Luglio 5, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I leader del Pacifico stringono un accordo per impedire la divisione della Micronesia con il Forum delle Isole del Pacifico

I leader delle isole del Pacifico hanno raggiunto un accordo che sembra destinato a impedire la scissione del principale ente regionale della regione, compiendo un passo importante verso la guarigione della brutta spaccatura che una feroce competizione di leadership ha aperto l’anno scorso.

In base all’accordo, i leader micronesiani hanno abbandonato la loro richiesta che l’attuale segretario generale del Forum delle Isole del Pacifico, Henri Bona, si dimetta immediatamente e gli consenta invece di scontare il suo mandato fino al 2024.

In cambio, il signor Bona sarà sostituito da un candidato micronesiano alla scadenza del suo mandato.

Il ruolo sarà poi ruotato nelle tre regioni del Pacifico – Melanesia, Polinesia e Micronesia – nel tentativo di prevenire il ripetersi del conflitto che ha quasi portato le nazioni micronesiane a ritirarsi dal Forum.

L’accordo è stato firmato da un certo numero di alti leader del Pacifico dopo un incontro critico faccia a faccia a Suva martedì.

Ai colloqui hanno partecipato l’attuale presidente del Forum delle Isole del Pacifico e il primo ministro delle Fiji Frank Bainimarama, il primo ministro samoano Viame Naomi Matava, il primo ministro delle Isole Cook Mark Brown e tre leader della Micronesia.

Il primo ministro delle Isole Cook Henry Bona respinge le accuse di parte
In base all’accordo, Henri Bona completerà il suo intero mandato fino al 2024.(AFP: Marty Melville)

L’accordo dovrà ancora essere ratificato alla riunione dei leader del Forum delle Isole del Pacifico in programma a Suva il mese prossimo, ma la maggior parte degli osservatori prevede che sarà una formalità.

pubblicato E il aggiornato

READ  La Cina accusa l'Australia di fomentare conflitti con le crescenti carenze del Partito Comunista Cinese