Giugno 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Hanno donato i loro corpi alla scienza e le loro famiglie si sono riunite a Brest – Brest



“Non abbiamo capito bene quando mia madre ci ha annunciato che avrebbe donato il suo corpo alla scienza. Per noi è stato difficile. Avrebbe avuto 95 anni e ha preso la decisione sei mesi prima della sua morte”, ricorda Annie, Donna brestois che è venuta con la sua famiglia per assistere al tributo che ha ricevuto il Suo compenso alle persone che hanno scelto di donare il proprio corpo alla scienza. Annie è accompagnata da diversi membri della famiglia. “Questo momento d’onore è molto importante per noi. Quando è morta nel giugno 2021, dovevamo venire rapidamente a trovarla prima di portarla via. Non siamo riusciti a trovare il solito tempo per meditare”.

Il professor Romuald Sisour, neurochirurgo e capo del Laboratorio di Anatomia della Scuola di Medicina dell’Università della Bretagna Occidentale (UBO), ha preso la parola per ringraziare i donatori, i cui nomi sono incisi sul muro dello spazio di meditazione. (Telegramma/Catherine Le Guen)

Gala creato nel 2019

In assenza di una possibile visita funebre e sepolcrale, le famiglie spesso hanno difficoltà ad accettare la scelta della persona amata. Per compensare questa lacuna, nel 2019 è stata proposta una cerimonia d’onore dal professor Romuald Sesour, neurochirurgo e capo del Laboratorio di Anatomia presso la Facoltà di Medicina dell’Università della Bretagna occidentale (UBO). Le donazioni del corpo consentono di garantire la formazione degli studenti di medicina del secondo e terzo anno e anche di sviluppare la ricerca, soprattutto in ortopedia. Al termine dell’operazione, il corpo di uno sconosciuto viene cremato a Saint-Thégonnec.

Candidati sempre più giovani alla donazione

L’epidemia di Covid-19 ha annullato l’incontro del 2020, ma la festa annuale ha potuto riprendere nel 2021. “La nostra attività era quasi normale nel 2021. Prima di iniziare è sempre necessario un certificato di assenza di infezione per Covid-19. Accettazione dell’organismo. In media, abbiamo un centinaio di registri all’anno nel database. La decisione di registrarsi può arrivare molto presto, il più giovane ha 22 anni, i candidati alla donazione del corpo sono sempre più giovani”. Ogni anno al laboratorio di autopsia arrivano dai 40 ai 50 corpi.

READ  "Rendendo l'energia nucleare ecologica quanto il gas naturale, stiamo seppellendo il rating".
L'organista Gildas Vijay Russo ha dato il suo colore musicale a questo concerto che si tiene ogni anno al cimitero di Kervotra.
L’organista Gildas Vijay Russo ha dato il suo colore musicale a questo concerto che si tiene ogni anno al cimitero di Kervotra. (Telegramma/Catherine Le Guen)

Correzione della donazione il 27 aprile 2022

decreto su La donazione del corpo è stata rilasciata il 27 aprile 2022, tendeva a riorganizzare lo studio in Francia. La donazione sarà moderatamente ed omogeneamente vigilata sul territorio. “Abbiamo già i finanziamenti dell’università a Brest affinché tutto vada bene. La famiglia è interessata al trasporto tra il luogo della morte e la scuola di Brest. Il finanziamento nazionale è stato pianificato, la busta non è stata annunciata, ma poi tutte le spese saranno essere coperto”, assicura il professor Romualdo Seezur. Il decreto prevede anche la restituzione delle ceneri alla famiglia. I decreti esecutivi non sono ancora stati emanati.

Contatto

Centro per la donazione del corpo tel. 02 98 01 64 26 o via e-mail a [email protected]