Febbraio 4, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I media statali vietano ai cittadini di vedere folle di tifosi di calcio con le mascherine

Gli utenti dei social media hanno pubblicato su Twitter che la trasmissione della Coppa del Mondo cinese non includeva primi piani di tifosi senza maschera, che sono stati invece sostituiti con angolazioni incentrate su allenatori o giocatori.

Alcuni hanno persino pubblicato filmati della Coppa del Mondo così come appare in altri paesi, tra cui Australia e Regno Unito, insieme a trasmissioni cinesi delle stesse clip del gameplay, mostrando la netta differenza.

Le trasmissioni modificate hanno influenzato molte partite, tra cui la vittoria dell’Australia sulla Tunisia sabato sera, così come la partita del Giappone contro il Costa Rica e la partita della Croazia contro il Canada.

Durante l’ultima partita, la trasmissione internazionale mostra il tiro di un tifoso croato in festa dopo il primo gol di Andrej Kramaric. La trasmissione cinese ha invece mostrato uno scatto dell’allenatore Zlatko Dalic.

La trasmissione internazionale della partita Croazia vs Canada (a sinistra) e quella trasmessa in Cina (a destra). (Twitter)

L’autore Mark Dreyer, un utente di Twitter che ha pubblicato il filmato insieme, ha affermato che la decisione di modificare il filmato della folla è stata “dovuta al contraccolpo dei fan cinesi che hanno visto la folla smascherata in Qatar”.

Tifosi e sostenitori australiani durante la partita della Coppa del mondo australiana contro la Tunisia.
Le trasmissioni modificate hanno influenzato diverse partite, inclusa la vittoria dell’Australia sulla Tunisia sabato sera. (Foto AP/Ricardo Mazlan)

La censura arriva tra le crescenti proteste contro la politica anti-COVID della Cina

Mentre migliaia di tifosi senza mascherina assistono a ogni partita della Coppa del Mondo, la Cina continua la sua politica di non diffusione del coronavirus nonostante le crescenti infezioni – e proteste.

Per la prima volta da decenni, migliaia di persone hanno sfidato le autorità del paese per protestare nei campus e per le strade delle principali città, chiedendo la liberazione non solo dai test e dai blocchi in corso per il COVID-19, ma anche dalla rigida censura e dai comunisti Festa. Presa salda su tutti gli aspetti della vita.

Quel censore ha alzato la testa in risposta alle proteste.

Man mano che Twitter cerca dimostrazioni in Cina diventa sempre più forte, ora stanno restituendo un’ondata di spam, pornografia e discorsi che secondo alcuni ricercatori di disinformazione a prima vista sembra essere un tentativo deliberato da parte del governo o dei suoi alleati di inondare immagini di manifestazioni .

I poliziotti sospendono e arrestano un manifestante durante una manifestazione a Shanghai questo fine settimana. (AP)

Dalla fine della scorsa settimana fino a lunedì, le ricerche in cinese dei principali punti caldi della protesta, tra cui Pechino, Shanghai, Nanchino e Guangzhou, hanno prodotto un flusso costante di adescamenti, immagini di donne poco vestite in pose suggestive e frammenti di parole e frasi apparentemente casuali.

Molti dei tweet che la CNN ha recensito lunedì provenivano da account creati mesi fa, che in realtà non seguono altri account e non hanno follower propri.

L’aumento del sospetto comportamento non autentico ha fatto seguito a un incendio mortale nella provincia cinese dello Xinjiang, in cui almeno 10 persone sono state uccise a causa delle restrizioni di blocco del COVID-19 che hanno impedito ai primi soccorritori di accedere all’incendio.

Le fiamme e la frustrazione a lungo ribollente per la politica del paese contro il coronavirus hanno contribuito a stimolare rare proteste in Cina.

L’ascesa di Xi Jinping a uno degli uomini più potenti del mondo

“Non sta accadendo solo nello Xinjiang, ma in qualsiasi questione cinese che è delicata in questo momento”, ha affermato Charlie Smith, co-fondatore pseudonimo di GreatFire.org, un gruppo di attivismo digitale con sede in Cina.

“Guarda in qualsiasi città che ha visto un picco nei casi di coronavirus o ha avuto proteste di strada durante il fine settimana e vedrai la stessa cosa”.

Twitter è ufficialmente vietato in Cina, ma le stime del numero di utenti Twitter nel paese vanno da 3 milioni a 10 milioni.

READ  Gli ultimi numeri di casi COVID-19 da tutti gli stati e territori