Novembre 27, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I giovani disoccupati e l’esodo dei ricchi in una “storia di successo” Shi

Inoltre, ci sono ancora alcuni dubbi sul fatto che Xi continuerà a spingere con forza per ridurre le disuguaglianze a fronte di un forte rallentamento della crescita. Nel settore immobiliare, ad esempio, il partito ha cercato di limitare gli eccessi nel mercato immobiliare. Tuttavia, la crisi immobiliare di quest’anno ha spinto il governo a invertire tale politica.

Caricamento in corso

Per quanto riguarda il nazionalismo, il partito ha cercato di incoraggiarlo tra la popolazione dagli anni ’90. Xi raddoppia su questo per riaffermare l’obiettivo a lungo termine del partito di ringiovanimento nazionale. Ma il crescente nazionalismo cinese negli ultimi tre decenni è stato costruito sulla crescente prosperità del paese. Ma nell’ultimo anno, il pessimismo ha sostituito l’ottimismo e, di conseguenza, le persone sono diventate meno nazionaliste.

Non solo per il rallentamento della crescita. In Cina, la politica zero COVID ha portato al riemergere del braccio forte dello Stato. Questo è evidente ovunque sotto forma di “Big White” – funzionari del governo che impongono la quarantena e i test. Alcuni dei loro atti disumani sono stati criticati nel paese, da abuso di animali domestici Per costringere le persone a rimanere nei loro edifici durante il terremoto. E poi c’era un file Un incidente di autobus in quarantena ha ucciso 27 persone mentre si dirigevano verso la struttura di quarantena.

Mentre i cittadini cinesi una volta erano orgogliosi dell’attenzione del partito sulla protezione delle vite all’inizio dell’epidemia, le misure eccessive di conformità hanno portato a proteste, sfiducia nei confronti della competenza dei funzionari locali e dubbi sulla politica COVID.

Il problema è particolarmente acuto in quanto non esiste ancora una tabella di marcia per porre fine alla politica zero COVID, che si tratti di vaccini o altro. Il funzionario del partito responsabile del caotico lockdown a Shanghai è stato promosso al secondo posto più potente del partito. Il segnale della convenzione di partito è che la politica continuerà. Nel frattempo, i test COVID ora rappresentano fino all’1,3% del prodotto interno lordo cinese e il 7,2% delle entrate pubbliche, rendendo più difficile lo smantellamento del sistema di test obbligatori. Anche i governi locali avranno difficoltà a rinunciare al potere e al controllo che hanno ottenuto dai blocchi.

READ  Il presidente della CNN Jeff Zucker si dimette dopo non aver rivelato la relazione con il collega

Caricamento in corso

Vivendo nella costante incertezza dei blocchi e, a volte, dell’applicazione arbitraria delle quarantene, sempre più cittadini della classe media e benestanti stanno valutando la possibilità di lasciare la Cina. Coloro che vivono all’estero stanno ripensando ai loro piani per tornare. Ciò potrebbe ostacolare gravemente gli sforzi della Cina per attirare un numero sufficiente di persone per realizzare la sua ambizione di diventare una superpotenza tecnologica.

Mentre Xi ha vinto il suo terzo mandato, il partito deve affrontare un periodo difficile. In futuro, potremmo guardare al 2022 come a un punto di svolta in cui l’ottimismo si è trasformato in pessimismo.

Molto dipende dal fatto che Xi Jinping sia in grado di diversificare con successo le fonti di legittimità del partito mentre l’economia rallenta. Xi ha ragione sul fatto che potrebbero esserci “venti forti, acqua agitata e persino tempeste pericolose” – soprattutto se il partito non può rinnovare il contratto sociale con il popolo.

La newsletter Opinion è un riepilogo settimanale delle prospettive che ti sfideranno, avalleranno e ti informeranno sulle tue opinioni. Registrati qui.


Altre recensioni globali dal nostro acclamato libro

In Cina: Il completamento del consolidamento del potere di Xi Jinping quest’anno è stato inaspettato dalla maggior parte degli osservatori. Ora è “intoccabile” e più forte di Mao Zedong – Peter Harcher.

Le guerre culturali americane: I tassi di divieto sui libri in America sono aumentati con Per uccidere un mockingbirdE il Dove sono le cose selvagge E il Harry Potter Tra quelli della lista dei più bannati. La censura, da qualsiasi direzione, è una cosa brutta e schietta, ma conserva un fascino duraturo – Malcom Knox.

La battaglia per la leadership nel Regno Unito: Il dolore economico e il caos politico del Regno Unito possono essere una farsa: se non fosse trasmesso in televisione al mondo, la Gran Bretagna sarebbe esplosa. – Nick Bryant.

READ  Il bilancio delle vittime del crollo del condominio di Miami sale a nove