Luglio 5, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Gucci ha confermato di essere il marchio più prezioso in Italia, secondo BrandZ – WWD

Milano – Gucci ha confermato il suo primo posto nella classifica BrandZ 2022 Top 30 Italian Brands Ranking di Kantar, che misura il valore dei marchi combinando dati finanziari e ricerca azionaria.

La casa di moda è in cima alla lista per il quarto anno con un valore del marchio che è aumentato del 12% a 37,9 miliardi di dollari rispetto al 2021.

Il marchio Gucci vale quasi un terzo del valore totale di tutti i marchi italiani nella classifica, che è in aumento del 12% a 128,7 miliardi di dollari rispetto allo scorso anno. La casa di moda fiorentina ha riportato anche un valore di oltre tre volte quello dell’utility di secondo livello Enel.

Prada è il secondo brand più prezioso tra i player della moda e del lusso con un valore di oltre 5,6 miliardi di dollari, collocando la casa al sesto posto della lista, dopo Ferrari.

Fendi si è classificata al settimo posto ma ha registrato la crescita maggiore, con il valore del suo marchio che è balzato del 47% a $ 4,7 miliardi. La formazione Fendace, con la sua variante mod e risonanza mediatica, ha giocato un ruolo importante in questa performance, e ha anche beneficiato di Versace, che è stato l’unico nuovo arrivato nella classe di lusso nella classifica di quest’anno.

Nel complesso, i marchi di lusso italiani hanno continuato a contribuire maggiormente alla Top 30, rappresentando il 44% del valore totale del marchio. Secondo la lista, i primi 10 marchi del lusso includevano Bulgari – tra le prime cinque aziende emergenti insieme a Fendi e Prada – Giorgio Armani, Bottega Veneta, Salvatore Ferragamo, Valentino e Dolce & Gabbana.

READ  L'Italia svela un pacchetto energia da 8 miliardi di euro mentre l'economia è colpita da bollette in aumento

Nella classifica generale sono state rappresentate anche altre 11 categorie, con le aziende di telecomunicazioni, energia, assicurazioni, alimentari e automobilistiche che figurano anche nella top ten. In particolare, il secondo marchio italiano Enel ha registrato un valore di 12,6 miliardi di dollari, seguito da Kinder, Tim e Ferrari con un valore rispettivamente di 9,8 miliardi di dollari, 8,9 miliardi di dollari e 8,3 miliardi di dollari.

Il rapporto ha evidenziato lo slancio positivo che i marchi hanno raggiunto nel paese, affermando che negli ultimi quattro anni il loro valore è cresciuto del 51%.

Pur sottolineando che il carattere “Made in Italy” della qualità supporta ancora la crescita internazionale dei marchi locali, Kantar ha esortato le aziende locali a implementare comunicazioni più forti ed efficaci per costruire più brand equity.

“Eccellere prodotti innovativi e una grande esperienza di marca non sono più sufficienti per garantire il successo. I marchi devono affrontare i nuovi valori dei consumatori che vogliono che i marchi che acquistano siano in linea con le proprie convinzioni”. Federico Capicci, amministratore delegato per l’Italia, Grecia e Israele – Visions Division, ha detto Kantar, non considerano più solo come sono fatte le cose, ma da chi, a quali condizioni e se i loro materiali sono di provenienza etica.

“Ad esempio, il marchio di punta Gucci ha affrontato questa sfida a testa alta. Non commercia solo su tessuti, pelletteria e pietre preziose, ma su impegno, autenticità e convinzione”.

Capeci ha poi sottolineato la crescente importanza dell’esposizione come leva commerciale, in particolare perché “poiché il valore che l’Italia e i suoi marchi traggono dalle esportazioni estere risente dell’instabilità, dell’inflazione e dell’aumento dei costi dei materiali, vi è una maggiore necessità di concentrarsi sulla garanzia che i consumatori comprendano correttamente che i marchi valgono il loro valore”.

READ  Deutsche Bank taglia le filiali in Europa mentre si concentra sui clienti facoltosi

La lista italiana di BrandZ è stilata combinando l’analisi finanziaria di ciascun rating per l’ultimo esercizio con sondaggi distribuiti a quasi 70.000 consumatori italiani. Ogni anno viene pubblicata anche la lista dei 100 migliori marchi globali più preziosi, che combina i dati di mercato e le opinioni di oltre 4 milioni di consumatori in tutto il mondo.

Per ulteriori informazioni su WWD.COM, vedere:

Kim Kardashian Skims ha nominato Andy Muir di Jordan Brand come CFO

Il rinnovato negozio Richards si concentra maggiormente sull’abbigliamento sportivo da uomo e da donna

L’ultimo Ivy Park Drop di Beyoncé reinventa Stan Smith