periodo di sei mesi offre agli oligarchi una finestra molto lunga per vendere e trasferire i loro beni.

L’emendamento Davis è tra le dozzine che i parlamentari di tutte le parti hanno presentato per inasprire il regime delle sanzioni, la parlamentare laburista Margaret Hodge ha introdotto un emendamento che stabilisce che i proprietari d’oltremare devono registrare squadre di calcio, aerei o yacht, nonché proprietà e terreni. nel nuovo menù.

Il deputato laburista Bryant ha affermato la scorsa settimana che Abramovich è “terrificato di essere sanzionato” e si sta affrettando a vendere la sua proprietà nel Regno Unito per evitare potenziali sanzioni finanziarie.

READ  La Gran Bretagna mette in guardia dal fare affidamento sul gas russo alla riunione dei ministri del G7