Luglio 28, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Gli operatori sanitari si sforzano di combinare la salute del paziente e l’ambiente

(Montreal) “Choice Wisely” è un movimento all’interno della comunità medica per affrontare l’abuso di farmaci e prescrivere ai pazienti esami medici non necessari o a basso valore aggiunto. Sebbene sia principalmente rivolto al loro benessere, è stato anche recentemente lanciato come “Grecia per l’ambiente”.


Stephanie Marine
Stampa canadese

Gli operatori sanitari mettono sempre più in discussione l’impatto del loro lavoro sull’ambiente.

Questo è particolarmente vero per i membri dell’Associazione dei medici per l’ambiente (AQME) che ha recentemente tenuto un simposio internazionale di cinque giorni sul clima e la salute francofona, organizzato con l’Organizzazione canadese dei medici francofoni, Università di Montreal (dipartimento). Medicina di Famiglia) e Synergie Santé Environnement.

Il tema della “riduzione della crescita” è stato oggetto di numerosi convegni, in particolare per quanto riguarda le sue applicazioni concrete nella rete sanitaria.

considerato dRitorno Caroline Laberge in questa occasione ha discusso del concetto di “scelta con cura”: se ne è già occupata per il benessere dei suoi pazienti, ma recentemente il suo pensiero ha assunto anche una dimensione ambientale.

Foto dal sito web del Quebec College of Family Physicians

considerato dRitorno Caroline Laberge

Il medico di famiglia del Gmf-U Laurier (Family Medicine Group) di Quebec City ha spiegato in un’intervista che sottoporre i pazienti a molti test, come l’imaging medico o le scansioni TC, spesso causa loro molto stress e che alcuni test a volte hanno anche dei rischi, Così come gli effetti collaterali. Spesso, dice, “troviamo piccole anomalie” durante queste scansioni, quindi l’attrezzatura medica è “potente” e rileva le macchie microscopiche, che sono spesso benigne. Ci sono anche tutti i casi di “falsi allarmi” e “falsi positivi”, assicura il medico che è anche presidente del Collegio dei medici di famiglia.

READ  Come mantenere la salute di un astronauta nello spazio?

“Tutto ciò richiede follow-up, biopsie, ecc.” Spesso vediamo “una serie di esami terapeutici”, uno che porta all’altro e così via, che possono essere test a “basso valore aggiunto per il paziente” – con l’aggiunta vantaggio di controlli periodici, da qui i nuovi test.

Tra le altre cose, il College of Family Physicians of Canada ha prodotto un documento stimolante per i medici generici che afferma, tra gli altri esempi, che: “Non ordinare radiografie del torace ed ECG per pazienti asintomatici o a basso rischio”. Ordinare test di funzionalità tiroidea in pazienti asintomatici”.

Un esempio dice: “I potenziali svantaggi di un tale esame sistematico superano i potenziali benefici”.

Lo stress degli esami medici e gli effetti collaterali: “Tutto questo ha un impatto sul benessere e sulla qualità della vita delle persone”, secondo il dott.Ritorno Laberge.

Non possiamo ignorarlo, dice, e dobbiamo pensarci a beneficio dei pazienti.

Tuttavia, è chiaro che i test diagnostici e il trattamento sono assolutamente essenziali per molte malattie: la campagna “scegli con saggezza” chiaramente non sta sostenendo la loro eliminazione.

E che dire del pianeta?

Parallelamente a questa riflessione centrata sul benessere del paziente, un’altra evoluzione riguarda l’ambiente. Allo stesso tempo, la “scelta attenta” diventa un precursore dello sviluppo sostenibile.

Durante ogni esame, il paziente e il personale medico devono recarsi in ospedale, il che si traduce in emissioni di gas serra (GHG). Idem per inviare i test a un laboratorio, produrre farmaci in una fabbrica che utilizza risorse ed energia, e ovviamente tutto questo genera rifiuti: pensiamo a quelli della medicina nucleare e anche a tutte quelle bustine di pillole che finiscono in discarica.

DrRitorno Laberge offre anche come esempio il caso di un certo tipo di inalatore per l’asma: inquinano pesantemente, dice, e distruggono lo strato di ozono.

READ  Reazione del suo ex direttore e capo di Science-Po Lille

pompa [qui peut durer un mois] È l’equivalente di un’auto che percorre circa 300 km.

“Da quando l’ho appreso, ho descritto gli altri”, a meno che non siano controindicati. Come riportato dal caso degli anestesisti che hanno scoperto che tra i gas anestetici utilizzati in sala operatoria, uno era particolarmente dannoso. Ora preferiscono gli altri.

Tenere a mente l’ambiente è anche, secondo il medico.

Insiste sul fatto che l’idea non è quella di fornire un’assistenza sanitaria più povera per proteggere il pianeta, ma piuttosto di porre questa domanda: “Per un trattamento equivalente, quale ha il minor impatto?” ambientale? ”

C’è anche l’iniziativa “La ricetta della natura” discussa al convegno che sta guadagnando popolarità. Ad un paziente con malattie cardiovascolari dovute a cattive abitudini di vita possono essere prescritti farmaci per abbassare la pressione sanguigna, per esempio. Possono avere effetti collaterali e non trattare la causa di una condizione medica che potrebbe essere uno stile di vita sedentario o il fumo.

Perché invece non “fissare” il tempo nella natura e nell’esercizio fisico? Lei chiede. “Non lo faccio per l’ambiente, lo faccio per il paziente”, ma allo stesso tempo “il costo ambientale non esiste se descrivi la natura”.

Tutto questo pensare di ridurre i danni ambientali, dice il medico di famiglia, non è un movimento “collettivo”. Sono invece individui che riflettono sull’impatto delle proprie azioni sulla rete sanitaria.

Spiega che i medici sono formati per curare l’individuo che viene a trovarli, non la comunità, ad eccezione dei medici della sanità pubblica, ha detto.

Sottolinea che mentre a volte può essere conflittuale, la salute e l’ambiente possono andare di pari passo.

READ  Il Papa chiede che i sistemi sanitari siano accessibili a tutti