Maggio 21, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I cittadini di Marocco, Albania e Cina ricevono la maggior parte dei permessi di soggiorno in Italia entro gennaio 2020

Marocchini, albanesi, cinesi e ucraini hanno il maggior numero di permessi di soggiorno italiani fino a gennaio 2020.

Secondo i dati forniti da Statista, da gennaio 2020 le autorità italiane hanno rilasciato un gran numero di permessi di soggiorno a marocchini.

SchengenVisaInfo.com riferisce che un totale di 428.835 marocchini hanno ottenuto permessi di soggiorno italiani entro il primo mese del 2020.

Sono stati rilasciati in totale 416.703 permessi agli albanesi, il secondo cittadino extracomunitario a ricevere il maggior numero di permessi di soggiorno italiani in questo periodo.

Anche i cittadini cinesi sono titolari di un gran numero di permessi di soggiorno italiani. I dati mostrano che l’Italia ha rilasciato un totale di 301.073 permessi a cittadini cinesi.

I paesi sopra menzionati sono seguiti da Ucraina, India e Filippine. A gennaio 2020, l’Italia aveva concesso 230.639 permessi di soggiorno agli ucraini. Nello stesso periodo, le autorità italiane hanno rilasciato 165.663 permessi a cittadini indiani e 157.664 permessi a filippini.

In fondo alla scala, invece, ci sono Bangladesh, Egitto, Pakistan e Moldova. A gennaio 2022 le autorità italiane avevano rilasciato 148.389 permessi di soggiorno a cittadini del Bangladesh, 141.452 dall’Egitto, 131.173 dal Pakistan e 119.603 dalla Moldova.

In precedenza, SchengenVisaInfo.com ha riferito che i cittadini non UE costituiscono il 5,3% della popolazione totale dell’UE. Secondo le statistiche dell’UE, l’ufficio statistico dell’UE, a gennaio 2021 c’erano circa 23,7 milioni di cittadini di Stati non membri dell’UE.

A gennaio 2021, 13,7 milioni di persone in uno Stato membro vivono come cittadini di un altro Stato membro.

“Al 1° gennaio 2021, 23,7 milioni di cittadini non membri di uno degli Stati membri dell’UE costituiscono il 5,3% della popolazione dell’UE. Inoltre, 13,7 milioni di persone vivono in uno stato membro dell’UE come cittadini di un altro paese dell’UE. Lo dice il rapporto di Eurostat.

READ  L'Italia blocca l'invio del vaccino AstraZeneca in Australia - Video

Il maggior numero di membri non UE vive in Germania: 10,6 milioni, Spagna 5,4 milioni e Francia e Italia 5,2 milioni. I non cittadini che vivono in questi quattro Stati membri dell’UE rappresentano il 70,3 per cento del numero totale di cittadini non UE.

In confronto, a gennaio 2021, il Lussemburgo ha la quota maggiore di stranieri, il 47% della sua popolazione totale. Anche Malta, Cipro, Austria, Estonia, Lettonia, Irlanda, Germania, Belgio e Spagna hanno tassi elevati di stranieri.