Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I mercati sono in calo poiché l’aumento dei prezzi del petrolio e del gas alimenta i timori di inflazione accompagnati da una stagnazione economica | Affare

La Russia appare sempre più coinvolta nel conflitto e, con i continui bombardamenti delle città ucraine e la continua tragedia umana, si ipotizza che gli Stati Uniti e l’Europa si vendicheranno vietando le esportazioni di energia russa. Ciò avrà un forte effetto sulle loro economie, con le pressioni sull’offerta nei mercati globali che faranno salire i prezzi per le industrie su tutta la linea e renderanno la crisi del costo della vita ancora più dolorosa. Ciò aumenta la pressione sui responsabili delle politiche delle banche centrali, che trovano sempre più difficile camminare sul filo del rasoio per cercare di abbassare l’inflazione aumentando i tassi di interesse, il che renderebbe i costi complessivi insopportabili, portando potenzialmente le economie alla deflazione.

Un barile di greggio Brent è balzato del 15% prima al suo punto più alto dal 2008, salendo a $ 139, prima di stabilizzarsi di nuovo a poco più di $ 126. Questo è ancora un livello molto scomodo per le imprese e i consumatori che sono destinati a pagare il prezzo in termini di costi di trasporto più elevati.

I prezzi del gas naturale in Europa sono esplosi dall’inizio dell’anno e oggi hanno raggiunto il massimo storico di oltre 240 euro per megawattora. Se le esportazioni russe vengono fermate, lascerà un enorme divario nel fabbisogno energetico europeo, dato che il Paese rappresenta oltre il 30% delle importazioni di gas naturale della regione.

READ  Necrologio di Benny Morse (2021) - Paynesville, Ohio