Settembre 29, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Honiara reagisce con rabbia dopo che l’Australia si offre di aiutare a finanziare le elezioni delle Isole Salomone tra le mosse per ritardare le urne

Il governo delle Isole Salomone ha criticato l’offerta australiana di finanziare le elezioni nazionali del prossimo anno, definendola un “assalto” alla sua democrazia e un tentativo di ingerenza straniera.

Il ministro degli Esteri Penny Wong ha confermato martedì che l’Australia aveva fatto un’offerta per aiutare a finanziare le elezioni nelle Isole Salomone l’anno prossimo mentre il parlamento del paese discute un disegno di legge profondamente controverso per ritardare le elezioni nazionali fino al 2024.

L’opposizione nelle Isole Salomone ha accusato il governo di Manasseh Sogavari di minare la democrazia e di aver tentato di “abbatterla” attraverso un emendamento costituzionale che ritarderebbe le elezioni fino a dopo i Giochi del Pacifico di fine 2023.

Sugavari ha presentato il disegno di legge per il dibattito parlamentare questa settimana e potrebbe essere approvato già giovedì, nonostante le proteste dell’opposizione e dei gruppi della società civile.

Il governo ha sostenuto che non poteva permettersi di tenere sia i Giochi che le elezioni nello stesso anno.

Il mese scorso, alcuni legislatori dell’opposizione hanno chiesto all’Australia di farsi avanti e offrire assistenza finanziaria per consentire lo svolgimento del voto nei tempi previsti.

Martedì mattina, il senatore Wong ha confermato che il governo federale ha fatto un’offerta formale per aiutare le Isole Salomone a tenere le elezioni del prossimo anno, sebbene non abbia specificato la portata di tale offerta.

“Abbiamo fatto un’offerta per aiutare e spetta alle Isole Salomone se risponderanno e come sono disposte a rispondere”, ha detto a RN Breakfast.

Penny Wong con i capelli corti color argento sembra preoccupata.
Il senatore Wong afferma che il finanziamento riflette l’impegno dell’Australia per la democrazia.(AP: Robert Kitchen, dossier)

Ma alla fine di martedì, il governo delle Isole Salomone ha rilasciato una dichiarazione arrabbiata definendo l’offerta “inappropriata” e rimproverando il ministro degli Esteri per averlo reso pubblico mentre i parlamentari discutono un disegno di legge per posticipare il voto.

“La tempistica dell’annuncio ai media pubblici da parte del governo australiano è in effetti una strategia per influenzare il modo in cui i membri del Parlamento votano su questo disegno di legge durante la seconda lettura di giovedì 8 settembre 2022”, si legge nella dichiarazione.

“Questo è un assalto alla nostra democrazia parlamentare e un’interferenza diretta di un governo straniero nei nostri affari interni.

“Il governo delle Isole Salomone ha espresso al governo australiano la sua preoccupazione per la gestione delle relazioni bilaterali attraverso i media attraverso l’ufficio dell’Alto Commissariato australiano a Honiara”.

READ  Decine di persone sono state uccise in un incendio in una fabbrica in Bangladesh e i lavoratori sono stati rinchiusi all'interno