Ottobre 6, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I cartelloni pubblicitari celebrano la “nuova era” per la permanenza di Hong Kong in Australia nonostante le lamentele | Hong Kong

Cartelloni pubblicitari con un messaggio dell’uomo che ha guidato la repressione della sicurezza a Pechino Hong Kong Rimarrà per le strade australiane nonostante le lamentele.

Le pubblicità a Sydney e Melbourne celebrano una “nuova era” a Hong Kong, quando il Partito Comunista Cinese ha imposto nuove leggi sulla sicurezza e represso il dissenso.

Contiene un sito Web con un messaggio dell’amministratore delegato di Hong Kong John Lee, che ha supervisionato la repressione.

primo ministro Incorpora il tweet, questo cartellone pubblicitario che glorifica l'”era della Nuova Cina” della repressione a Hong Kong è nel vostro elettorato. Potete essere sicuri di rimuoverli al più presto?

Località: Marion St, Leichhardt pic.twitter.com/4I2xzq1zhh

– Kyinzom Dhongdue (@KyinzomDhongdue) 9 agosto 2022

Io ero tra loro Punito dagli Stati Uniti con l’accusa di “coercizione, arresto, detenzione o incarcerazione di individui soggetti all’autorità della legge sulla sicurezza nazionale, nonché partecipazione al suo sviluppo, adozione o attuazione”.

Una lettera di Lee afferma che Hong Kong celebra il 25° anniversario della Regione amministrativa speciale di Hong Kong, il momento in cui la Gran Bretagna ha formalmente consegnato Hong Kong a Cina.

“Mentre celebriamo questa gioiosa occasione che commemora il ritorno di Hong Kong nella madrepatria, sono pienamente fiducioso in un futuro promettente in cui, sotto gli auspici del nostro Paese, potremo scatenare la nostra forza unica sotto la rubrica ‘un paese, due sistemi’ ,” lui scrive.

I membri della comunità di Hong Kong in Australia, il collegamento tra l’Australia e Hong Kong, si sono formalmente lamentati degli standard pubblicitari per i cartelloni pubblicitari dell’autorità di regolamentazione della pubblicità, affermando che ritengono che violi il Codice etico della pubblicità.

Advertising Standards ha affermato di aver ricevuto “un piccolo numero di reclami su questa bacheca” e che il sistema di autoregolamentazione non accetta reclami su annunci politici.

“Sebbene comprendiamo che alcuni membri della community potrebbero trovare offensiva questa bacheca, questo tipo di contenuto non rientra nelle nostre competenze”, ha affermato il regolatore in una nota.

Iscriviti per ricevere ogni mattina le notizie più importanti da Guardian Australia.

Il sistema di autoregolamentazione della pubblicità in Australia è progettato per regolamentare il marketing commerciale e la pubblicità di prodotti e servizi.

Gli annunci politici promuovono un’idea o un punto di vista, piuttosto che un prodotto o servizio. Le pubblicità di partiti politici, gruppi di pressione e altri gruppi di interesse spesso rientrano in questa categoria”.

Il leader del Partito dei Verdi, Adam Bandt, ha affermato che si tratta di un “crudele promemoria” di ciò che è accaduto a Hong Kong.

“Allarmato nel vedere un cartellone pubblicitario tra gli elettori che glorifica la presunta ‘nuova era’ di Hong Kong dopo la brutale repressione della democrazia e degli attivisti della società civile”, ha twittato.

“È un crudele promemoria dei diritti e delle libertà che i residenti di Hong Kong hanno perso nella loro città e devono essere sradicati”.

Disturbato nel vedere un cartellone pubblicitario tra gli elettori che glorifica la presunta “nuova era” di Hong Kong dopo la brutale repressione della democrazia e degli attivisti della società civile. È un duro promemoria dei diritti e delle libertà che i residenti di Hong Kong hanno perso nella loro città e devono essere sradicati. pic.twitter.com/7mVt54qAdc

Adam Bandt 9 agosto 2022

JCDecaux, che ha un contratto per ospitare annunci sui suoi cartelloni pubblicitari, ha affermato di soddisfare “le politiche pertinenti relative alla pubblicità esterna”.

JCDecaux visualizza i contenuti forniti da terzi. Prima della pubblicazione, il contenuto pubblicitario è stato esaminato da JCDecaux rispetto al contenuto correlato Codici di settore e linee guida per l’industria dei media esterniUn portavoce ha detto.

La classifica dei diritti umani di Hong Kong è scesa dopo la violenta repressione delle proteste a favore della democrazia nel 2019 e l’introduzione di nuove leggi nel 2020.

All’inizio di quest’anno, un rapporto dell’Iniziativa per la misurazione dei diritti umani lo vedeva al fianco dell’Arabia Saudita e Più vicino all’ultima posizione della Cina.

READ  Quali sono i numeri vincenti per il jackpot Powerball Lotto da $ 80 milioni?