Giugno 13, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

grano! Obbiettivo! Birra?: Ha sentito un analista di calcio tunisino ordinare la birra in onda

Al-Ula: l’opera italiana Andrea Bocelli ha attirato il pubblico ad Al-Ula giovedì in quella che si ritiene essere la prima rappresentazione in assoluto all’interno delle antiche mura della città nel deserto.

Al suo terzo spettacolo nel Regno, Bocelli ha cantato un numero limitato di spettatori al sito del patrimonio a causa di misure di allontanamento sociale, ma il concerto non è stato meno affascinante delle sue precedenti esibizioni nella sala concerti Maraya come parte dell’inverno al Festival di Tantura. .

La sorpresa più grande della serata è stata la figlia di Tenor Virginia Bocelli, 9 anni, che ha fatto il suo debutto in Medio Oriente con il padre sul palco suonando la chitarra e cantando le parole della famosa canzone di Leonard Cohen “Hallelujah”.

Il tenore principale si è esibito in un ensemble back-to-back con musicisti dell’Orchestra Filarmonica Araba e ospiti speciali Lauren Allred, Matteo Bocelli, Soprano Francesca Mayonchi ed Eugene Kuhn al pianoforte.

Il meraviglioso sottofondo del concerto e la risposta del pubblico lo hanno reso appassionato di canto in altre città saudite.

“È raro che tu realizzi una simpatia così forte come quella che è accaduta sulla tua terra”, ha detto Bocelli ad Arab News.

Ha detto: “Ad ogni concerto, sono sbalordito dal calore che accolgo, e mi sento vivo e ho il privilegio di assistere al potere fraterno della musica”.

Si ritiene che la performance di Bocelli di meno di 300 persone sia la prima del suo genere all’interno delle antiche mura della città nel deserto.

Parlando dei suoi precedenti concerti nel regno, Tenor si è detto felice di vedere quanto fosse popolare la sua musica tra i sauditi. “È una bella sorpresa che continua ad aumentare ogni volta che torno”.

Il meraviglioso sottofondo del concerto e la risposta del pubblico lo hanno reso appassionato di canto in altre città saudite.

Bocelli ha detto di aver sentito parlare dell ‘”alta cultura dell’ospitalità” che caratterizza i sauditi, ma che la sua esperienza diretta è stata travolgente e “ha superato ogni aspettativa”.

Tenor ha condiviso alcuni suggerimenti per aspiranti cantanti lirici sauditi professionisti, ricordando loro che una bella voce è solo uno dei tanti “ingredienti essenziali”.

“Per poter cantare bene, in modo persuasivo, devi avere una passione. Se vuoi suscitare chi ti ascolta, hai bisogno di qualcosa da dire, e dei valori per la comunicazione e la condivisione”.

Ha detto: “Ci vogliono determinazione, franchezza e disciplina, ma si procede sempre con ottimismo e fiducia nei sentimenti”.

Andrea Bocelli con la sua famiglia, compreso il figlio Matteo, a Hegra, AlUla. (Fornito)

Bocelli ha consigliato ai cantanti lirici sauditi di non aver paura delle sfide, ma di “apprezzare eventuali incidenti lungo la strada, non arrendetevi, non smettete di credere nel vostro potenziale”.

L’affascinante bellezza e tranquillità di AlUla e la natura accogliente della sua gente del posto sono stati tra i tanti ricordi che il musicista ha detto che avrebbe portato a casa.

“Penso allo splendore dell’aria limpida che domina i tuoi panorami. Dovendo scegliere una cosa preferita in Arabia Saudita, non posso fare a meno di menzionare il luogo incantato che è Al-Ula, testimone sorprendente e incantevole della ricerca della bellezza dell’uomo . “

Il tenore principale si è esibito in un ensemble back-to-back con musicisti dell’Orchestra Filarmonica Araba e ospiti speciali Lauren Allred, Matteo Bocelli, Soprano Francesca Mayonchi ed Eugene Kuhn al pianoforte.

Bocelli è stato presentato sullo sfondo di 20 tombe scolpite del Khuraymat.

Al-Hijr, costruita dal regno nabateo nel I secolo, è un’antica città nel deserto con migliaia di tombe scavate nelle montagne di arenaria. Almeno 100 tombe hanno facciate riccamente scolpite, una firma di abili artigiani nabatei.

Bocelli è stato presentato sullo sfondo di 20 tombe scolpite del Khuraymat.

Gli archeologi dicono che le tombe sono tra le meglio conservate in pietra e presentano eleganti ginosfinge (guardie dell’anima con teste di donne, corpi di leoni e ali) che adornano gli archi.

READ  Dorothy Bracolino 1926-2021 | Notizie, sport, lavoro