Giugno 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Gli investitori prevedono un aumento del tasso di interesse di 0,75 punti percentuali

Le azioni italiane sono aumentate ei rendimenti dei titoli di Stato sono scesi lentamente, poiché la Banca Centrale Europea ha promesso nuovo sostegno alle fragili economie meridionali dell’Eurozona.

Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si è recentemente attestato al 3,775%, rispetto al 3,8% circa prima dell’annuncio. Martedì, il costo del debito di riferimento dell’Italia era del 4,19%, il più alto dal 2013. I rendimenti obbligazionari scendono con l’aumento dei prezzi.

L’indice azionario italiano FTSE MIB è stato uno degli indici più performanti in Europa, con un rialzo del 2,8%. In rialzo le azioni bancarie italiane. FinecoBank in rialzo del 7,1%, UniCredit in rialzo del 4,8%. Il titolo Intesa Sanpaolo è salito del 5,3 per cento.

Una misura chiave dello stress finanziario della zona euro – la differenza tra il rendimento del titolo di riferimento tedesco a 10 anni e il suo equivalente italiano – è stato ridotto a 2,15 punti percentuali, dai 2,4 punti percentuali di martedì. Questo spread è salito al livello più alto dal 2020 negli ultimi giorni.

Il sollievo del mercato è arrivato dopo che la Banca centrale europea ha annunciato l’intenzione di affrontare il recente aumento degli oneri finanziari per le economie dell’Europa meridionale. La Banca centrale europea ha dichiarato che intende reinvestire “in modo flessibile” nei rendimenti obbligazionari riscattati nell’ambito del programma di acquisto di obbligazioni epidemiche di emergenza, noto come PEPP.

Seamus McGurn, responsabile dei tassi globali di JP Morgan Asset Management, ha stimato che quest’anno potrebbero equivalere a circa 200 miliardi di euro – l’equivalente di 208 miliardi di dollari – in ulteriori acquisti di obbligazioni. Questi prenderanno di mira economie in difficoltà come l’Italia.

READ  Puzzle del carbone in Cina | lo stratega

“È sempre più utile, ma non penso che sia abbastanza grande per cambiare la situazione”, ha detto.

La Banca centrale europea ha anche affermato che avrebbe iniziato a lavorare su uno strumento più ampio per affrontare i rischi al dettaglio all’interno del blocco, sebbene non abbia fornito dettagli.

L’euro, che oggi è aumentato di quasi l’1% rispetto al dollaro, ha rinunciato ai suoi guadagni per mantenere.