Giugno 16, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Huawei lancia il proprio sistema operativo mobile sui telefoni | Notizie di economia e commercio

Huawei ha lanciato mercoledì il suo sistema operativo mobile HarmonyOS sui suoi telefoni mentre si adegua alla perdita dell’accesso ai servizi mobili di Google due anni fa dopo che gli Stati Uniti hanno inserito l’operatore di telecomunicazioni cinese in una lista nera commerciale.

La società cinese Shenzhen ha annunciato che circa 100 modelli di smartphone Huawei utilizzeranno il suo sistema HarmonyOS e che il sistema operativo sarà disponibile anche su alcuni tablet e smart display nell’ultimo trimestre dell’anno.

Il lancio del sistema operativo arriva mentre la società rimane tagliata fuori dalle tecnologie statunitensi, inclusi i servizi Google e alcuni chip per computer per alimentare i suoi dispositivi dopo che gli Stati Uniti l’hanno inserita in una “lista di entità”, dicendo che Huawei potrebbe aiutare gli sforzi di spionaggio cinesi, un’accusa che il società nega con veemenza. .

L’inclusione di Huawei nell’elenco impedisce alle aziende statunitensi di fare affari con le apparecchiature di telecomunicazioni cinesi e il produttore di smartphone. La lista nera è stata un duro colpo per Huawei, che si affidava alle tecnologie di base degli Stati Uniti.

“L’esperienza utente di HarmonyOS ha superato quella dell’era Android. Abbiamo risolto problemi come il rallentamento dell’hardware e il ritardo nel tempo nell’era Android”, ha affermato Richard Yu, CEO dell’unità consumer di Huawei, durante un evento di lancio del prodotto online mercoledì. .

“HarmonyOS ha funzionalità e resistenza più forti e sarà il più grande sistema operativo nell’era dell’Internet of Things”, ha affermato.

Huawei, un tempo il più grande produttore di smartphone al mondo, è stato tra i primi cinque a livello globale lo scorso anno, seguito dalla sudcoreana Samsung, secondo i dati della società di ricerche di mercato Canalys.

READ  Il Galaxy SmartTag Plus di Samsung verrà rilasciato con UWB per il tracciamento di oggetti con AR il 16 aprile

Da allora, altri produttori di smartphone cinesi, come Xiaomi, OPPO e Vivo, hanno superato Huawei in termini di vendite globali. Huawei è attualmente al settimo posto a livello globale e al terzo in Cina dopo che le spedizioni di smartphone sono diminuite del 50% nel primo trimestre di quest’anno rispetto allo scorso anno.

Lo scorso novembre, Huawei ha anche venduto il suo marchio di smartphone economici, nel tentativo di mitigare l’impatto delle sanzioni statunitensi.

L’introduzione dello smartphone HarmonyOS di Huawei è un’alternativa alla mancanza di accesso ai servizi Google, in particolare per gli smartphone venduti all’estero. Mentre i telefoni venduti prima che Huawei fosse inserito nella lista nera continuano a eseguire i servizi Google, i suoi dispositivi più recenti non saranno in grado di accedere ai servizi mobili o agli aggiornamenti di Google.

Per risolvere questo problema, Huawei ha lanciato la propria piattaforma Huawei Mobile Services (HMS) che consente agli sviluppatori di eseguire app per dispositivi Huawei. A marzo, Huawei ha affermato che più di 120.000 app sono ora nel suo App Store e utilizzano HMS, anche se mancano ancora app popolari all’estero come Instagram, Twitter e Facebook.

I possessori di telefoni Huawei che non hanno accesso ai servizi Google non potranno scaricare app come Gmail o YouTube. Invece, HMS offre collegamenti ai siti mobili di questi servizi.

Google è bloccato in Cina, quindi è improbabile che gli utenti Huawei in Cina siano interessati. Gli analisti affermano che la mancanza di accesso ai servizi Google rende Huawei un’opzione meno attraente per gli utenti all’estero, che sono abituati a guardare i video di YouTube o a utilizzare l’app di posta Gmail.

READ  Twitch 350+ introdurrà un nuovo marchio della community la prossima settimana

Cercare di promuovere il nuovo HarmonyOS di Huawei può essere un compito arduo. Le sfide che devono affrontare i sistemi operativi dominanti, come il sistema operativo Windows Phone di Microsoft e il sistema operativo Tizen di Samsung, che non sono popolari nel mondo degli smartphone ma utilizzati negli smartwatch, di solito diminuiscono.

“Sarebbe interessante vedere come appare l’interfaccia utente di HarmonyOS e se ci sono davvero alcune funzionalità che gli danno un vantaggio con alcuni utenti, ma non sto trattenendo il fiato”, ha affermato Brian Ma, Vice President of Customer Hardware presso società di ricerche di mercato IDC.

“Risale ancora a tutte le discussioni in corso negli ultimi due anni che se non ci sono servizi Google, questo è un grosso problema”, ha detto.

Tuttavia, il passaggio di Huawei a un sistema operativo mobile che può essere eseguito su smartphone potrebbe dargli un nuovo modello di business da distribuire ad altri fornitori di smartphone in Cina che potrebbero essere desiderosi di guadagnare includendo le loro app nei servizi mobili di Huawei.

“HarmonyOS può essere molto interessante per i fornitori che non hanno le risorse per creare il proprio sistema operativo”, ha affermato Nicole Peng, vicepresidente della mobilità di Canalys.