Febbraio 3, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Gucci si reinventa durante la Milano Fashion Week

MILANO (AP) – Gucci ha debuttato venerdì con un altro lancio a sorpresa di gennaio delle anteprime di abbigliamento maschile alla settimana della moda di Milano, e ha assunto una nuova direzione dopo l’uscita di Alessandro Michele da direttore creativo.

Proprio come il debutto di Michele a otto anni alla guida di una squadra indoor, la sfilata di Gucci che annunciava la nuova era post-Michelle è stata una cosa semplice, rielaborando silenziosamente i codici del marchio fondato a Firenze più di un secolo fa. compagnia di bagagli.

Sotto Michel, l’immaginazione ha preso il volo verso l’alto e strati di ornamenti in ensemble romantici che hanno offuscato le barriere di genere e sfidato intellettualmente il pubblico della moda con osservazioni che a volte alludevano a oscuri pensatori.

Quelle trappole sono state eliminate, almeno per il momento, con un insieme di facile lettura.

Alcuni punti salienti delle offerte del venerdì:

Rifusione Gucci

Gucci ha inaugurato l’era post-Michelle con una collezione di pulizia della tavolozza che portava sentori della sua influenza, ma è andato in una nuova direzione sorprendentemente fresca.

Spogliato del suo esotismo, il gruppo ha riportato Gucci alle origini con una colonna sonora rock ‘n’ roll accompagnata da un’esibizione dal vivo del chitarrista americano Marc Ribot e di Ceramic Dog al centro del palco circolare. Gli ospiti in prima fila includevano Nick Cave e sua moglie Susie, l’attore canadese Percy Hines White, che è apparso nel successo di Netflix “Wednesday”, l’attore britannico Idris Elba e il cantante sudcoreano Kai.

Il look di base includeva giacche oversize con top di carta indossate con pantaloni o leggings lunghi infilati in vistosi stivali da cowboy e accessoriate con scaldamuscoli. La tavolozza dei colori era tenue, denim, kaki, grigio, giallo canarino e lilla con blu ghiaccio.

READ  Auckland festeggia il FIFA Draw, entusiasta di ospitare il campione USA

C’erano ancora riferimenti senza genere, ma era più glam rock che necessariamente per la sua fascia demografica. La camicia di Poet aveva una forma a V profonda e sexy ma senza fiocco; Camicie e giacche di mohair erano trasparenti e le gonne lunghe apparivano slacciate dai pantaloni, e venivano abbinate a magliette da rugby a righe.

Molti di questi look avrebbero potuto essere appropriati per la passerella di Michele, ma avrebbero sicuramente avuto pensieri, ricordi e ricordi espressi attraverso abbellimenti stravaganti e accenti elaborati. La nuova collezione, con la sua silhouette allungata e ampia e il bordo maschile, visto in tute da meccanico oversize e completi da motociclista, sarà un punto di riferimento per molti.

Il set è stato progettato dal team interno, che non è stato ancora influenzato dallo spettacolo.