Ottobre 21, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

I capi delle finanze del G20 sostengono l’accordo fiscale globale

I leader finanziari delle principali economie del G-20 hanno approvato un accordo globale per rinnovare le tasse sulle società e si sono impegnati a continuare il sostegno fiscale alle loro economie, mantenendo l’inflazione sotto stretta sorveglianza.

I ministri delle finanze del G20 e i governatori delle banche centrali hanno anche affermato, dopo un incontro a Washington mercoledì, che il Fondo monetario internazionale dovrebbe creare un nuovo fondo fiduciario per dirigere l’emissione di $ 650 miliardi di riserve in contanti a un gruppo più ampio di paesi vulnerabili.

I leader finanziari hanno osservato in una dichiarazione che la ripresa economica “rimane molto diversa tra e all’interno dei paesi” ed è vulnerabile a nuove varianti di COVID-19 e a un ritmo irregolare delle vaccinazioni.

“Continueremo a sostenere la ripresa, evitando qualsiasi ritiro anticipato delle misure di sostegno, mantenendo la stabilità finanziaria e la sostenibilità finanziaria a lungo termine e proteggendo dai rischi al ribasso e dalle ripercussioni negative”, hanno affermato i leader finanziari del G20.

Date le crescenti pressioni inflazionistiche guidate da strozzature e carenze della catena di approvvigionamento mentre le economie lottano per normalizzarsi, i leader hanno affermato che le banche centrali stanno “monitorando da vicino le attuali dinamiche dei prezzi”.

“Agiranno secondo necessità per adempiere ai loro mandati, compresa la stabilità dei prezzi, considerando le pressioni inflazionistiche laddove sono temporanee e rimanendo impegnati a una chiara comunicazione delle posizioni politiche”, afferma la dichiarazione del G20.

Il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco ha dichiarato in una conferenza stampa che i leader finanziari del G20 vedono ancora un’elevata inflazione in molti paesi sviluppati a causa di fattori transitori che si ridurranno, come strozzature nelle forniture, carenze di semiconduttori, ritardi nelle spedizioni e problemi meteorologici.

READ  Ditondo... cosa si può chiedere di più? - Buffalo Rise

“Ma queste cose possono richiedere mesi prima che si risolvano, quindi dobbiamo essere preparati e comunicare bene, come vediamo i problemi”, ha detto Visco.

I leader finanziari del G20 si sono anche impegnati a lavorare per affrontare la mancanza di strumenti necessari per combattere la pandemia di COVID-19 nei paesi a basso e medio reddito nei prossimi mesi, compresi vaccini, trattamenti e diagnostica.

I leader finanziari del G20 si stanno incontrando a Washington a margine delle riunioni annuali del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale, che arrivano pochi giorni dopo che 136 paesi hanno concordato di adottare un’aliquota minima dell’imposta sulle società del 15% e ridistribuire i diritti fiscali a grandi, multinazionali parzialmente redditizie a paesi che fanno affari. Vendono prodotti e servizi.

I leader del G20 hanno ratificato l’accordo fiscale dell’OCSE e hanno chiesto il rapido sviluppo delle cosiddette “regole modello” per guidare l’attuazione dell’accordo da parte dei paesi e “garantire che nuove regole entrino in vigore a livello globale nel 2023”.