Maggio 22, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Google presenta il nuovo smartphone, orologio e tablet come parte della nuova suite di prodotti

Il Google Ha svelato un portafoglio ampliato di prodotti hardware nell’ultimo segno che rimane impegnata ad andare oltre il suo core business pubblicitario e competere con artisti del calibro di Apple.

Alla sua prima conferenza degli sviluppatori di persona in tre anni, Google ha annunciato tre nuovi smartphone e il suo primo smartwatch interno, oltre a pianificare il rilascio di un nuovo tablet l’anno prossimo.

Guarda di più su questa storia nel video qui sopra

Guarda le ultime notizie su Canale 7 o trasmetti in streaming gratuitamente 7 più >>

Il gigante della tecnologia ha anche annunciato aggiornamenti per molti dei suoi strumenti più popolari, tra cui Maps, Google Translate e il suo prodotto di ricerca principale.

Ecco i punti principali:

Nuovi smartphone

Google ha sorpreso i fan della sua gamma di smartphone prendendo in giro due nuovi dispositivi di punta: Pixel 7 e Pixel 7 Pro.

Sebbene la società non abbia condiviso molti dettagli, i due smartphone dovrebbero essere lanciati entro la fine dell’anno.

Google ha anche annunciato lo smartphone Pixel 6a, una versione economica della gamma Pixel 6 rilasciata all’inizio di quest’anno.

Pixel 6a è alimentato dal chip Tensor interno di Google e sarà disponibile in tre colori: verde, bianco e nero.

Costerà $ 449 ($ 649,48) e sarà disponibile il 21 luglio.

orologio pixel

Non mancano gli smartwatch Android sul mercato, ma ora Google ha in programma di realizzare per la prima volta un nuovo smartwatch tutto suo.

La società ha preso in giro il tanto pubblicizzato Pixel Watch, che utilizzerà il sistema operativo Google WearOS e sarà compatibile con servizi come Google Assistant abilitato alla voce, Google Maps e Google Wallet.

READ  Zoom porta foto di animali per riunioni virtuali

L’integrazione con Fitbit, che Google ha acquisito nel 2019, aggiungerà diverse funzionalità di monitoraggio dell’attività e della forma fisica.

Pixel Watch sarà disponibile entro la fine dell’anno, insieme alla gamma Pixel 7.

Google ha anche introdotto il nuovo Pixel Tablet, che secondo la società sarà rilasciato nel 2023.

Pixel Watch di Google, che è stato rivelato mercoledì. credito: Agenzia di stampa

Pixel Buds Pro

Google ha anche annunciato una nuova iterazione degli auricolari Bluetooth chiamata Pixel Buds Pro.

I nuovi auricolari sono disponibili in quattro colori – arancione, verde, bianco e nero – e offrono funzionalità come la cancellazione attiva del rumore e l’audio spaziale.

Pixel Buds Pro costerà $ 199 (US $ 287,85) e verrà rilasciato il 21 luglio.

Mostra Google Pixel Buds Pro, cuffie wireless.
Mostra Google Pixel Buds Pro, cuffie wireless. credito: Agenzia di stampa

Oltre l’hardware

Ci sono stati anche una serie di nuovi aggiornamenti software.

Presto, gli utenti di Google Maps potranno ottenere una visione realistica di città specifiche con una vista 3D di attrazioni, ristoranti e attività commerciali per visualizzare meglio lo spazio.

Sebbene Maps offra già opzioni sia per la visualizzazione satellitare che per Street View, Google afferma che la sua nuova funzione di visualizzazione panoramica combina queste due opzioni per “creare un modello digitale ricco” che fa sentire gli utenti come se fossero a terra.

Una scala mobile consentirà agli utenti di vedere come appare l’area in diversi momenti della giornata, quanto è trafficata e le condizioni del traffico locale.

La funzione Mass View sarà disponibile a Los Angeles, Londra, New York, San Francisco e Tokyo entro la fine dell’anno, su tutti i dispositivi mobili che utilizzano il sistema operativo Android di Google.

La società ha affermato che prevede di aggiungere più città mentre sviluppa questa funzionalità.

Google ha presentato una serie di nuovi prodotti in una conferenza.  file immagine.
Google ha presentato una serie di nuovi prodotti in una conferenza. file immagine. credito: AP

Per Google Translate, verranno aggiunte 24 lingue allo strumento di traduzione.

È una mossa che secondo l’azienda si sta concentrando sulle lingue dell’Africa e dell’India in generale, lingue generalmente non servite dalla tecnologia.

Includono la lingua quechua, parlata nelle Ande, in particolare in Perù; Il lingala, lingua parlata nella Repubblica Democratica del Congo; Assamese, parlato nell’India nord-orientale. e il tigrino, parlato in Etiopia e in Eritrea.

La società ha affermato che le lingue aggiuntive portano il numero totale che lo strumento può tradurre a 133 e sarà disponibile per tutti gli utenti di Google Translate entro pochi giorni.

Zona di inclusione

Google sta lanciando una nuova scala del tono della pelle che spera renderà i suoi prodotti più inclusivi.

Molte aziende di bellezza e tecnologia valutano le tonalità della pelle in base alla cosiddetta scala Fitzpatrick.

Sviluppato negli anni ’70 da un dermatologo di Harvard, viene utilizzato per classificare il modo in cui le diverse tonalità della pelle rispondono ai raggi UV (e, così facendo, predire il rischio di scottature solari e cancro della pelle).

Sebbene abbia solo sei colori della pelle, le aziende tecnologiche lo usano da anni per informare di tutto, dai colori delle emoji e come funzionano i cardiofrequenzimetri indossabili su diverse tonalità della pelle agli sforzi per rendere l’IA più equa su Facebook.

La società ha affermato che inizierà a utilizzare la scala del tono della pelle del monaco, che è stata sviluppata dal professore di Harvard Ellis Monk e include 10 diverse tonalità.

Google lo usa per fare cose come testare quanto bene i modelli di intelligenza artificiale (come quelli che possono identificare i volti nelle foto) funzionano su persone con colori della pelle diversi. L’azienda utilizza anche la metrica nelle ricerche di immagini di Google, ad esempio consentendo alle persone di restringere le query di immagini relative alla bellezza in base all’ombra della pelle.

Google aprirà anche la fonte per la metrica in modo che altri possano usarla.

carte virtuali

Google sta introducendo carte di credito virtuali per proteggere le informazioni finanziarie degli utenti durante gli acquisti online.

La funzione crea un numero di carta virtuale che gli utenti possono compilare automaticamente al posto delle informazioni effettive della carta sui dispositivi mobili Android o nel browser Chrome di Google e nasconde il numero di carta di credito reale alle aziende da cui effettuano acquisti.

Le carte virtuali verranno lanciate entro pochi mesi, inizialmente solo per gli utenti statunitensi con carte di credito Visa, American Express e Capital One. Google afferma che prevede di aggiungere il supporto per MasterCard entro la fine dell’anno.

Le carte virtuali di Google nasconderanno i dati della carta di credito degli utenti durante gli acquisti online.
Le carte virtuali di Google nasconderanno i dati della carta di credito degli utenti durante gli acquisti online. credito: CNN

Un’altra nuova funzionalità mira a dare agli utenti un maggiore controllo sui risultati che appaiono quando qualcuno cerca il proprio nome in Google.

Questa funzione, che verrà implementata entro pochi mesi, consentirà agli utenti di richiedere più facilmente che le loro informazioni personali come numeri di telefono, e-mail e indirizzi di casa vengano eliminate dai risultati di ricerca.

Google prevede di consentire agli utenti di personalizzare gli annunci che vedono mentre navigano in Internet, con la possibilità di scegliere quali marchi e tipi di annunci vogliono vedere e non vogliono vedere.