Ottobre 6, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Gli Stati Uniti rifiutano il tentativo della Cina di stabilire nuove condizioni di comportamento su Taiwan

In una dichiarazione pubblicata sul sito di microblogging cinese Weibo, Pechino ha risposto dicendo che sta monitorando da vicino le navi e che le truppe sono “in massima allerta e pronte a contrastare qualsiasi provocazione in qualsiasi momento”.

Il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca John Kirbya lui attribuito:AP

Le tensioni sono aumentate anche la scorsa settimana, quando un’altra nave, la Oliver Henryha cercato una tappa programmata per il rifornimento e il rifornimento a Guadalcanal, la più grande delle Isole Salomone e luogo di una storica battaglia della seconda guerra mondiale tra Stati Uniti e Giappone.

Il cutter della Guardia Costiera stava pattugliando come parte del controllo della pesca dell’operazione Indo-Pacifico. Tuttavia, le Salomone non hanno risposto alla richiesta del governo statunitense di un permesso diplomatico, costringendo la nave a dirottare in Papua Nuova Guinea.

Kirby ha descritto l’incidente come sfortunato e frustrante, ma ha notato che un’altra nave statunitense aveva ottenuto il permesso di entrare nelle Isole Salomone come parte di una missione umanitaria con personale australiano e giapponese.

Tuttavia, gli ultimi sviluppi sono emblematici delle tensioni in corso tra Washington e Pechino dopo le molteplici visite di dignitari statunitensi a Taiwan.

Caricamento in corso

La Cina rivendica Taiwan come suo territorio contro le forti obiezioni del governo democraticamente eletto di Taipei. Nel frattempo, gli Stati Uniti aderiscono alla politica della “Cina unica” che riconosce la Repubblica popolare cinese come l’unico governo legittimo della Cina, ma “riconosce” solo la posizione cinese secondo cui Taiwan fa parte della Cina.

La visita di Pelosi all’inizio di agosto è stata molto controversa, poiché l’82enne è il più alto funzionario statunitense a visitare il paese in 25 anni ed è stato a lungo un critico vocale del Partito Comunista Cinese.

READ  Trovata una coppia morta a letto di sospetta avvelenamento da monossido di carbonio

Il suo viaggio è stato seguito circa una settimana dopo da un gruppo di altri cinque politici statunitensi, e poi di nuovo la scorsa settimana dal senatore repubblicano degli Stati Uniti e membro della commissione per i servizi armati del Senato Marsha Blackburn, che ha incontrato venerdì il presidente di Taiwan Tsai Ing-wen.

Mentre i viaggi hanno fatto arrabbiare la Cina, l’amministrazione Biden ha cercato di evitare che le tensioni tra Washington e Pechino si trasformassero in conflitto, sottolineando che tali visite al Congresso sono di routine e insistendo sul fatto che nulla è cambiato per quanto riguarda la politica della Cina unica.

Nave della Marina degli Stati Uniti.

L’amministrazione Biden prevede di chiedere al Congresso degli Stati Uniti di approvare una vendita di armi da 1,1 miliardi di dollari a Taiwan, inclusi 60 missili antinave e 100 missili aria-aria, Politico Il Washington Times ha riportato lunedì, citando fonti, tra le crescenti tensioni con la Cina.

Ricevi una nota diretta dal nostro straniero corrispondenti Su cosa sta facendo notizia in tutto il mondo. Iscriviti alla newsletter settimanale What in the World qui.