Settembre 25, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Gli Stati Uniti pensano di ordinare alle compagnie aeree commerciali di aiutare a evacuare l’Afghanistan

L’amministrazione Biden prevede di aumentare drasticamente il suo ponte aereo da Accettazione Facendo i preparativi per costringere le principali compagnie aeree statunitensi ad aiutare a trasportare decine di migliaia di sfollati da Afghanistan, con un aumento del numero di basi militari statunitensi che possono ospitare afgani.

La Casa Bianca dovrebbe prendere in considerazione l’attivazione della flotta aerea di riserva civile, o CRAF, creata nel 1952 sulla scia del ponte aereo di Berlino del secondo dopoguerra, per fornire quasi 20 aerei commerciali di ben cinque compagnie aeree per aumentare gli sforzi militari statunitensi. Ricollocare gli sfollati afgani dalle basi nell’area, secondo funzionari statunitensi.

La figlia del presidente afghano in esilio vaga per New York nel caos

I funzionari hanno affermato che gli aerei civili non voleranno né dentro né fuori Kabul, che è caduta nelle mani dei talebani il 15 agosto. Invece, i piloti e gli equipaggi delle compagnie aeree commerciali aiuteranno a trasportare migliaia di afgani e altri bloccati nelle basi statunitensi in Qatar, Bahrain e Germania.

Il coinvolgimento di aerei commerciali allenterebbe la pressione su quelle basi, che si stanno rapidamente riempiendo di sfollati afgani mentre gli Stati Uniti espandono i loro sforzi per farli uscire dall’aeroporto di Kabul. E ha causato migliaia di afgani a rischio di rappresaglia da parte dei talebani a causa della loro associazione con le forze statunitensi che hanno allagato l’aeroporto la scorsa settimana.

Mentre migliaia di afgani cercavano di fuggire dal paese, i talebani si mossero per consolidare il loro controllo mentre affrontavano le proteste contro il loro governo.

READ  Un piccolo hotel da 8 milioni di dollari pianificato per Windsor Little Italy

Funzionari statunitensi hanno affermato che il Comando dei trasporti degli Stati Uniti, che fa parte dell’esercito, ha notificato alle compagnie aeree che potrebbe essere loro richiesto di eseguire la flotta di riserva. I funzionari hanno affermato che la Casa Bianca, il Pentagono e i funzionari commerciali devono ancora rilasciare le approvazioni finali per il suo utilizzo e che potrebbero ancora essere sviluppate opzioni alternative. Il potenziale uso di CRAF non è stato precedentemente segnalato.

I vettori sono stati informati venerdì sera che CRAF sarebbe stato probabilmente attivato, secondo un funzionario del settore. Il funzionario ha affermato che le compagnie aeree hanno anche discusso sugli sforzi volontari per sostenere gli sforzi di trasporto aereo del governo.

I funzionari del Pentagono hanno indirizzato le richieste al Transportation Command, che non ha risposto immediatamente alle richieste di commento.

In una lettera ai membri, il sindacato che rappresenta gli assistenti di volo in
United Airlines Holdings Inc. ha dichiarato sabato che la compagnia aerea ha avviato il processo per consentire alle assistenti di volo donne di fare offerte per lavori sui voli nell’ambito del programma CRAF. Funzionari sindacali hanno affermato che i salari sono generalmente più alti per questi viaggi.

La Grecia allarga il suo muro tra i timori europei di un’ondata di immigrati afghani

“Affinché United sia preparato nel caso in cui il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti riferisca che United Airlines CRAF è stato attivato, le offerte per le operazioni CRAF devono essere presentate immediatamente e in un periodo di tempo molto breve”, ha scritto l’associazione ai membri. L’esercito ha schierato dozzine di aerei cargo C-17 per trasportare gli sfollati da Kabul. I funzionari hanno affermato che gli aerei non sono stati considerati adatti per il volo a lungo raggio sull’Atlantico verso le basi statunitensi. I sedili per diverse persone sono stati rimossi per fare più spazio agli sfollati e un tipico C-17 ha solo due servizi igienici a bordo.

READ  L'attività di UniCredit nell'Europa centrale e orientale è ben isolata dalla devastante terza ondata di COVID-19

Alcuni degli aerei trasportavano circa 400 persone, hanno detto i funzionari, e un aereo militare è decollato con più di 600 sfollati a bordo. Un funzionario militare ha affermato che tali condizioni erano insostenibili per lunghi viaggi.

“Si tratta di accelerare e spostare il maggior numero possibile di sfollati e nel modo più efficiente possibile”, ha detto il funzionario. “Vogliamo usare la nostra coda grigia [military] Aerei per trasportare gli sfollati in Europa e in Medio Oriente, quindi scaricare lì il loro carico e salire a bordo di questi aerei a fusoliera larga da 300 o più posti che voleranno comodamente attraverso lo stagno”.

Funzionari statunitensi hanno affermato che il modello Krave usato raramente è in esame
Nei giorni scorsi come modo per alleviare la congestione nelle basi in Qatar, Bahrain e Germania, che hanno rapidamente raggiunto la capacità e venerdì hanno costretto una pausa di diverse ore sui voli di evacuazione da Kabul. Il presidente Biden ha dichiarato venerdì che gli Stati Uniti hanno compiuto progressi nell’accelerare il ritmo delle evacuazioni negli ultimi giorni.

L’aeroporto internazionale di Dulles, fuori Washington, D.C., dovrebbe diventare il sito centrale di elaborazione per un aumento del numero di sfollati afgani, hanno detto i funzionari.

I funzionari del Pentagono si stanno preparando per almeno un’altra base statunitense, la Joint Base McGuire-Dix-Lakehurst nel New Jersey, per iniziare a ricevere i rifugiati afgani. Ma mentre la crisi si diffonde a Kabul e in altri paesi sono sempre più preoccupati di ospitare un gran numero di sfollati, gli Stati Uniti hanno iniziato a dare un’occhiata più seria alle proprie strutture negli Stati Uniti e all’estero, hanno detto i funzionari. I funzionari hanno affermato che la tendopoli è stata allestita presso la base del New Jersey e che ora vengono installate forniture mediche, cibo, acqua, servizi igienici, illuminazione e altre attrezzature. Hanno detto che gli sfollati potrebbero essere lì entro la prossima settimana.

READ  Robert Maranto: I legami che uniscono

CLICCA QUI PER L’APP FOX NEWS

Altre basi considerate potenziali località residenziali includono Fort Becket, Virginia, Camp Atterbury, Indiana, Camp Hunter-legato, California e Fort Chaffee, Ark. Funzionari del Pentagono stanno anche esaminando le basi statunitensi in Giappone, Corea, Germania, Kosovo, Bahrain e Italia, hanno detto i funzionari.

Il Pentagono aveva precedentemente designato Fort Lee, Virginia, Fort Bliss, Texas, e Fort McCoy, Wisconsin, come basi che avrebbero iniziato ad ospitare i rifugiati.