Settembre 25, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Gli ospedali, travolti dal COVID, stanno finendo gli infermieri

Di Terry Spencer, Jennifer Cinco Kelleher e Andrew Silsky | Agenzia di stampa

Il rapido aumento delle infezioni da COVID-19 negli Stati Uniti sta causando una carenza di infermieri e altri lavoratori in prima linea negli hotspot del virus che non possono più tenere il passo con l’afflusso di pazienti non vaccinati e perdere lavoratori a causa del burnout e delle uscite redditizie. veicoli statali temporanei.

Florida, Arkansas, Louisiana e Oregon hanno tutte più persone ricoverate in ospedale con COVID-19 che in qualsiasi altro momento della pandemia e il personale infermieristico è in difficoltà.

In Florida, i casi di virus hanno riempito così tanti letti d’ospedale che i servizi di ambulanza e i vigili del fuoco si stanno sforzando di rispondere alle emergenze. L’amministratore della contea di Pinellas, Barry Burton, ha affermato che alcuni pazienti aspettano all’interno delle ambulanze fino a un’ora prima che gli ospedali di St. Petersburg, in Florida, accettino, un processo che di solito richiede circa 15 minuti.

Joe Kanter, capo della sanità pubblica della Louisiana, ha detto che qualcuno che ha avuto un attacco di cuore è tornato da sei ospedali prima di trovare un pronto soccorso a New Orleans che potrebbe prenderlo.

“È una situazione davvero dolorosa”, ha detto Kanter. “Non ci sono abbastanza personale qualificato nello stato al momento per prendersi cura di tutti questi pazienti”.

Michelle Thomas, un’infermiera diplomata e responsabile del pronto soccorso in un ospedale di Tucson, in Arizona, si è dimessa tre settimane fa dopo aver sbattuto contro un muro.

“Non c’è mai stato un momento in cui si possa respirare”, ha detto Thomas martedì. “Sono arrivato a questo punto … non posso più farlo. È stato solo sfruttato. “

Altre infermiere hanno aiutato ad affrontare la solitudine nelle stanze con i pazienti morenti e portando i telefoni cellulari in modo che i membri della famiglia potessero dire l’ultimo saluto.

“È incredibilmente faticoso e traumatico”, ha detto Thomas, che non era sicuro che sarebbe mai tornata ad allattare.

READ  Sciarade francesi e I Wonder Pictures italiana collaborano a The Sounds of New Italian Cinema (esclusiva)

Julie Staub, vicepresidente esecutivo, ha affermato che il Jackson Memorial Health System di Miami, il più grande fornitore di servizi medici della Florida, ha perso infermieri a causa delle agenzie di personale e di altri ospedali e dell’affaticamento da pandemia. L’amministratore delegato dell’ospedale afferma che gli infermieri sono tentati di stare lontani dai lavori in altri stati a raddoppiare o triplicare lo stipendio.

Staub ha affermato che gli ospedali del sistema hanno iniziato a pagare bonus di ritenzione agli infermieri che accettano di rimanere per un periodo specificato. Per coprire il deficit, gli infermieri che accettano di fare gli straordinari vengono pagati con regolarità e metà degli straordinari più $ 500 per ogni turno aggiuntivo di 12 ore. Anche allora, l’ospedale a volte deve ancora rivolgersi alle agenzie per riempire i buchi.

“Vedi persone che inseguono dollari”, ha detto Staub. “Se hanno la flessibilità di scegliere e andare da qualche altra parte e vivere per una settimana o mesi, o qualsiasi altra cosa e fare più soldi, è una cosa molto allettante. Penso che ogni sistema sanitario lo sperimenti”.

Secondo la Florida Hospital Association, quasi il 70% degli ospedali della Florida prevede una grave carenza di personale nella prossima settimana.

In Oregon, il governatore Kate Brown ha annunciato martedì che i dipendenti statali devono essere completamente vaccinati entro il 18 ottobre o sei settimane dopo che un vaccino COVID-19 riceve la piena approvazione federale, a seconda dell’evento che viene dopo. Il suo ufficio prevede di annunciare i requisiti per le mascherine per interni in tutto lo stato mercoledì.

“L’Oregon sta affrontando un picco di ricoveri per coronavirus – composto in gran parte da individui non vaccinati – che stanno rapidamente superando i giorni più bui del nostro incantesimo invernale”, ha detto Brown. “Quando i nostri ospedali saranno pieni, non ci sarà posto per altri pazienti che hanno bisogno di cure”.

READ  NOTEBOOK: Per i fan della lingua inglese, Euro 2020 offre un raggio di speranza | divertimento

Lunedì il governatore del Texas Greg Abbott ha ordinato ai funzionari statali di utilizzare le agenzie di personale per trovare personale medico aggiuntivo al di fuori dei confini statali poiché la variabile delta travolge le risorse di personale esistenti. Ha anche inviato una lettera alla Texas Hospital Association chiedendo agli ospedali di posticipare volontariamente tutte le procedure mediche elettive.

Parti d’Europa hanno finora evitato una simile crisi ospedaliera, nonostante l’ampia diffusione della variante delta con l’aiuto dei vaccini.

Lunedì, il Regno Unito ha avuto più di 5.900 pazienti COVID-19 negli ospedali, ma l’ultimo aumento non ha travolto i centri medici. A partire da martedì, il governo ha dichiarato che il 75% degli adulti era stato completamente vaccinato.

Lo stesso vale in Italia, dove i contagi estivi non hanno determinato alcun aumento di ricoveri ospedalieri, ricoveri in terapia intensiva o decessi. Secondo i dati del ministero della Salute, martedì circa 3.200 persone nel Paese di 60 milioni sono state ricoverate in ospedale nei reparti regolari o nelle unità di terapia intensiva.

Le autorità sanitarie italiane che consigliano il governo sulla pandemia attribuiscono numeri ospedalieri relativamente contenuti alla campagna di vaccinazione del paese, che ha vaccinato completamente il 64,5% degli italiani di età pari o superiore a 12 anni.

Il numero di nuovi contagi da coronavirus negli Stati Uniti è in media di oltre 116.000 al giorno e circa 50.000 ricoveri, livelli che non si vedevano dall’ondata invernale. A differenza di altri punti della pandemia, gli ospedali ora hanno più pazienti non COVID per tutto, dagli incidenti stradali agli interventi chirurgici che sono stati rinviati durante l’epidemia.

Ciò ha comportato un onere ancora maggiore per gli infermieri che sono già esausti dopo aver affrontato la morte costante tra i pazienti e la malattia nei loro ranghi.

READ  Il più grande token di delisting dell'exchange decentralizzato basato su Ethereum

“Attraverso aneddoti, vedo sempre più infermieri dire: ‘Me ne vado, ho finito'”, ha detto Gerard Brogan, direttore della pratica infermieristica con la National Nurses Association, un’organizzazione ombrello per i sindacati degli infermieri negli Stati Uniti. . .

Le Hawaii vedono ogni giorno più nuovi casi di virus che mai.

L’infermiera Patrick Switzer ha detto che nel pronto soccorso di un ospedale di Honolulu, i pazienti hanno dovuto aspettare i letti per più di 24 ore su una barella in una sezione chiusa con tende perché non c’era abbastanza personale per aprire più letti.

“Qualcuno che è rimasto seduto al pronto soccorso per 30 ore è una persona infelice”, ha detto.

Ha descritto di essere “in questo costante stato di ansia, sapendo che non hai gli strumenti necessari per prenderti cura dei tuoi pazienti perché siamo così esausti”.