Maggio 23, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Gli scienziati avvertono che il limite climatico di 1,5°C è prossimo al collasso Crisi climatica

Nuove previsioni mostrano che l’anno in cui il mondo supera per la prima volta il limite di riscaldamento globale di 1,5°C fissato dai governi internazionali si sta avvicinando rapidamente.

Gli scienziati guidati dal Met Office del Regno Unito hanno scoperto che la probabilità che uno nei prossimi cinque anni superi il massimo è ora del 50%. Fino al 2015, non c’era alcuna possibilità che ciò accadesse nei cinque anni successivi. Ma questo è salito a 20% nel 2020 E 40% nel 2021. La temperatura media globale è stata di 1,1°C al di sopra dei livelli preindustriali nel 2021.

È anche certo – 93% – che entro il 2026, un anno sarà il più caldo mai registrato. battendo il 2016, quando un fenomeno meteorologico naturale di El Niño provoca un aumento delle temperature. È anche quasi certo che la temperatura media per i prossimi cinque anni sarà superiore a quella degli ultimi cinque anni, con l’intensificarsi della crisi climatica.

“La cifra di 1,5°C non è una statistica casuale. Piuttosto, è un’indicazione del punto in cui gli impatti climatici diventeranno sempre più dannosi per le persone e l’intero pianeta”, ha affermato il professor Petteri Taalas, capo dell’Organizzazione meteorologica mondiale, che ha pubblicato il nuovo rapporto.

“Finché continueremo a emettere gas serra, le temperature continueranno ad aumentare”, ha detto Taalas. “Inoltre, i nostri oceani continueranno a diventare più caldi e più acidi, il ghiaccio marino e i ghiacciai continueranno a sciogliersi, il livello del mare continuerà a salire e il nostro clima diventerà più estremo”.

I cicli climatici naturali possono aumentare o diminuire le temperature globali. ma il Accordo di Parigi Richiede ai paesi di mantenere l’aumento di base, guidato dalle attività umane, al di sotto dei 2°C, nonché di perseguire gli sforzi per limitare l’aumento a 1,5°C. Gli scienziati hanno avvertito il mondo nel 2018 di questo 1,5°C di riscaldamento globale Avrà effetti terribili su miliardi di persone.

ha detto il dottor. Leon Hermanson, al Met Office.

Il dottor Andrew King, dell’Università di Melbourne, ha dichiarato: “La possibilità di superare la soglia di 1,5°C, anche se solo per un anno, è preoccupante”. “Le nostre emissioni di gas serra sono ancora vicine a livelli record e fino a quando non ridurremo le emissioni a zero, continueremo a vedere il riscaldamento globale. Sono urgentemente necessari tagli rapidi e drastici delle emissioni”.

Iscriviti alla prima edizione, la nostra newsletter giornaliera gratuita – ogni mattina nei giorni feriali alle 7:00 GMT

“Trascendere davvero [Paris] Il professor Stephen Sherwood dell’Università del New South Wales ha affermato che il nostro obiettivo è di essere al di sopra di 1,5°C anche in un anno “normale” non influenzato dalle variazioni climatiche naturali. “Ma il rapporto ci ricorda che ci stiamo avvicinando scomodamente a quell’obiettivo”.

Le previsioni annuali sfruttano il meglio Sistemi di previsione dai centri climatici in tutto il mondo per produrre informazioni fruibili per i decisori. Ha riscontrato una maggiore probabilità di pioggia nel 2022 rispetto alla media degli ultimi 30 anni nel nord Europa, nel Sahel, nel nord-est del Brasile e in Australia, mentre si prevedono condizioni più asciutte del normale nell’Europa sud-occidentale e nel Nord America sud-occidentale.

Il professor Taalas ha anche messo in guardia sul riscaldamento particolarmente rapido dell’Artico: “Il riscaldamento dell’Artico è sproporzionatamente elevato e ciò che sta accadendo nell’Artico riguarda tutti noi”. La contrazione del ghiaccio marino e i suoi effetti indiretti sono stati collegati a eventi meteorologici estremi in Europa, Nord America e Asia, compresi ondate di calore e inondazioni Anche tempeste di neve.

Le aspettative indicano un aumento Polo Nord Le temperature saranno tre volte superiori alla media globale nei prossimi cinque anni.

READ  Perché non puoi indossare il verde sul London Eye?