Febbraio 5, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Gli ultimi dettagli sulla Coppa del Mondo FIFA che ti sei perso mostrano quanto sia legato Tim Cahill al Qatar

Mentre il calcio in Australia è assediato da teppisti violenti e tifosi in protesta, l’ex calciatore Tim Cahill continua a vivere la sua vita migliore in Qatar.

L’ex attaccante dell’Everton e dell’Australia è l’ambasciatore della Coppa del Mondo FIFA e vive nel Paese del Golfo con la sua famiglia, dove ha lavorato come capo dello sport presso l’Aspire Academy, dove la nazionale australiana risiedeva e si allenava durante la Coppa del Mondo.

Tim Cahill e sua figlia trascorrono del tempo con le ex stelle del calcio Diego Simeone e Zlatan Ibrahimovic

Subito dopo il lancio di bombe, l’invasione dei campi da gioco e l’assalto a giocatori e dirigenti a Melbourne, Cahill stava vivendo la vita migliore alla finale della Coppa del Mondo tra Argentina e Francia.

L’espatriato australiano ha condiviso le foto di se stesso e di sua figlia Sienna mentre si godono la compagnia delle stelle del gioco tra cui Bora Milutinovic, Diego Simeone e Zlatan Ibrahimovic.

Ma era un’immagine specifica che mostrava quanto fosse connesso Cahill in Qatar.

Cahill e sua figlia Sienna condividono un selfie con la leggenda serba Bora Milutinovic alla finale della Coppa del Mondo FIFA

Cahill e sua figlia Sienna condividono un selfie con la leggenda serba Bora Milutinovic alla finale della Coppa del Mondo FIFA

Quando le due squadre si sono schierate al Lusail Stadium per suonare i loro inni nazionali, i giocatori sono stati abbinati a giovani calciatori, come è consuetudine nelle partite di calcio, e la competizione per quei posti è stata feroce.

Uno dei bambini non era altro che Cruz Cahill, il figlio di 10 anni dei Socceroos.

Cahill ha condiviso una foto del momento clou del momento su Instagram Stories, inclusa la didascalia “Proud Dad” e un’emoji con un cuore d’amore.

Se tutto ciò non bastasse, Cahill è stato anche invitato a giocare una partita FIFA All-Stars nel giorno di riposo della Coppa del Mondo insieme ad alcuni dei più grandi giocatori che abbiano mai allacciato le scarpe.

La partita è stata un modo per ringraziare gli addetti ai lavori negli stadi, con pochi eletti che hanno scelto di giocare in campo accanto alle leggende del calcio.

Si stima che 6.500 lavoratori migranti siano morti nella costruzione degli stadi per la Coppa del Mondo.

L’ex nazionale brasiliano Roberto Carlos ha allenato la squadra vincente dell’All-Star Game che comprendeva la leggenda italiana Alessandro Del Piero e il portoghese Nuno Gomez.

Altri giocatori della squadra messicana includono Jorge Campos, l’italiano Marco Materazzi, lo spagnolo Michel Salgado, l’olandese Clarence Seedorf e diversi lavoratori dello stadio.

Gli avversari includevano artisti del calibro di Cahill, l’italiano Christian Vieri, il francese Claude Makelele, il portoghese Deco, l’argentino Javier Zanetti, l’inglese John Terry e Cafu. Il presidente della FIFA Gianni Infantino ha esordito come arbitro.

Cahill si è anche schierato per gli Eastern Tigers contro i Northern Bears durante la partita della FIFA Legends Cup al Khalifa International Tennis and Squash Complex durante la Coppa del Mondo.

Cahill, a sinistra, si schiera con alcune delle leggende di Al Ummal e FIFA in un'amichevole all'Al Thumama Stadium di Doha.

Cahill, a sinistra, si schiera con alcune delle leggende di Al Ummal e FIFA in un’amichevole all’Al Thumama Stadium di Doha.

“Guarda, sono abbastanza fortunato da vivere in Qatar e vedere la crescita e la consegna di questa Coppa del Mondo”, ha detto di recente Cahill. Obbiettivo.

Ne ho fatto parte come dirigente, ambasciatore e anche come fan. Quando guardi questa Coppa del Mondo, vedi quanto sono connessi tutti. Guardi due o tre partite al giorno e vedi che dal punto di vista logistico è stato grandioso.

“Vedi gli stadi, vedi lo stato dell’arte. L’unica cosa per me è che non ho mai visto strutture di allenamento migliori.

Ho giocato in quattro Mondiali. Prestazioni elevate, dettagli, esperienza dei fan, esperienza dello stadio, aree dei tifosi, eventi ed eventi.

Non lo sai finché non vieni qui e lo vedi, lo senti e ne fai parte. Sei tipo “Ehi, torno in Qatar”. Probabilmente porterò la mia famiglia, mi è piaciuto molto. È il paese più sicuro al mondo. È stato stupefacente. L’ospitalità, la cultura, il cibo, l’esperienza.

Questo fa parte dell’eredità. L’eredità è il modo in cui le persone qui vivono e apprezzano il livello di dettaglio di ciò che accade in questa Coppa del Mondo.