Gennaio 24, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Gli scaffali dei supermercati si aprono con l’interruzione di Omicron negli Stati Uniti

Alcuni scaffali erano spogli in un negozio di alimentari a Fairfax, in Virginia, il 13 gennaio 2022

Mentre la variante di Omicron per Covid-19 si diffonde negli Stati Uniti, gli scaffali dei supermercati vuoti diventano l’ultimo segno dell’interruzione in corso della pandemia nelle catene di approvvigionamento del paese.

“Non è così male come domenica, ma ci sono ancora molti scaffali vuoti e molti prodotti mancano”, ha detto all’AFP Justin Ton, un normale acquirente in un grande supermercato nella periferia di Bethesda, nel Maryland.

“La scorsa settimana per diversi giorni di seguito, non c’era niente, né frutta, né verdura in questo gigantesco negozio e anche in tutti i negozi di alimentari nelle vicinanze”, ha detto Ton.

Le precedenti ondate di Covid-19 hanno colpito diverse parti del paese per un periodo di tempo, consentendo ai negozi di alimentari di adeguare le proprie catene di approvvigionamento, ha affermato Patrick Benfield, professore di gestione della catena di approvvigionamento presso la Syracuse University.

Oltre alla catena di approvvigionamento, ci sono problemi con la produzione, la consegna e persino lo scarico di cibo a sufficienza una volta raggiunto il negozio di alimentari.

– ‘Molto cibo’ –

È probabile che i prodotti deperibili nei negozi di alimentari si esauriscano quanto i prodotti freschi che non possono essere immagazzinati, motivo per cui gli scaffali di alcuni negozi dell’area di Washington sono rimasti vuoti dopo giorni di neve recente.

La National Grocers Association (NGA), che rappresenta gli attori indipendenti nel settore della distribuzione alimentare, ha affermato che le sfide affrontate dalle aziende a livello nazionale nel trovare un numero sufficiente di dipendenti stanno “facendo pressione sulle industrie critiche, tra cui l’industria alimentare e alimentare in generale”.

READ  Il governo australiano si rifiuta di unirsi a 40 paesi per eliminare gradualmente il carbone, dicendo che non "eliminerà le industrie" | poliziotto 26

“Sebbene ci sia molto cibo nella catena di approvvigionamento, ci aspettiamo che i consumatori continuino a subire interruzioni sporadiche in alcune categorie di prodotti, come abbiamo visto nell’ultimo anno e mezzo a causa delle continue sfide di approvvigionamento e occupazione”, ha affermato NGA in un dichiarazione. E-mail.