Dicembre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I futures sulle azioni statunitensi cadono, il dollaro sale mentre i risultati delle elezioni italiane aggiungono incertezza

I futures sugli indici azionari statunitensi sono scesi alla fine di domenica, suggerendo perdite lunedì, poiché la prevista vittoria di un partito di estrema destra in Italia si è aggiunta all’incertezza sui tassi di interesse e ai timori di recessione.

Dopo aver perso quasi 200 punti durante la sessione, i futures sul Dow Jones Industrial Average YM00,
-0,59%
Eastern è sceso di circa 150 punti, o 0,5%, a mezzanotte, mentre S&P 500 futures ES00,
-0,70%
e Nasdaq-100 futures NQ00,
-0,68%
È sceso dello 0,5% nel commercio attivo.

Gli investitori potrebbero essere stati rassicurati dal tono moderato assunto domenica sera dalla leader italiana di estrema destra Giorgia Meloni, dopo che i risultati parziali delle elezioni nazionali hanno mostrato il suo partito come vincitore.

I futures sulle azioni erano relativamente piatti prima che si diffondesse la notizia che si prevedeva che avrebbero vinto i Fratelli d’Italia, un partito di estrema destra con radici neofasciste. Ciò potrebbe avere effetti a catena sull’euro, sulle banche italiane e sui titoli di Stato italiani, scuotendo i mercati.

Indice del dollaro USA DXY,
+0,69%
L’euro è salito dello 0,7% contro l’USDEUR poiché il biglietto verde ha esteso i recenti guadagni,
+0,63%
e sterlina britannica USDGBP,
+2,47%,
È sceso ai minimi storici rispetto al dollaro.

Wall Street ha subito un’altra perdita settimanale venerdì sulla scia dell’ultimo aumento del tasso jumbo della Fed.

Dow Jones Industrial Average DJIA,
-1,62%
Ha chiuso a 486,27 punti, o 1,6%, a 29.590,41, mentre l’S&P 500 SPX,
-1,72%
Il Nasdaq Composite COMP è sceso di 64,76 punti, o dell’1,7%, a 3.693,23.
+2,62%
Ha chiuso in calo di 198,88 punti, o dell’1,8%, a 10.867,93.

Per la settimana, il Dow è sceso del 4%, l’S&P 500 è sceso del 4,6% e il Nasdaq è sceso del 5,1%, secondo i dati di mercato del Dow Jones.

READ  Il gruppo italiano della spazzatura fornisce servizi a Pattaya

Gli investitori sono preoccupati per la capacità della banca centrale di realizzare un cosiddetto “atterraggio morbido”, aumentando i tassi di interesse abbastanza da rallentare la crescita, ma non abbastanza da causare una recessione.

“Abbiamo bisogno di una recessione”, ha detto domenica il presidente della Fed di Atlanta Raphael Bostick in un’intervista. Ma Bostick si è detto ottimista sul fatto che si potrebbe ottenere un atterraggio morbido e che “l’economia dovrebbe assorbire le nostre azioni e rallentare in modo relativamente ordinato”.